Si è costituito a Lucca il collettivo ‘Non una di meno’

Si è costituito a Lucca il collettivo ‘Non una di meno’

LUCCA – Il 10 gennaio 2018 sì è costituito a Lucca il collettivo femminista NUDM – Non Una di Meno Lucca che aderisce al movimento nazionale.
Un gruppo di donne diverse per generazione e storia politica, dopo avere partecipato alle principali fasi del percorso politico, culturale e sociale di NON UNA DI MENO, ha avviato dall’ottobre 2017 una riflessione e un dibattito a 360° su vari temi.
Filo rosso di questo percorso la volontà politica condivisa “di connotare questo movimento come intersezionale e transnazionale, valorizzando la capacità di attraversare le frontiere, siano queste fisiche, culturali e simboliche”.

I livelli locali del movimento, pur mantenendo l’autonomia nel valutare esigenze e istanze del territorio, si intrecciano con la dimensione internazionale, condividendo piattaforme e obiettivi comuni.

In particolare il collettivo lucchese si impegna a:
– campagne e pratiche di solidarietà e autotutela contro le retoriche di politiche securitarie, razziste e di militarizzazione delle città per riaffermare autodeterminazione e libertà di movimento delle donne;
– campagne contro la colpevolizzazione delle donne che hanno subìto violenze e molestie;
– riappropriarsi e difendere gli spazi fisici e politici delle donne;
– mobilitarsi per i 40 anni della legge 194 il prossimo maggio, programmando iniziative di bilancio e difesa dell’autodeterminazione della donna;
– coniugare la campagna politica e culturale alle lotte per il welfare (centri antiviolenza, consultori ecc.);
– articolare un lavoro di inchiesta e intervento a partire dal lavoro di cura, sociale e relazionale e in tutti i luoghi dove le varie forme di sfruttamento espongono anche a ricatto sessuale e molestie;
– agire sull’intreccio formazione e lavoro a partire dalla battaglia contro buona scuola e alternanza scuola lavoro;
– riannodare e valorizzare i percorsi di lotta storici e internazionali delle donne con iniziative di solidarietà che esaltino la dimensione internazionale del movimento;
– costruire rapporti di condivisione con le donne immigrate del nostro territorio.

In sintonia con il movimento nazionale e transnazionale il collettivo lucchese rilancia lo sciopero globale dell’8 marzo, non come strumento rituale di una celebrazione fine a se stessa, ma come impegno a trasformare nel profondo la condizione della donna.


Collettivo NUDM Non una di meno Lucca

Info: nonunadimenolucca@nullgmail.com

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • UNA E' POCO, DUE SON TROPPE
    13 gennaio 2018, 18:52

    Scorrendo l’elenco, si scopre l’immancabile riferimento agli "spazi", un sempreverde.

    Sorprende, invece, l’assenza dell’altrettanto immancabile accenno allo "jus soli" (forse sarà l’atmosfera pre-elettorale?) e anche di quello ai "valori della resistenza e dell’antifascismo".

    E poi, almeno uno straccio di dominio di posta elettronica ve lo potevate pure comprare, no? o era troppo "borghese"’?

    RISPONDI
  • Iosonomia
    13 gennaio 2018, 15:15

    Ricordatevi di dire che "l’Utero è mio!"

    RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online