La valutazione della prova dei rossoneri contro ill Martina

La valutazione della prova dei rossoneri contro ill Martina

LUCCA – Qualche difficoltà nella prima parte del primo tempo, poi Braglia aggiusta la squadra e la Lucchese sale in cattedra. Insuperabile Zanetti, ottimo Dei, il tasso tecnico della squadra è decisamente elevato per la categoria e la Lucchese cerca sempre di far girare la palla. Qualche dubbio sulla fase di finalizzazione, con troppo pochi giocatori che attaccano gli spazi e si fanno trovare in area sui numerosi cross dal fondo.

Questa, secondo “Lo Schermo”, la valutazione
della partita rossonera:

Fase difensiva – All’inizio Piero Braglia ha
adottato un modulo difensivo con Dei, Azizou, Zanetti, Nocentini che
si schieravano in linea, con Bolzan leggermente più avanzato e
Briano a De Simone a fare filtro a centrocampo. Il Martina in questa
fase riusciva a creare apprensione e dopo una ventina di minuti il
tecnico rossonero è corso ai ripari cambiando qualcosa ed
allora si vedeva proprio una linea difensiva a 5, con Bellé a
supporto del centrocampo nella zona di destra. Ottima la prova di
Zanetti, insuperabile per gli avanti avversari, rude ma efficacie
Azizou, che sembra essere l’unico centrale a disposizione di Braglia
veloce nel breve. Briano e De Simone, ottimi nella costruzione del
gioco, sembrano avere qualche difficoltà se messi sotto
pressione, tuttavia va detto che col passare dei minuti e il nuovo
assetto, tutta la squadra è salita, soprattutto in
personalità, e il Martina non è più riuscito ad
impensierire Gazzoli.

Costruzione del gioco – Quello che si perde in
fase difensiva, con la contemporanea presenza di Briano e De Simone
si guadagna in fase di costruzione, perché i due sanno far
girar palla come da anni non si vedeva a Lucca e spesso la Lucchese
riesce a portare gli inesauribili Dei e Bolzan al cross. Quest’oggi
poi la manovra ha risentito positivamente anche dell’apporto di
Bellé, giocatore dalle capacità tecniche decisamente
notevoli in categoria.

Fase d’attacco – Qua forse i maggiori dubbi
riservati dallo schieramento di oggi. Infatti la squadra gira, ma
Briano e De Simone non sembrano avere nelle corde l’inserimento
offensivo, mentre Bellé e Cipolla, pur dotati di gran classe,
vogliono la palla sui piedi. In pratica, a fronte di una gran mole di
gioco, l’unico giocatore che di getta negli spazi è Zizzari,
spesso in solitaria lotta contro la difesa avversaria sui cross di
Bolzan, Bellé e dell’ottimo Dei, impreciso coi piedi, ma
motorino inesauribile in grado di supportare l’azione offensiva con
grande acume tattico. I goal dunque sono scaturiti solo da due
svarioni difensivi del Martina. In ogni caso, le soluzioni per il
gioco d’attacco rossonero sono innumerevoli, dai calci da fermo alle
iniziative personali di Bellé e Cipolla.

I migliori – Bellé, Zanetti, Dei.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com