Riprendono i lavori sul Condotto Pubblico nel centro di Lucca: adesso tocca alle spallette

Riprendono i lavori sul Condotto Pubblico nel centro di Lucca: adesso tocca alle spallette

LUCCA – Proseguono i lavori del Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord per la riqualificazione e la messa in sicurezza del Pubblico Condotto lucchese: una delle arterie idrauliche più importanti e maestose del nostro territorio, da secoli intrinsecamente legata allo sviluppo economico e sociale della Città, nonché alla sua sicurezza idraulica.

 

Dopo alcune settimane di interruzione, è infatti ripartito regolarmente il cantiere, per un investimento totale di ben 580mila euro: che stanno servendo per la ripresa dei tratti in muratura dei famosissimi fossi del Centro storico; e subito fuori dalle Mura, nel tratto a monte, per la pulizia del fondo nel tratto tra San Marco e gli stabilimenti dell’ex Cantoni. La sospensione era dovuta alla necessità di attendere che la fornace, incaricata dal Consorzio, realizzasse appositamente i mattoni uguali a quelli presenti, che da tempo non sono più presenti né sul mercato, né nei magazzini. Le opere sulle spallette dei fossi del Centro andranno avanti ancora per un mese circa; gli uomini e i mezzi del Consorzio stanno lavorando in stretta collaborazione con la Soprintendenza, con cui vengono compiuti periodici sopralluoghi, ma anche col Comune di Lucca: che metterà a disposizione il materiale del magazzino comunale, per individuare una parte dei marmi e delle pietre, necessari al recupero dei tratti di particolare pregio storico ed artistico. Subito dopo, partirà l’intervento di scavo nel tratto compreso tra San Marco e l’ex Cantoni: che si concluderà comunque entro l’avvio della prossima stagione irrigua.

 

«La sicurezza genera bellezza – ricorda il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi -. Se questo vale per tutte le opere che il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord realizza sul territorio, ciò è ancora più vero per l’intervento che l’Ente consortile sta per avviare sul Pubblico Condotto lucchese: che sta tornando, infatti, al suo splendore La competenza della sua manutenzione è stata affidata al nostro Ente dallo scorso anno. E abbiamo quindi deciso di investire risorse importanti, per le riprese murarie dei fossi del Centro storico e per lo scavo del tratto a monte. Il miglioramento della qualità dell’arteria idraulica diventerà presto evidente. Questo non è certo un particolare secondario: non scordiamoci che la via dei Fossi è una delle attrazioni più belle della nostra città».

 

Il Pubblico Condotto è senza subbio uno degli elementi più caratteristici del nostro territorio. Di derivazione dal Serchio, realizzato nel 1300, scorre da Ponte a Moriano fino ai margini della città, dopo aver attraversato il Capannorese, San Pietro a Vico, San Marco e infine il Centro storico. Coniuga storia e futuro: per secoli, lungo il suo corso si sono sviluppate attività agricole, produttive ed infine industriali, che hanno tratto da questa arteria acqua ed energia. Ancora oggi, continua ad essere fondamentale per l’approvvigionamento di campi ed industrie e, adesso, anche per lo scolo e l’allontanamento delle acque piovane, in particolare durante la stagione delle piogge.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking