Pistoia Blues: Steve Hackett e i ‘suoi’ Genesis protagonisti della terza serata

Pistoia Blues: Steve Hackett e i ‘suoi’ Genesis protagonisti della terza serata

PISTOIA – Tantissima musica per il sabato del Pistoia Blues che domani vedrà un ricco cartellone di artisti in scena in Piazza Duomo ed una nuova giornata di eventi a ingresso libero diffusi in molte piazze della città. Sul main stage arriverà un pezzo di storia del rock mondiale, un concerto che potrebbe diventare leggenda quello di Steve Hackett, l’indimenticabile chitarrista dei Genesis, per la prima volta sul palco del Pistoia Blues Festival. Hackett porterà il suo nuovo show intitolato “Genesis Revisited, Solo Gems & Guitar” a ripercorrere i brani da lui co-scritti insieme a Peter Gabriel, Tony Banks, Phil Collins e Mike Rutherfod negli album capolavoro della celebre band britannica, oltre a gemme della sua produzione solista. Condivideranno il palco con Hackett i The Watch, tribute band dei Genesis acclamata in tutto il mondo. In apertura la band lucchese dei Predarubia che presenteranno il loro album “Somewhere Boulevard”. Prima di loro la prog band romana La Fabbrica dell’Assoluto presenterà il nuovo singolo “L’uomo nuovo” mentre la prima band ad esibirsi saranno i Jambow Jane, band trentina ma di origine brasiliana, vincitrice del Contest Obiettivo BluesIn 2018. Inizio concerti ore 19:30. Apertura cancelli ore 19:00. Biglietti ancora disponibili alla cassa di Via Roma (apertura ore 17:00) con prezzi variabili a partire da 30€.

Steve Hackett negli anni ’70 ha lasciato il segno in album come “Nursery Crime”, “Foxtrot”, “Selling England By The Pound”, “A Trick of the Tail”, “The Lamb Lies Down on Broadway”. Ma Hackett non è solo l’ombroso chitarrista dei Genesis. La sua carriera solista con oltre trenta pubblicazioni tra musiche strumentali, colonne sonore, dischi più pop fino al progetto GTR (insieme a Steve Howe degli Yes) ne hanno tenuta viva la memoria di anno in anno aumentando la sua fama di instancabile artista e profondo innovatore: è lui infatti l’inventore di tecniche come il tapping e lo sweep-picking che hanno influenzato diverse generazioni di chitarristi come Eddie Van Halen e Brian May dei Queen per citarne alcuni. In scaletta “Supper’s Ready”, “Dancing with the Moonlit Knight”, “Fountain of Salmacis”, “Firth of Fifth”, “The Musical Box” – ed alcuni dei rari brani, non più eseguiti dal vivo dagli anni ‘70, quali “One for the Vine” e “Inside & Out”. E non mancheranno le sue preziose gemme da solista, un omaggio ai 40 anni di ‘Please Do not Touch’ ed una versione speciale di GTR “When The Heart Rules The Mind”; brani vecchi e nuovi, come quelli tratti dal più recente ed avanguardistico “The Night Siren” per un concerto di musica progressive di quasi tre ore. Sul palco con Steve Hackett un eccezionale team di musicisti di altissimo livello: alle tastiere Roger King (Gary Moore, The Mute Gods); alla batteria, percussioni e voce Gary O’Toole (Kylie Minogue, Chrissie Hynde); al sax, flauto e percussioni Rob Townsend (Bill Bruford); al basso e chitarra Jonas Reingold (The Flower Kings); alla voce Nad Sylvan (Agents of Mercy).

Non solo Piazza Duomo: tutta la città tornerà a respirare lo spirito del Blues con il mercatino e tantissima musica nel centro storico. Ecco un riassunto delle principali attività collaterali tutte ad ingresso libero di sabato 14 luglio.

TEATRO BOLOGNINI / Alle 23:30 nel Teatro di Via del Presto concerto “Chicago Blues Night” con Delores Scott (ingresso libero fino a esaurimento posti). Amica ed allieva prediletta della indiscussa Regina del Blues, Koko Taylor, Delores Scott è una delle più importanti cantanti del Blues di Chicago contemporaneo. I nomi di Delores Scott, Vance Kelly, Ronnie Hicks si ritrovano nei programmi di sala dei più autentici dei club di Chicago, quelli posti al di fuori dei circuiti turistici dove però vive e cresce e si modifica il Blues, mischiandosi con gli altri generi della musica afro- americana, Soul e Funky primi tra tutti.

PIAZZA DELLA SALA / Alle ore 19:00 si esibiranno due degli artisti inclusi nel quarto volume della compilation Pistoia Blues Next Generation vol.4, la compilation ufficiale del festival giunta al quarto volume. Dal vivo in versione “busker” i Five To Ten reduci dal main stage prima di James Blunt, e Valerio Sanzotta, cantautore folk di origini romane, che presenterà “Moonshiner” ed altri brani dal suo album “Prometeo liberato”.

PIAZZA GAVINAGA / Si parte alle 17:00 con la Blues Jam mentre alle 19:00 un concerto d’eccezione: New Orleans Serenade featuring Andy J. Forest. Forest, molto conosciuto in Italia, è un armonicista virtuoso, bluesman autentico, scrittore, attore e pittore. Andy interpreta al meglio il sound della sua città: New Orleans. Sulle scene dal ’77, con una discografia sterminata e un songwriting di livello, ha condiviso il palco con giganti come B.B.King e Jeff Healey. Sarà in tour con gli Swamp Crawlers, nuovo progetto live dedicato all’intrigante sound della Louisiana, che vede la sua storica band allargata con il piano di Max Lazzarin e la voce di Stephanie Ocean Ghizzoni. A seguire, dalle ore 21:00, spazio a Ol’Donky Blues, una formazione che da moltissimi anni propone un rock-blues classico in stile chicago nel quale si distinguono la voce e la slide di Marco Salvini, il basso pulsante di Moreno Antognetti e l’armonica virtuosa e accorata di Pierfranco Bianchi.

LOGGIATO SAN LEONE: Dj set alle 20:30 con Barmi Soulchef “selecter” collezionista di rarità soul, funk, reggae, ska, latin, hip-hop old school. Già con Aspra Posse e al fianco di Andy Smith, gira con un set ispirato alle sonorità black, mod, acid jazz dell’amico-mentore Eddie Piller e di Gilles Peterson.

PIANETA MELOS / Alle 21:00 concerto di Dan Nash cantante e chitarrista inglese inserito nella rassegna curata da Emiliano Degl’Innocenti “Rollin’&Tumbling”.

PIAZZA SAN GIOVANNI Alle 21:00 Jack & Delivery Man, folk e blues sono le coordinate base di questo duo che propone una versione acustica e scarnificata del sound roots americano. Sulla strada da anni J&DM sanno come consegnare al pubblico autentico blues.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter