#versoleelezioni – Dalla parte dei giovani: i “santiniani”

#versoleelezioni – Dalla parte dei giovani: i “santiniani”

Lo Schermo inizia oggi un percorso che ha la prerogativa di prestare attenzione alla classe dirigente del domani, giovani di schieramenti in lizza per le comunali di quest’anno che prenderanno le redini, in un futuro non troppo lontano, della città di Lucca. Primo incontro con la compagine di centro destra che appoggia il movimento civico SiAmo Lucca del candidato sindaco Remo Santini.

LUCCA – Una Giovine Italia, moderata. A Lucca. Ragazzi dai 18 ai 30 anni: liceali, universitari, qualche operaio, tutti insieme per far rinascere, – e difendere -, quella lucchesità andata perduta. L’èlite nascente del centro destra (Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega Nord), suona unanime, e lo fa con la regia di Remo Santini.

Questi i nomi di coloro i quali hanno preso parte all’intervista.

Forza Italia: Sergio Mangiavacchi, 24 anni, coordinatore comunale. Gabriele Cozzi 25, candidato. Matteo Scannerini 25, coordinatore provinciale.

Lega Nord: Christian Simonelli 21 anni, candidato. Augusto Casali, 19, candidato. Serena Fedi 24, coordinatrice provinciale

Fratelli d’Italia: Jacopo Aquilini 23 anni, coordinatore provinciale. Stefano Marietti 30 anni, candidato. Matteo Petrini 28, responsabile organizzativo.

 

La candidatura di Santini sembra aver riacceso entusiasmo nelle file dei giovani moderati. Cos’è cambiato rispetto a poco meno di due mesi fa?

Aquilini: Remo è più vicino al pensiero dei giovani, dice ciò che pensa e cerca costantemente il dialogo, ci coinvolge, cosa che in passato non succedeva. Petrini: Ha a cuore, come noi, la città, Lucca, dimenticata non solo da questa giunta, ma anche da quelle che l’hanno preceduta.

 

Siete comunque esponenti di correnti politiche che, come le altre, hanno subito un brusco calo d’interesse tra i cittadini, sia a livello nazionale che locale. Come si fa ad invertire questa tendenza?

Scannerini: Investendo sulle persone, non sul simbolo. Molte persone diffidano della politica; noi li invitiamo a seguirci, a venire qua e a dire la loro, su qualsiasi tema, serve la partecipazione per poter cambiare le cose.
Simonelli: La politica coinvolge ogni aspetto della nostra vita ed è di vitale importanza che ogni cittadino impegni del tempo ad interessarsi alla cosa pubblica, chi ci guarda con diffidenza sbaglia.

 

Quali sono gli obiettivi portati avanti dalla lista di Santini che vi hanno spinto ad appoggiarlo?

Mangiavacchi: Un maggiore interesse alla nostra ‘causa’, ci ha poi colpito il suo percorso, del tutto autonomo, senza nessun aiuto, ma con il sostegno costante della sua famiglia, un valore che fa da sempre parte della nostra storia politica.
Marietti: La voglia poi di ritornare a incentrare il dibattito sulla lucchesità, in ogni sua sfaccettatura, senza ombre fiorentine sullo sfondo.

 

Di cosa ha bisogno più di tutto Lucca secondo voi?

Casali: Di più sicurezza, in centro storico così come nelle periferie. C’è inoltre una penuria di collegamenti, pochi mezzi pubblici da e verso il centro città, che diventa difficoltoso poter raggiungere.
Mangiavacchi: Lucca poi non è attraente per un giovane, non c’è un numero adeguato di locali, solo il Kuku sulla via Romana, e quelle poche feste che si tengono sono tutte politicizzate.

 

Avete una ricetta?

Fedi: Con Remo ci stiamo confrontando su un programma condiviso da presentare ad aprile. C’è l’idea di un assessorato alle politiche giovanili per rilanciare la questione ludica, associativa, ed interessanti progetti inerenti la sicurezza. Abbiamo inoltre un progetto che guarda con attenzione ai locali della Cavallerizza, perfetta per ospitare un disco pub, per far si che i ragazzi della nostra età evitino di doversi recare a Pisa o, dopo essersi ‘sciroppati’ 50 km in autostrada, a Firenze. Lucca deve tornare sicura, e attraente per i giovani.

 

Questione migranti. Che idea vi siete fatti?

Fedi: Business incontrollato di pari passo ad una gestione sbagliata. I profughi andrebbero messi in condizione di essere aiutati a casa loro, l’Africa – per esempio -, è un continente in grado di offrire risorse che gli africani dovrebbero, per mezzo anche di una concertazione a livello europeo, essere in grado di saper sfruttare.
Marietti: Il problema è anche di tipo pratico, il lavoro scarseggia anche per gli italiani, con un arrivo massiccio di migranti le occasioni lavorative si riducono drasticamente anche per chi c’è già.

 

Quali errori ha commesso, secondo voi, la giunta Tambellini?

Petrini: Ha tralasciato abbondantemente il tema dello sport, a tutto detrimento delle associazioni ludiche, prova ne sono alcuni palazzetti che versano in condizioni disastrose. Abbiamo poi le Mura, che ci invidia tutto il mondo, e che vogliamo diventino patrimonio Unesco.
Cozzi: L’attuale amministrazione ha speso svariati soldi per restaurare alcuni baluardi che a tutt’oggi sono chiusi.
Eventi poi come il Summer Festival e i Comics potrebbero coinvolgere non solo il centro storico, ma anche aree periferiche. Un percorso inclusivo che porti maggior benessere, soprattutto economico, alla città.

 

Cosa significa essere di destra, oggi, per un ragazzo della vostra età?

Significa libertà, più sicurezza e maggiore attenzione al territorio, senza però escludere i valori degli altri. Evitare quelle politiche a senso unico, caratterizzanti l’amministrazione targata Pd, che ha portato avanti solo un tipo di idee, appannaggio di una certa ideologia. SiAmo con Remo, per vincere, e cambiare le cose.

8 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

8 Commenti

  • Guglielmo
    7 marzo 2017, 01:03

    Ma come diamine si fa ad essere giovani e moderati?

    RISPONDI
  • Serena Fedi
    6 marzo 2017, 23:31

    Buonasera, ringrazio ‘ Lo schermo ‘ per lo spazio che dedicato a tutti noi giovani e per averci dato l’ occasione di una prima presentazione.
    Ringrazio anche @Greg per il commento costruttivo.
    Il mio commento su la cavallerizza era riferito a rivalorizzare la struttura , solo in seguito ho parlato di locali ludici ( ad esempio disco pub ) in senso stretto.. in effetti la mia risposta è stata sintetizzata credo per praticità giornalistica . Sono due argomentazioni distinte all’interno della medesima risposta.
    Condivido l’incentivo per il percorso della Francigina sia a livello turistico ( pellegrinaggio e non solo ) sia per un "percorso natura", progetto che sarebbe molto caro a noi del MGT.
    Mi unisco all’invito proposto da Sergio Mangiavacchi al Signor Conte Mascetti.
    Ieri ( 5/03 ) il movimento giovani della lega è stato in via Beccheria dalle 16.00 alle 18.30 . Sarebbe stato edificante poterci confrontare , abbandonando qualsivoglia generalizzazione e neologismi un po’ demodé .

    Serena Fedi

    RISPONDI
  • luigggino
    6 marzo 2017, 17:51

    Solo una notazione piccola piccola (su argomenti più grandi di me non mi addentro): mi fa un po’ strano quando i qualcuno che dice di qualcuno altro, in questo caso Santini, che "dice quello che pensa" e che ne sappiamo cosa pensa veramente una persona un politico poi!

    RISPONDI
  • Greg
    6 marzo 2017, 17:02

    L’attenzione sulla Cavallerizza è giusta perchè non si capisce sia trascurata dopo gli investimenti fatti, ma un disco pub non ce lo vedo. Doveva essere destinata all’accoglienza dei turisti, vista anche la vicinanza del terminal bus e dell’unico punto informazioni decente della città, e credo dovrebbe avere questa destinazione. Magari di esposizione delle varie zone e eccellenze del territorio.
    Riguardo alle Mura e l’Unesco purtroppo non credo ci siano grandi speranze perchè di cinte murarie patrimonio Unesco ce ne sono già molte. Va anche ricordato che un patrimonio Unesco Lucca già lo possiede con l’inestimabile collezione di pergamene longobarde dell’Archivio Arcivescovile, che andrebbe valorizzato di più magari con digitalizzazioni che permettano di scoprirlo. Inoltre in questi giorni le Regioni sul percorso hanno lanciato il progetto per fare della Francigena un patrimonio Unesco. Quindi forse, vista anche la rilevanza di Lucca nel percorso, conviene aggregarsi e spendere energie in altre direzioni.

    RISPONDI
  • Conte Mascetti
    6 marzo 2017, 13:21

    Il vuoto culturale di questi giovanotti e’ veramente preoccupante. L’unica proposta e’ fare un disco-club alla Cavallerizza: idea bislacca e difficilmente realizzabile… Possibile che non siano capaci di presentare un progetto culturale serio, invece di tenersi sempre sul vago e fare del populismo da due lire?

    RISPONDI
    • ”Conte Mascetti” buonasera. La vorrei invitare ad un incontro organizzato dai noi giovani per dimostrarLe che i pregiudizi che ha su di noi sono sbagliati. Oltre ad avvertirLa che alcune risposte sono leggermente travisate e non tutte corrispondono a chi ha veramente risposto, vorrei sapesse che stiamo lavorando su un programma il quale va ben oltre alle sole attività ludiche.
      Buona giornata

      Sergio Mangiavacchi

      RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter