Michele Sarti Magi ci ripensa e torna nel Movimento 5 Stelle

Michele Sarti Magi ci ripensa e torna nel Movimento 5 Stelle

LUCCA – Dopo averlo lasciato in aperta polemica con i vertici, Michele Sarti Magi – una delle giovani promesse della politica lucchese – torna nel Movimento 5 Stelle. Ecco come ne spiega le motivazioni.

 

«Il mio idolo? Alessandro Di Battista, senza nessun dubbio – afferma -. L’ho sempre considerato un eroe, un grandissimo uomo, un vero politico. Di Battista insegna che si può fare liberamente politica e attivismo anche al di fuori delle istituzioni, viaggiando, parlando, conoscendo e creando. Il suo modo di fare politica mi ha ridato la forza per riprendere il mio attivismo all’interno del Movimento 5 Stelle, unico partito che a m arzo voterò. Spegniamo già in partenza le critiche dei leoni da tastiera: io mi allontanai dal gruppo del M5S di Lucca perché ha avuto e ha tutt’ora comportamenti né piacevoli né democratici. I continui scontri, le continue liti e vicende non belle mi portarono, lo scorso anno, ad allontanarmi dal Movimento di Lucca. Naturalmente non sono mai uscito fuori dal Movimento 5 Stelle: la mia iscrizione c’è dal 2015. Chi dice che sono passato al Pd, di qui e di là, non ha capito niente, la mia linea politica è sempre stata quella del Movimento, infatti a Giugno, non potendomi candidare col Movimento, mi candidai non con un partito, ma con una lista civica».

 

Sarti Magi sottolinea: «I chiarimenti, sicuramente insufficienti per fermare i leoni da tastiera, sono meno importanti rispetto alla mia decisione. Mancano 10 giorni al voto, un voto importante, un voto che cambierà il paese. A 10 giorni dal voto tornerò a fare l’attivista nel Movimento 5 Stelle, purtroppo non vicino ai gruppi di Lucca, Viareggio e via dicendo poiché non andiamo molto d’accordo, ma da solo, come uno spirito libero quale è Alessandro Di Battista».

 

Il progetto di Sarti Magi è quello «di fare politica, attiva, al di fuori delle istituzioni, soprattutto nel mondo dei giovani, tante volte spinti a credere alle bugie del centrosinistra o ai gruppi neofascisti di destra. Di quello che ho fatto in passato non rimpiango niente, in tanti mi dissero che le cose sbagliate si cambiano restando e non andandosene, quello avevano ragione, pertanto, dopo che Laura Giorgi è stata vigliaccamente esclusa dalle parlamentarie, ho deciso di tornare. A riveder le stelle».

7 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

7 Commenti

  • bipolarepride
    25 febbraio 2018, 11:21

    "una delle giovani promesse della politica lucchese " ?????

    RISPONDI
    • L'Urlatore@bipolarepride
      26 febbraio 2018, 10:24

      Poi uno capisce come mai il 5stelle perde voti…. giovane promessa, magari sarai anche una promessa, ma prima TORNA A SCUOLA!

      RISPONDI
      • Alcor@L'Urlatore
        26 febbraio 2018, 20:04

        Che il M5S perda voti è tutto da dimostrare, sa?
        Con la questione dei rimborsi mancati – rimborsi, non soldi pubblici – e la promessa di buttare fuori a calci quelli in malafede, il M5S ha aumentato le preferenze.

        Dovreste invece TUTTI essere contenti che nel panorama politico italiano sia nato un movimento -già intorno al 30%- che promette pulizia e che la FA; e invece siete tutti lì a marcare i loro passi falsi, augurandovi di tornare al salutare "duello" destra-sinistra, Renzi-Berlusconi che tanto ha giovato ai cittadini italiani in termini di lotta alla corruzione, servizi sociali, tasse, lavoro, dignità nazionale….bravi bravi…

        Il vostro è un atteggiamento scandaloso.

        Una buona Costituzione, una qualunque legge, un qualunque decreto o una qualunque opera pubblica per buoni che siano, in mano a dei ladri diventano BOTTINO.
        Per non parlare poi di una legge elettorale -quella con cui si va a votare domenica- che nata già come orrenda, è diventata grazie a lorsignori ORO per la nostra classe politica e SPAZZATURA per i cittadini.

        Dài , applauditeli e votateli di nuovo!

        RISPONDI
        • L'Urlatore@Alcor
          27 febbraio 2018, 09:37

          Alcor forse non hai capito il mio intervento! 🙂
          Vedi, io "sarei" un estimatore del M5S ma taluni comportamenti, che comunque sono sempre migliori degli attuali padroni pd-l, mi stanno un po sulle balls!
          Cosa vuol dire "io esco, poi rientro…"? Significa confusione mentale!
          Inoltre alcune posizioni antiscientifiche non le condivido assolutamente, e purtroppo si sa bene che nel M5S ci sono molti "gombloddisti".
          Inoltre la grande C-A-G-A-T-A di introdurre il reddito di cittadinanza fa veramente RIDERE! Anche se fosse introdotto, non si sa con quali coperture, lo sapete chi se lo va a prendere? NO? Pensateci!!!!!
          Purtroppo, anche se sono più onesti, hanno idee utopiche a breve termine! Non è il reddito di cittadinanza che andrebbe introdotto, ma andrebbero rivisti i parametri tipo ISEE etc. etc. dove purtroppo alcune famiglie risultano ricche anche se fondamentalmente fanno una vita da poveri, solo perché magari in casa sono in cinquanta, sono in affitto ma magari hanno un rudere in cima alla pania….
          PURTROPPO ad oggi non esiste nessun partito che veda le cose per quello che sono! SI punta tutto sulla demagogia e il populismo e anche il 5s non fa diverso! L’unica cosa che riconosco sul 5S e che vengono presi costantemente d’assalto dalle truppe cammellate dei media nazionali.
          Il ragazzo qui sopra prima magari diventerà anche un grande statista, ma prima deve far valere la sua persona, con gli studi etc., oggi abbiamo politici che ricoprono ministeri chiave e non hanno neppure un diploma… a questo punto ci poteva anche andare mia nonna bonanima a fare il ministro, tanto la sua cultura giornaliera era la D’Urso e la Filippi….

          RISPONDI
        • Marius@Alcor
          27 febbraio 2018, 12:50

          Ma quale legge elettorale avrebbero proposto i 5S? Ogni volta che ne veniva presentata una trovavano sempre qualcosa per bocciarla.
          Questo è l’atteggiamento tenuto per 5 anni in parlamento una contraddizione continua e dovremmo adesso dare fiducia, viste anche le esperienze di governo a Roma Livorno Torino ecc, a questi personaggi improvvisati alla politica? Ma nemmeno per sogno la politica è una cosa serie che presuppone preparazione culturale e sociale cosa che da Di Maio in giù non hanno
          Meglio un bipartitismo scorretto che un populismo scorretto

          RISPONDI
  • Gigino
    25 febbraio 2018, 22:20

    Com è brutto!! …poi già l’hanno trombato alle comunali, ora vole piglià ‘nartra tranvata anco a questo colpo? Torna a scuola!

    RISPONDI
  • Rap
    26 febbraio 2018, 19:14

    Forse dato il diploma musicale giovane promessa per Sanremo…

    RISPONDI

.

Newsletter

Creocoworking