Allarme maltempo, allagamenti e frane su tutta la Versilia

Allarme maltempo, allagamenti e frane su tutta la Versilia

PIETRASANTA – Mentre a Lucca, sulla base delle previsioni meteo disponibili e dell’avviso di criticità regionale emesso oggi (12 novembre) la Protezione civile comunale ha diramato lo stato di “allerta 2” per tutte le strutture di protezione civile e del volontariato, in Versilia l’ondata di Maltempo si è già iniziata a fare sentire, con tutta una serie di frane e allagamenti che hanno interessato soprattutto i territori di Pietrasanta e Forte dei Marmi. In poche ore, infatti, la Versilia è stata colpita da una media di 100 millimetri di pioggia, tanto da spingere le autorità a invitare i cittadini a uscire dalle loro abitazioni solo in caso di effettiva necessità.

Un’eccezionale ondata di maltempo ha colpito fin dal primo mattino il territorio della Versilia, in particolare di Pietrasanta e Forte dei Marmi.

A Pietrasanta tecnici comunali e tutto il corpo di polizia municipale impegnati in strada: un furgone è finito in un fosso e un albero è caduto su due vetture parcheggiate. Nessun ferito, ma forte stato di allerta e le autorità raccomandano di uscire di casa solo in caso di reale necessità 

In poche ore infatti è stata superata la media di 100 millimetri di pioggia nei 4 Comuni della Versilia storica (dai 126 millimetri di Pomezzana fino ai quasi 100 in pianura): dal centro operativo intercomunale è quindi scattata la fase di attenzione e poi quella di preallarme. Il comune di Pietrasanta a quel punto ha attivato il Centro Operativo Comunale e il sindaco Massimo Mallegni ha disposto che fossero distribuiti sul territorio tutti i tecnici del Comune, il personale dell’Ufficio Manutenzioni e le forze di volontariato.

L’assessore alla polizia municipale Carlo Bartoli ha così messo a disposizione tutto il personale del Comando (con l’unica eccezione del piantone, pronto a ricevere le segnalazioni da parte dei cittadini).
I maggiori problemi sul fronte della gestione del traffico si sono evidenziati dalle 8 alle 8,30 – in alcune zone in un’ora sono caduti 20/22 millimetri d’acqua – con un grande caos e ingorghi in centro per la concomitanza con l’ingresso in scuole e uffici e la chiusura al transito nel tratto di viale San Francesco tra viale Marconi e la via Provinciale Vallecchia per i previsti lavori alla fognatura.

«Per questo – dice l’assessore Bartoli – abbiamo deciso di apportare alcune modifiche mettendo il semaforo lampeggiante all’incrocio tra viale San Francesco e la via Provinciale per snellire il transito in uscita e inoltre il flusso proveniente da Vallecchia all’altezza di Pontaranci è stato deviato su via San Bartolomeo, via Torraccia fino a via Marconi senza interessare così la via San Francesco. Abbiamo anche collocato un segnale di ‘stop’ tra via Torraccia e la via Accademia per permettere la precedenza del flusso proveniente dalla stessa via Accademia così da rendere più snello il transito. Sempre per quanto riguarda la chiusura di una parte di via San Francesco per lavori di fognatura – prosegue Bartoli – stiamo vagliando la possibilità di esaudire la richiesta dei commercianti di poter parcheggiare sul marciapiede lungo via Provinciale anche se al momento sembra un’ipotesi che non garantisce la sicurezza in un punto di forte passaggio».

Problemi di allagamento sono stati registrati nel sottopasso via Avis Donatori di Sangue che è stato chiuso per circa quindici minuti (intorno alle 9,30) fino a quando non sono state riattivate le pompe di sollevamento dell’acqua. Rimasto chiuso invece tutta la mattina, sempre a causa dell’allagamento, il sottovia di via Troscia al Baccatoio.
Un fiume in piena anche la via Olmi, chiusa dalle 10 al transito nel tratto tra via Pisanica e via Crociale, a causa delle zanelle che non sono riuscite a contenere la pioggia sversando sulla carreggiata. Allagata anche l’Aurelia a Ponterosso all’altezza del deposito dei latterizi, la via Sarzanese (tra via Valdicastello e località ‘La Buca’), via Bernini.

Intorno alle 11 si è verificata inoltre un’ingente frana con un fronte di 25 metri nell’ultimo tratto di via Strinato: ciò ha comportato la chiusura del tracciato stradale per la messa in sicurezza della zona. Alle 11,30 inoltre in via XXV Aprile in Traversagna un albero si è abbattuto su due vetture parcheggiate. Un altro evento con danneggiamenti si è verificato in via Sparta dove un furgone è finito in un fosso laterale, fortunatamente senza conseguenze per il conducente e il mezzo è stato rimosso con carro-attrezzi.
Per quanto riguarda la Marina la polizia municipale ha dovuto transennare il lungomare tra piazza XXIV Maggio e via Leonardo Da Vinci dove l’acqua ha superato il livello dei marciapiedi; transenne anche in via Duca della Vittoria a causa dell’allagamento di un albergo di Fiumetto per il passaggio delle auto.

La situazione generale ha convinto a inviare comunicazione a Provincia e Prefettura.

Il servizio meteorologico regionale ha diffuso un avviso di criticità regionale annunciando ancora piogge abbondanti e forti temporali fino alla mezzanotte di venerdì con possibili allagamenti nelle aree depresse dovute al ristagno delle acque e tracimazioni dei canali e incapacità di drenaggio da parte della rete fognaria nei centri urbani. Possibilità inoltre di innesco di frane e smottamenti localizzati dei versanti in zone ad elevata pericolosità idrogeologica.

Stato d’allerta anche al municipio di Forte dei Marmi, questa mattina, a causa del maltempo che ha colpito l’intera costa versiliese. Anche questo comune costiero ha dovuto fare i conti con strade allagate e richieste continue di intervento a causa delle conseguenze delle forti piogge. Per tutta la mattina sono stati effettuati sopralluoghi nelle zone a maggiore rischio inondazioni e controlli su tutto il territorio, monitorando la rete fognaria e le griglie dell’acqua piovana per favorire il deflusso delle acque.

«Siamo intervenuti anche presso la scuola elementare Don Milani di Vaiana e alla Croce Verde, dove è stato riscontrato il rischio di allagamento delle sale riservate alla dialisi, per fortuna risolto senza danni – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici, Emanuele Tommasi. Inoltre, è stato prontamente rimosso un albero di una proprietà privata, caduto sulla carreggiata della via XX Settembre, mentre nel primo mattino i vigili del fuoco hanno ristabilito la viabilità in via Matteotti, nei pressi di piazza Marconi, sempre per problemi creati dal mancato deflusso dell’acqua piovana».

L’ufficio tecnico del comune ha preso contatto anche con il Consorzio di Bonifica per concordare preventivamente eventuali emergenze, anche perché i fossi sono stati a rischio tracimazione per l’intera mattinata. Lo stesso assessore Tommasi ha effettuato i sopralluoghi in diverse zone del paese per verificare personalmente la reale situazione del drenaggio idrico nelle strade.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com