Stefani (Fipe Ristoratori): ‘Rinnovo contratto segna la fine di una lunga contrattazione’

Stefani (Fipe Ristoratori): ‘Rinnovo contratto segna la fine di una lunga contrattazione’

LUCCA – Dopo oltre 4 anni di lunga e faticosa negoziazione, è stato firmato il primo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i dipendenti dei settori dei Pubblici Esercizi, della Ristorazione Collettiva e Commerciale e del Turismo da parte di Fipe-Confcommercio, Angem, Legacoop Produzione e Servizi e le OO.SS. Il primo di questo genere visto nel 2010 si parlava di contratto del turismo che interessava anche tutte le strutture ricettive che hanno rinnovato poi anticipatamente e da sole creando dunque due contratti nazionali, uno per le strutture ricettive e adesso, finalmente, quello per il settore dei bar, dei ristoranti ed anche della ristorazione collettiva. “E’ stato un lungo lavoro che ha visto i nostri vertici nazionali impegnati per anni – dice il presidente provinciale di Fipe Confcommercio Lucca&Massa Carrara, Benedetto Stefani – è un contratto di riferimento per uno dei settori strategici e di punta del Made in Italy con un campo di applicazione molto importante per tutto il territorio nazionale e per le province di Lucca e Massa Carrara. Infatti, non solo bar, ristoranti e affini, ma anche le mense scolastiche, ospedalieri ed aziendali, gli stabilimenti balneari, le discoteche, le sale da gioco, tutte queste imprese hanno da oggi un nuovo contratto. Innovativo, con maggiore flessibilità operativa e si spera leva per favorire il necessario recupero della produttività”. Il contratto, firmato venerdì scorso, è entrato in vigore con valenza retroattiva dal 1° gennaio.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking