Parco giochi di piazzale San Donato anche per disabili: parte oggi la raccolta fondi

Parco giochi di piazzale San Donato anche per disabili: parte oggi la raccolta fondi

LUCCA – Un parco inclusivo, che faccia giocare tutti: bambini normali e bambini con qualche disabilità. Questo è il progetto per il quale è partito quest’oggi (15 marzo) il crowfunding solidale della fondazione ‘Il cuore si scioglie’, realizzato in collaborazione con la sezione soci Coop di Lucca, la Federazione delle associazione storiche nazionali dei disabili per le quali Anmil sarà la capofila. L’obiettivo è quello di rendere il parco giochi di piazzale San Donato adatto a far divertire tutti i bambini che vogliono passare un po’ di tempo assieme.

 

La parola d’ordine, infatti, è inclusione e lo spiega bene l’assessore al sociale del Comune di Lucca, Lucia Del Chiaro: «Mi piace pensare in termini di inclusione – dice – e giocare insieme, indipendentemente dall’abilità o dalla disabilità, secondo me è il miglior esempio di inclusione. Per questo il progetto che presentiamo non è qualcosa mirato a chi è ‘diverso’, bensì vuole far diventare questo parco un luogo dove tutti i bambini sono uguali e possono giocare assieme. E’ un progetto che sottoponiamo alla sensibilità della città, attraverso la raccolta fondi: se riusciremo a raggiungere la quota minima, riusciremo a realizzare un parco giochi che farà fare un salto di qualità alla città in termini proprio di inclusione».

 

 

I fondi raccolti, sia attraverso il canale digitale sulla piattaforma Eppela, sia attraverso le iniziative tradizionali come cene ed eventi che verranno organizzati dalla sezione soci Coop di Lucca, serviranno infatti ad allestire lo spazio per i più piccoli. Con un’attenzione particolare: i giochi che verranno acquistati saranno adatti anche per le esigenze dei bambini con disabilità. Un progetto importante per il giardino dentro il centro storico di Lucca, sostenuto dal Comune e ideato dalla Federazione tra le associazioni nazionali delle persone con disabilità (FAND- Lucca) che racchiude associazioni storiche nazionali che sono ANMIL (Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi del Lavoro), ANMIC (Associazione Nazionale Invalidi Civili) UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) ENS (Ente Nazionale Sordi) UNMS (Unione Nazionale Mutilati per Servizio).

 

A presentare il progetto anche Giulio Caravella della Fondazione Il Cuore si Scioglie, di Max Mallegni, presidente di ANMIL Lucca in rappresentanza della FAND – LUCCA, di Rosj Mastrodomenico di Eppela e di Lamberto Giovannelli e Maria Fortini della sezione Soci Coop  Lucca.

 

«Quello che ci è piaciuto particolarmente di questo progetto – commenta Caravellaè il messaggio di apertura che questo progetto ha con sé e che rientra perfettamente nello spirito della nostra fondazione. Ritengo il Comune di Lucca coraggioso, perché ha deciso di mettersi in gioco in prima persona, cosa che non accade spesso e spero veramente che riusciremo a realizzare questo bel parco giochi».

 

Il progetto prevede anche interventi per migliorare l’accessibilità al parco. L’obiettivo è raccogliere inizialmente 10mila euro, traguardo minimo, per poi puntare al secondo obiettivo di 15mila euro. Se la raccolta popolare arriverà alla metà della cifra, la Fondazione ‘Il cuore si scioglie’ raddoppierà quanto raccolto per permettere la realizzazione del giardino. Ci sono 40 giorni di tempo da ieri. Per questo le associazioni e la sezione soci Coop sono già al lavoro per organizzare eventi di raccolta fondi.

 

«Ci è piaciuta la strada del crowfunding – afferma Max Mallegnie spero che riusciremo a mobilitare i lucchesi per raggiungere il primo step. Certo, gli interventi da fare non sono pochi, ma penso che tutta la città avrebbe un grande vantaggio nella realizzazione di questo progetto».

 

 

 

La campagna Pensati con il cuore nasce nel 2017 per dare visibilità e sostegno alle molte realtà dell’associazionismo toscano che operano quotidianamente per dare risposta a tematiche sociali importanti come quelle delle disabilità, delle nuove povertà, dell’inclusione sociale, della violenza di genere e dell’emergenza abitativa, quattro temi che saranno al centro dei progetti anche nel 2018. Nel 2017 sono stati lanciati 21 progetti: tutti hanno raggiunto l’obiettivo prefissato. Complessivamente la campagna di crowdfunding solidale nel 2017 ha raccolto oltre 230mila euro messi a sostegno della solidarietà in Toscana, grazie al contributo di oltre 6mila persone che hanno partecipato ai numerosi eventi organizzati dalle sezioni soci Coop.

 

Per sostenere i progetti e scoprire ulteriori dettagli sull’iniziativa visita il sito: www.eppela.com/progettipensaticonilcuore

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Gianluca Zanini
    19 maggio 2018, 15:24

    Buongiorno

    Sono uno Psicomotricista Funzionale, ho letto con molto interesse questo articolo.
    Mi farebbe piacere sapere se c’è la possibilità di poter collaborare e in che modo, ed eventualmente avere, con Lei/Voi, un colloquio di approfondimento.
    In attesa di poterLa\Vi incontrare personalmente, porgo i miei più cordiali saluti.

    Gianluca Zanini

    RISPONDI

.

Newsletter

Creocoworking