Nuovo ciclo di assemblee pubbliche sui rifiuti a Seravezza

Nuovo ciclo di assemblee pubbliche sui rifiuti a Seravezza

SERAVEZZA – Dopo i tre incontri di Querceta, Seravezza e Pozzi, eccone altri quattro nelle frazioni della montagna. L’assessorato all’ambiente del Comune di Seravezza prosegue nell’opera di informazione e promozione sulle buone pratiche della raccolta differenziata dei rifiuti. Il calendario delle prossime assemblee è il seguente: venerdì 9 febbraio Azzano; lunedì 12 Giustagnana; mercoledì 14 Minazzana; venerdì 16 Basati. Tutti gli incontri si tengono con inizio alle ore 21 presso le rispettive Pubbliche Assistenze. Partecipano l’assessore all’ambiente Dino Vené, la responsabile dell’ufficio ambiente del Comune di Seravezza e i tecnici Ersu delegati ai servizi sul territorio.

 

«Con l’incontro di ieri sera a Pozzi si è chiuso il primo ciclo dedicato alle problematiche della piana e del capoluogo», dichiara l’assessore Vené. «Le assemblee si sono rivelate molto utili tanto per il Comune e per Ersu, che hanno avuto modo di esporre e chiarire molti temi legati al servizio di raccolta e valorizzazione dei rifiuti, quanto per i cittadini, che hanno potuto informarsi e porre domande su aspetti anche molto pratici come le modalità di conferimento, i meccanismi di incentivo della “raccolta premiante”, i contatti con l’ufficio comunale all’ambiente e con Ersu, l’uso dell’app PortAPPorta per smartphone. Colgo l’occasione per ringraziare il direttore Ersu Walter Bresciani Gatti per la collaborazione, confermataci dall’azienda anche per il nuovo ciclo di assemblee pubbliche».

 

Se nella piana e nel capoluogo si è parlato in particolar modo di raccolta porta a porta, nelle frazioni della montagna si affronteranno soprattutto gli aspetti operativi della raccolta di prossimità, che l’Amministrazione Comunale ha intenzione di rendere più efficace.«La differenziata ha ampi margini di crescita nell’area collinare del nostro Comune, potendo contribuire a far compiere un ulteriore salto di qualità a Seravezza», dice ancora Vené. «Vogliamo cogliere questa occasione, che passa senza dubbio anche dall’ascolto delle esigenze dei cittadini e dalla revisione di alcuni meccanismi operativi adottati fino ad oggi. Voglio aggiungere, in senso più generale, che l’attività di incontro e di confronto con i cittadini non si esaurirà con gli appuntamenti di queste settimane. È nostra intenzione mantenere infatti un dialogo costante con le famiglie e con le imprese perché è da una corretta e capillare opera di informazione che potranno scaturire ulteriori importanti risultati».

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter