‘Noi per l’Italia’ presenta i suoi candidati Pifferi e Lombardi

‘Noi per l’Italia’ presenta i suoi candidati Pifferi e Lombardi

LUCCA – Presentazione ufficiale per la lista ‘Noi per l’Italia’ che a Lucca presenta Francesco Pifferi e Alessia Lombardi alla Camera e Michela Rugani al Senato.

 

La cosiddetta ‘quarta gamba’ del centrodestra afferma di apprestarsi a vivere una campagna elettorale «breve e difficile», che, però, a loro serve soprattutto per attestarsi come nuovo progetto e proposta politica. Insomma, guardano già oltre il 4 marzo a quelle che potranno essere le loro prospettive future, nazionali e locali.

 

«La mia è un’esperienza politica che parte da lontano – afferma il sindaco di Camporgiano Francesco Pifferi – e, aderendo a questo progetto, mi sento di portare avanti quei principi che si ispirano a De Gasperi, don Sturzo e Rossetti, per ‘ricostruire l’Italia’. Oltre ai diritti fondamentali che sono salute, famiglie e istruzione, noi aggiungiamo anche lavoro e legalità, senza dimenticare l’etica della politica che deve tornare ad essere centrale nell’azione di governo, mentre la laicità dello Stato, secondo noi, è l’unico vero antidoto alle derive fanatiche».

 

Pifferi e Lombardi non intendono parlare di ‘sicurezza’, bensì di ‘legalità’: «Dobbiamo fare leggi giuste – afferma Pifferi – e dobbiamo farle rispettare. L’accoglienza deve essere un qualcosa che sa integrare e non assistenzialismo fine a se stesso».

 

Alessia Lombardi, da sempre impegnata nell’Udc, ha deciso di candidarsi dopo l’esperienza nell’allora circoscrizione 4 con la giunta Favilla: «E’ stato un momento importante che mi ha fatto comprendere come sia basilare il rapporto con le persone nel fare politica».

Anche grazie al suo lavoro quotidiano, è impegnata soprattutto sui temi fiscali ed economici in genere. Ma non solo su quelli: «Ritengo che un Paese che voglia dirsi all’avanguardia deve prevedere obbligatoriamente delle leggi che permettano la cura dei disabili, ad esempio dando la possibilità di mettere in detrazione le rette delle assistenze assistite, così da rendere possibile la fruizione di queste strutture anche da parte delle persone meno abbienti».

 

Altro punto fondamentale per Lombardi, ma legato al territorio è quello delle infrastrutture: «Si deve assolutamente risolvere il problema della viabilità di Lucca e fare un progetto serio, come peraltro chiesto a gran voce anche dal mondo economico, per la realizzazione degli assi viari».

 

Le parole d’ordine di questa formazione politica appena nata sono ‘ragionevolezza’, ‘buon senso’ e ‘rispetto dei valori’ e sono questi i concetti che vogliono portare avanti nella loro azione politica.

 

«La mia esperienza politica – afferma Pifferi – è soprattutto amministrativa e nasce nel 1995, quando Franco Fanucchi mi portò in Rinnovamento Italiano. Con questo partito, nel 1999 risultai il candidato più votato alle Europee con 6mila 500 voti, dopodiché entrai in Regione. Quando Rinnovamento Italiano confluì nella Margherita, aderì anch’io a quel partito e nel 2006 partecipai alle elezioni. Da allora, però, non ho più preso tessere di partito e, anche per la guida di Camporgiano, ho sempre dato vita a liste realmente civiche. Non ho mai preso la tessera del Pd, perché la mia formazione proviene da altri punti di riferimento e rifuggo gli elementi di radicalizzazione ed estremismi che hanno caratterizzato questa fase politica del Partito democratico». Ecco spiegato perché oggi si trovi a correre per il centrodestra.

 

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter