Lucchese: presentati Scalise e Cipolla

Lucchese: presentati Scalise e Cipolla

LUCCA- Ci saranno anche Manuel Scalise e Giovanni Cipolla a disposizione di mister Braglia per riuscire a centrare l’obiettivo playoff, indicato nuovamente quest’oggi da Silvio Giusti a margine della conferenza stampa in cui i due nuovi giocatori sono stati presentati.

Si ringrazia Cittàdigitali Srl per la concessione del materiale

Tre stagioni a Grosseto, la prima più traballante, le ultime due eccellenti. Poi, improvvisa, una netta inversione di rotta da parte della società. E così Giovanni Cipolla, eletto miglior giocatore di serie C lo scorso anno, arriva a Lucca. Lui il primo ad essere sorpreso del cambio di casacca impostogli dalla società maremmana.

Non me lo aspettavo e non me lo meritavo. Sicuramente nel calcio la riconoscenza non c’è. Ma non mi sarei mai immaginato che arrivati a mezzogiorno dell’ultimo giorno di mercato il presidente del Grosseto mi avrebbe chiamato, come ha fatto, per dirmi che ero fuori e che avrei dovuto trovarmi un’altra squadra dato che la rosa era già completa con 24 giocatori. Credo che sia stata di un’ingiustizia paurosa“.

Il giocatore napoletano quindi non ha potuto togliersi la soddisfazione di misurarsi con la serie cadetta per la prima volta nella sua carriera, la speranza è che questa soddisfazione possa viverla con la maglia rossonera: “Arrivo molto arrabbiato a Lucca – spiega senza mezzi termini Cipolla – e spero che questa rabbia mi porti a fare bene conquistando la serie B e magari rimanendoci“.

Ed un passato grossetano non felice caratterizza anche la carriera di Manuel Scalise, anche lui in arrivo dalla società biancorossa, che lo scorso anno lo aveva girato in prestito al Pavia: “Sono venuto via da Grosseto, – spiega il nuovo esterno rossonero – un posto dove non sono stato bene. Ho preso delle decisioni sbagliate ed ora ho questa possibilità: vedremo se riuscirò a sfruttarla“.

Non è un segreto che l’acquisto di Scalise arriva in seguito all’infortunio che terrà Antonio Magnani lontano dal campo per i prossimi cinque o sei mesi: “Conosco Magnani, – commenta Scalise – ho giocato contro di lui quando ero nella San Giovannese e non posso che dispiacermi per il suo infortunio. Gli faccio un grande in bocca al lupo per una pronta guarigione“.

E sul delicato ruolo che andrà a ricoprire nella squadra di Braglia, attaccatissimo al suo 3-4-3 in cui grande importanza riveste il ruolo dell’esterno, Scalise dice: “Si, il mio è un ruolo delicato che però ho già ricoperto con Braglia quando giocavo a San Giovanni e lui era il mio allenatore: ora sta a me impegnarmi per riuscire bene. Speriamo. Il resto si vedrà“.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com