Cineforum Ezechiele 25,17: appuntamento con il grande cinema

Cineforum Ezechiele 25,17: appuntamento con il grande cinema

LUCCA – Proseguono le doppie proiezioni settimanale del Cineforum Ezechiele 25,17, proiezioni che si svolgono il amrtedì e il mercoledì sera alle ore 21.00 al Cinema Italia. Domani sera sarà la volta di un film candidato all’Oscar per la miglior attrice protagonista “Reachel sta per sposarsi“, di Jonathan Demme con con Anne Hathaway, Rosemarie De Witt. Mercoledì invece viene proposto un vero e proprio classico, un connubio tra la regia di Sergio Leone e la musica di Ennio Morricone, “Giù la testa“.

Continua l’appuntamento con il grande cinema del Cineforum Ezechiele 25,17. Domani sera (martedì 31 marzo) sarà proiettato “Rachel sta per sposarsi”di Jonathan Demme, nominato all’Oscar per la migliore attrice protagonista . Nel film, Kym ha avuto una vita al contempo felice e disperata. Ex-modella professionista, ha conosciuto un certo successo e insieme ha toccato più volte il fondo, entrando e uscendo spesso dai centri di riabilitazione per le tossicodipendenze. Dopo molto tempo che manca da casa vi fa ritorno per il matrimonio della sorella e la sua presenza serve a far riemergere tensioni familiari che covavano da tempo, producendo reazioni esplosive. Un sorprendente Jonathan Demme alle prese con il ritratto di una ragazza problematica interpretata magnificamente da Anne Hathaway. Un’opera totale che sembra “farsi” mentre la vedi, una storia che coinvolge solo accadendo, senza artifici retorici, una rappresentazione che nasce per il palcoscenico e invece diventa quintessenza del cinema, tra Godard e Cassavetes, danzando però come matti al suono di Neil Young.

Mercoledì 1 aprile, per la rassegna Cinema e colonne sonore sarà la volta del film”Giù la testa” del grande Sergio Leone,descritto come uno dei momenti più alti della collaborazione tra Leone e Morricone, vincitore del David di Donatello per la migliore regia . Miranda è un bandito messicano che si mette in combutta con l’irlandese Mallory (ex terrorista dell’Ira) per svaligiare una banca. Ma si trova coinvolto nella rivoluzione. La sua famiglia ne esce massacrata, lui viene salvato in extremis proprio da Mallory. In realtà, Miranda non è per nulla convertito agli ideali rivoluzionari. Il film più “politico” di Leone, che comincia con una citazione di Mao e con una sequenza (peraltro memorabile) sul confronto serrato (primissimi piani, dettagli di bocche…) tra l’antropologia del peones e quella dei ricchi. Sopra le righe il personaggio di Steiger, bellissimo l’irlandese tormentato di Coburn.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com