Gonnella tricolore nel salto triplo

Gonnella tricolore nel salto triplo

BRESSANONE – E’ il lucchese Luigi Gonnella il nuovo campione italiano di salto triplo per la categoria Under 23. Sulla pedana di Bressanone ha saltato 15,76 metri al secondo salto e ha vinto il titolo tricolore, quindici anni dopo Luca Rapè che oggi è il suo allenatore.

Sono stati lunghissimi questi quindici anni ma il 16 giugno 2007 è una data destinata a diventare storica per la Virus Cassa di Risparmio di Lucca. Luca ha infatti raggiunto la piena maturazione, nonostante siano solo quattro anni che si è avvicinato all’atletica leggera. E poiché l’appetito viene mangiando la prestazione di Luigi Gonnella è a soli 14 cm dal minimo richiesto dalla federazione mondiale di atletica leggera per partecipare ai campionati europei under 23 di Debrecen in Olanda. Sognare non fa male e allora non rimane che restare con il fiato sospeso sabato prossimo a Rieti e mercoledì 27 giugno a Celle Ligure in occasione del meeting internazionale “Città di Celle”.

Luigi Gonnella si avvicina quattro anni orsono al campo di Via delle Tagliate, dopo varie buone esibizioni ai Giochi della Gioventù ed ai Campionati Studenteschi soprattutto nel salto in lungo, ma per un po’ di tempo la passione per il calcio lo tiene lontano dall’oggi suo amato campo scuola. Già nella primavera del 2005 stupisce tutti gli addetti ai lavori atterrando sulla medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Individuali di Grosseto sempre nel salto triplo con 14mt e 80cm. E’ l’inizio dell’esplosione.

La stagione scorsa nel 2006 sfonda per la prima volta il muro dei 15 metri e si erge a colonna portante della squadra maschile assoluta che conquista la permanenza in serie A Argento dove il suo contributo è determinante nonostante l’infortunio patito a Rieti in occasione dei campionati italiani individuali lo tenga fermo quasi un mese. Nell’ottobre 2006 decide insieme a Luca Rapè di provare a fare il definitivo salto di qualità: allenamenti, costanza, passione,voglia di fare e meticolosità in ogni approccio alla gara e all’allenamento. La partenza alle indoor è in sordina ma ai campionati regionali stupisce tutti siglando con 15,27 il nuovo record sociale assoluto tolto proprio al suo allenatore. Si presenta a Genova ai campionati italiani di categoria con la speranza che sia il momento giusto per festeggiare il titolo ma Quattrociocchi, con un quinto salto ottimale, lo supera e il lucchese si deve accontentare della piazza d’onore. Non si abbatte però, continua a lavorare duramente e l’avvicinamento a Bressanone è incoraggiante dapprima con un bel debutto ai campionati di società assoluti al Ridolfi, poi agli universitari a Jesolo ma è domenica 3 giugno sempre al Ridolfi in occasione del gran prix Monte dei Paschi di Siena che tutti capiscono delle sue enormi potenzialità atterrando a 15,54 metri.

A questo punto si può dire che la Virtus Cassa di Risparmio può vantare una nuova stella e può vantarsi di aver creato un modello di società di atletica leggera basato su valori umani prima di tutto, un gruppo unito, coeso in tutte le sue componenti a partire dal settore tecnico a quello dirigenziale e poi agli atleti ed atlete.

E’ dunque ora – fanno sapere dalla società di atletica – che tutti gli enti preposti si muovano per dotare Lucca sportiva di un impianto adatto all’atletica leggera per la stagione invernale, un impianto che serva agli atleti del settore assoluto che portano il nome di Lucca in tutta Italia, ma che possa anche servire alle centinaia di bimbi del settore giovanile”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter


WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com