Zizzari e Cipolla piegano il Martina

Zizzari e Cipolla piegano il Martina

LUCCA – La Lucchese dopo un inizio stentato prende in mano la partita e supera in modo convincente il Martina con reti di Zizzari e Cipolla. La cronaca della partita – la valutazione della partita dei rossoneririsultati e classifiche di serie C1 e C2 – Le dichiarazioni del dopopartita, Braglia: “Bellé è dimagrito. La galleria fotografica della partita.

Briano, tra i migliori in campo della Lucchese (foto di Laura Casotti)

LUCCHESE – MARTINA 2-0

LUCCHESE: Gazzoli, Azizou, Bolzan, Briano, Nocentini, Zanetti (18’st Guidi), Dei, De Simone, Zizzari, Cipolla (21’st Bertolini), Bellè (27’st Bonfanti). A disp. Castelli, Bono, Giglio, Scalise. All. Braglia

MARTINA: Mancini, Scopelliti, Bruno, Gambizza, Sullo, Mariniello (30’pt Moresi), Manca (34’st Mancino), Iennaco, Costantini (45’pt Nielsen), Favasuli, Guariniello. A disp. Murriero, Musca, Arias, Ligori. All. Pellegrino

ARBITRO: Corletto di Castelfranco Veneto

RETI: Zizzari al 29’pt, Cipolla al 12′ st

AMMONITI: Scopelliti (M) 8’st, Moresi (M) al 23’st

NOTE: Angoli 4-4. Spettatori 2800

Le note del “Nessun dorma” di Puccini suscitano un applauso spontaneo da parte di un Porta Elisa che ha voglia di festeggiare i primi tre punti casalinghi della Lucchese. Detto fatto. La squadra cresce infatti sul piano del gioco e offre una buona prestazione con la difesa che è salita di tono con il passare dei minuti e Briano che ha recuperato tanti palloni a centrocampo per innescare il fantasista Cipolla.

Di certo è stato fatto un bel passo in avanti rispetto alla partita di domenica scorsa ad Ancona ma bisogna considerare anche l’avversario che c’era di fronte. A sprazzi però i rossoneri hanno fatto vedere anche del bel gioco e, come ha detto mister Braglia a fine partita, “questa squadra ha le qualità per togliersi parecchie soddisfazioni. Ha solo bisogno di sicurezze e, probabilmente questa vittoria è utile proprio sotto questo aspetto“. Anche stavolta sono scesi in campo undici giocatori nuovi rispetto allo scorso anno e la sensazione è che a poco a poco si stia compattando il gruppo.

Eppure l’inizio è tutto di marca ospite con Zanetti che al 10′ interviene in modo pulito su Guariniello lanciato in area e Manca che tre minuti dopo mette sull’esterno della rete da posizione defilata. I pugliesi ci provano anche con il tiro da fuori ma Gazzoli fa buona guardia e con il passare dei minuti la Lucchese sale di tono grazie alle incursioni sulle fasce. Al 26′ Dei pesca Cipolla in area che però ha un’indecisione di troppo nel girarsi si vede stoppare il tiro, poi al 29′ arriva il gol con Dei che lancia ancora una volta Cipolla che si allunga troppo la palla tentando di superare Mancini in uscita. Il più lesto è Zizzari che si avventa sulla sfera e deposita in rete. La squadra a quel punto si sblocca e il raddoppio potrebbe anche arrivare subito dopo con Bellè che in due occasioni trova Mancini sulla sua strada. Ancora il portiere ospite è bravo al 40′ a uscire fuori dall’area per intervenire su Zizzari lanciato a rete da Cipolla.

Nella ripresa le due squadre segnano il passo ma è Cipolla a far gioire di nuovo lo stadio con un’azione insistita dalla tre quarti destra. Il fantastica napoletano resiste all’intervento di due difensori e conclude in maniera splendida alle spalle di Mancini. 2-0 e partita virtualmente chiusa con i soli Iennaco e Favasuli a creare qualche appresione nel finale con tiri da fuori che finiscono fuori d’un soffio. Da registrare anche una ghiotta occasione capitata sui piedi di Bertolini, che da buona posizione calcia a botta sicura ma trova Mancini sulla sua strada e, a due minuti dal termine, una punzione dalla trequerti di destra in zona d’attacco pugliese che con traiettoria beffarda sorprende Gazzoli e si stampa sulla traversa.

Soddisfazione nel dopopartita nelle parole del presidente Fouzi Hadj: “I ragazzi hanno bisogno di essere stimolati per dare il meglio, e Braglia lo sa fare benissimo. Oggi siamo migliorati sul piano del gioco ma ci mancano ancora una ventina di giorni di lavoro e poi il vero valore della squadra verrà fuori“. Piero Braglia invece si sofferma sulla forma fisica di rossoneri: “Noi siamo ancora indietro fisicamente, abbiamo 5-6 elementi in forma, ma altrettanti che non hanno nelle gambe i novanta minuti. Ci vorrà ancora del tempo per essere al top, altre squadre magari lo sono già e più di quanto stanno dando in questo momento non possono fare, noi invece possiamo crescere. Certo – continua l’allenatore rossonero – possiamo migliorare, ma per farlo bisogna vedere quanta fame abbiamo“. Poi si sofferma sui singoli, Briano: “Briano è un giocatore che va stimolato, se tornerà quello che avevo a Catanzaro ci aiuterà davvero molto“, quindi Bellé, autore di un’ottima partita, sul quale si lascia andare a una battuta: “Bellé è dimagrito. Ottimo giocatore, come Bertolini e Bonfanti del resto, il secondo finalmente l’ho rivisto puntare un uomo“.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com