Sulle politiche urbanistiche Sinistra con Tambellini attacca Santini

Sulle politiche urbanistiche Sinistra con Tambellini attacca Santini

LUCCA – Sinistra con Tambellini invita Santini a fare chiarezza sulle politiche urbanistiche: “Dietro la sua lista del paravento si nascondono i partiti che hanno scaricato sulla città migliaia di metri cubi di cemento”.

“Quella di Remo Santini è la lista del paravento, perché dietro di essa in realtà si nascondono i vecchi politici e i vecchi partiti dell’epoca di Berlusconi. Quelli che hanno scaricato sulla città migliaia di metri cubi di cemento; quelli del progetto dello Steccone a San Concordio; quelli che avrebbero voluto le ennesime edificazioni anche nel parco di Sant’Anna. Il candidato di Forza Italia, Lega Nord e Alleanza nazionale dica con chiarezza cosa vuole fare sulle politiche urbanistiche: ha intenzione di ripartire con le lottizzazioni, tanto care ai partiti di cui sono segretari Maurizio Marchetti, Marco Chiari e Marcella Maniglia? Noi stiamo dalla parte di chi, che col nuovo piano strutturale, ha fermato finalmente gli speculatori e difeso la bellezza della città”.

 

Sinistra con Tambellini, la lista di impegno civico che alle elezioni della prossima primavera sosterrà la conferma del primo cittadino, risponde a Santini, e lo incalza sui temi legati allo sviluppo urbanistico.

 

“Col nuovo piano strutturale si potranno bloccare le speculazioni edilizie e proteggere ed ampliare le aree verdi delle periferie – afferma Sinistra con Tambellini – e da qui partire per un progetto di città moderna e vivibile, che valorizzi tutti i suoi preziosi asset ambientali, storici, culturali per una nuova fase di sviluppo economico nel segno dell’innovazione e della sostenibilità. Si deve quindi andare avanti e non tornare a persone e metodi del passato, coi vecchi uomini e le vecchie politiche del centrodestra, che fanno minacciosamente capolino dietro il paravento. Non si può tornare alle vecchie speculazioni e colate di cemento, portate avanti da realtà straniere alla città, dai cementificatori, che tanto hanno ferito le bellezze e i tesori del nostro territorio, la sua stessa identità. Il sindaco Tambellini, in questi cinque anni, ha difeso Lucca dagli interessi speculativi, ponendo le premesse per una nuova fase di sviluppo. Nei prossimi cinque anni la città deve cogliere i frutti del lavoro svolto, guardare al futuro, non rimettersi nelle mani dei vecchi politici del passato”.

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • clara
    18 febbraio 2017, 18:11

    Mi rallegro che "Sinistra per Tambellini" ricordi le passate speculazioni edilizie e metta lo Steccone al primo posto. Peccato però che l’amministrazione Tambellini pochi mesi fa abbia deliberato di portare a compimento la costruzione dello Steccone, pudicamente ribattezzato "piazza in quota" (!), seppur in versione ridotta, mantenendo l’originario permesso di costruzione datato 2008-2012, in continuità con la precedente amministrazione. Spero ancora che ci ripensi, e non lasci che la matrice della risistemazione dell’area Gesam, anzichè essere il sito dell’antico porto, siano i resti abortiti di un malnato parcheggio interrato.

    RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter