Marchi e Masini: ‘I cittadini protestano per i sensi unici di Lammari’

Marchi e Masini: ‘I cittadini protestano per i sensi unici di Lammari’

CAPANNORI – «Il maestro di vita della frazione di Lammari ha deciso; forte di diverse firme che alcuni cittadini avevano presentato all’amministrazione per inserire, solo un senso unico, nord-sud su via del Fondaccio a Lammari, il capo gruppo del PD Angelini ha fatto il blitz e assieme all’assessore ai lavori pubblici Bandoni, hanno sollevato malumore tra i residenti della zona, modificando la viabilità con segnaletica verticale su alcune strade di Lammari.

L’imposizione è sempre deleteria per la cittadinanza e per chi la deve subire.
Nessuno aveva chiesto di realizzare un senso unico in via delle Suore, neppure la petizione presentata. – Non era allora opportuno, dal momento che l’amministrazione si fregia di saper ascoltare e discutere con la popolazione, invece di imporre, organizzare un’assemblea ascoltando anche il parere dei residenti e di chi da anni vive e percorre le strade della frazione.

Purtroppo e oramai, è una cosa risaputa, l’amministrazione si vanta di mettere in sicurezza le strade restringendole. Ma se via del Fondaccio è a senso unico solo per il volere di alcuni residenti, che fine hanno fatto le promesse effettuate da alcuni membri dell’amministrazione ai cittadini.

Eppure era stata data garanzia che sarebbe stata realizzata un’area protetta per pedoni e ciclisti nella zona dei laghetti. Questa è una zona, che a nostro avviso, sarebbe opportuno mantenere le promesse. La realizzazione di una ciclabile avrebbe un collegamento con il parco Micheloni i laghetti , il campo sportivo, con la vicina scuola e via Lombarda, questo avrebbe permesso ai ragazzi di andare o venire dal parco giochi in perfetta tranquillità e sicurezza.

Per quanto riguarda via delle Suore il senso unico è solo un medicinale palliativo che alcuni hanno deciso di somministrare a una strada in coma, ma la vera cura per la sicurezza sarebbe la chiusura della fossa con il conseguente allargamento, la giusta illuminazione e dotando la strada di gurdrail nei tratti più pericolosi.

Se invece il governo del comune non ha interessi a dare cure salvavita, allora l’amministrazione può anche ripristinare l’antica viabilità, almeno le famiglie che abitano lungo la strada non saranno costrette per recarsi verso la scuola o la chiesa a fare percorsi sensibilmente più lunghi».

Anthony Masini (Forza Italia) e Giovanni Marchi (Energie per l’Italia)

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter