A Villa Paolina quattro incontri sulle discriminazioni

A Villa Paolina quattro incontri sulle discriminazioni

VIAREGGIO –  «Tra riflessione scientifica e attivismo: studios*, istituzioni e associazionismo in
dialogo contro le discriminazioni a soggetti LGBTQI» questo il titolo del ciclo di incontri organizzati dal Comune di Viareggio in collaborazione con l’associazione Culturale e di Promozione Sociale AG-About Gender.

 

Quattro appuntamenti, che si terranno il venerdì pomeriggio a Villa Paolina, e che ruoteranno attorno a ad altrettanti temi principali: costruzione sociale dei generi e delle sessualità, orientamento sessuale e omofobia, identità di genere e transfobia, bullismo e ruolo dei media.
«In questi ultimi anni numerose Pubbliche Amministrazioni Locali e Regionali hanno promosso politiche per favorire l’inclusione sociale e contrastare le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere – commenta l’assessore al Sociale Gabriele Tomei -. L’azione delle Istituzioni Pubbliche è essenziale per adottare, a partire dal piano locale, provvedimenti che sappiano rispondere ai bisogni delle persone LGBT, contribuendo a migliorare la qualità delle loro vite ed a creare un clima sociale di rispetto e di confronto libero da pregiudizi».
«Questo ciclo di incontri è stato possibile grazie all’adesione al progetto RE.A.DY – continua – la Rete nazionale delle Pubbliche Amministrazioni antidiscriminazioni: una Carta di Intenti nata per coordinare sinergicamente, a differenti livelli di governo, le azioni degli Enti Locali e delle Regioni finalizzate a contrastare e superare le discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità di genere. Dal 2013 la rete RE.A.DY realizza azioni formative e di comunicazione per implementare la Strategia nazionale Lgbtqi».
«Lo scopo – conclude Tomei – è quello di sensibilizzare la popolazione e favorire il dialogo tra comunità scientifica ed associazionismo, al fine di creare una rete di collaborazioni ed alleanze per la lotta agli stereotipi, ai pregiudizi e alle discriminazioni nei confronti di persone Lgbtqi».

 

Nel dettaglio:
2 marzo alle 17: «Pink is the new black. Stereotipi di genere nella scuola dell’infanzia». Interverranno Emanuela Abbatecola (Sociologa Università di Genova/ AG-About Gender), Luisa Stagi (Sociologa Università di Genova/ AG-About Gender), Irene Biemmi (Pedagogista Università di Firenze), Rete Educare alle Differenze Pisa.

 

9 marzo alle 17: «De-generAzioni. Per una sociologia del transgenderismo». Interverranno Cirus Rinaldi (Sociologo Università di Palermo), Ireos Firenze, Consultorio TRANSgenere Torre del Lago Puccini

 

15 marzo, alle 17: «Raccontare l’omofobia in Italia». Interverranno Luca Trappolin (Sociologo Università di Padova/ AG- About Gender), Pinkriot-Arcigay Pisa.

 

23 marzo alle 16: «Fenomenologia del bullismo fra storia e attualità: scuola metafora della vita? Il ruolo dei media: dagli school movies, passando per i teen drama e la musica rap». Interverranno Marialuisa Fagiani (Università della Calabria), Elisa Giomi (Università Roma Tre/ AG-About Gender), Gruppo Giovani GLBTI* Firenze.

 

Tutti gli incontri saranno introdotti e moderati da Mariella Popolla (Università di Genova/ AG-About Gender).

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking