Sarti Magi: “Le scuole dovevano rimanere chiuse, non sono in sicurezza”

Sarti Magi: “Le scuole dovevano rimanere chiuse, non sono in sicurezza”

LUCCA – Ieri ho fatto un appello, ma naturalmente, anche se ha ricevuto decine e decine di condivisioni e decine di migliaia di visualizzazioni, non è stato preso in esame. Molto semplicemente Le scuole oggi dovevano rimanere chiuse. E se oggi non basta, chiuse anche domani e domani l’altro. Il perché? Molto molto semplice: prima si mettono in sicurezza, poi gli studenti entrano. Punto.
Dopo la bufera di questi giorni, la situazione delle scuole è peggiorata e la sicurezza e la salubrità degli ambienti scolastici non è garantita. Se vogliamo essere fiscali questo viola lo Statuto degli Studenti e delle Studentesse, ma più che legale si tratta anche di una questione morale e di responsabilità.
Al Civitali di Lucca sono scardinate le finestre e cascano i calcinacci dal soffitto, al Nottolini stanno facendo lezione con il Plaid, all’artistico Passaglia ci sono finestre rotte con i vetri a terra.
Quello che doveva essere fatto secondo me è molto semplice: prima si sistemano le scuole, poi gli studenti entrano.

Michele Sarti Magi – attivista per i diritti degli studenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter