Lucchese, il sindaco incontra gruppo di imprenditori locali

Lucchese, il sindaco incontra gruppo di imprenditori locali

LUCCA – Lucchese, eppur si muove. I ripetuti appelli all’imprenditoria lucchese per dare una mano alla squadra della città potrebbero finalmente portare a qualche spiraglio, anche grazie alla mediazione del sindaco Tambellini. Per ora bocche cucite sui nomi, ma almeno una disponibilità pare esserci.

 

Come aveva annunciato subito dopo il colloquio con l’imprenditore umbro Giorgio La Cava lo scorso 2 ottobre, il primo cittadino, assieme agli assessori Stefano Ragghianti, Celestino Marchini e al vicesindaco Giovanni Lemucchi, ha proseguito la serie di incontri a palazzo Orsetti con alcuni imprenditori locali che si sono detti interessati ad affiancare un progetto di rilancio complessivo della squadra rosso nera.

 

“Ho trovato interesse e disponibilità – sostiene Tambellini – da parte di questo gruppo di imprenditori lucchesi che è pronto a valutare un progetto di ampio respiro, che parta dalla partecipazione dei giovani coinvolgendo le altre società sportive del territorio e che possa portare la Lucchese Libertas ad una progressiva affermazione nel corso dei prossimi anni. Ora è necessario capire in che termini concreti sia possibile far convergere su un progetto di questo tipo i potenziali soggetti interessati e l’attuale proprietà”.

6 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

6 Commenti

  • Sport non per forza
    20 ottobre 2017, 02:41

    Che il sindaco facesse quello che e pagato per fare, sempre se gli va. Ma intromettersi per voti, nella storia logorara di questa squadra, no. Non voto un sindaco che pensa a gestire squadra calcio. Ma sono in Italia si deve vedere certe cose. Se la lucchese e in grado di restare a galla bene, altrimenti ciccia. La squadra e società se c’e Fa piacere, ma non è pane, ansi ci costa indirettamente tanto, e se non è in grado di gestirsi. Di certo non tocca a chi è pagato per fare il sindaco, e tanto meno i contribuenti lucchesi. Purtroppo la lucchese ha dimostrato solo innafidabilita in tutti questi anni. Perciò sponsor… o ..

    RISPONDI
  • AMMONIO
    20 ottobre 2017, 00:55

    BANDO ALLE CIANCIE, magari Alitalia fallisse! Il problema è che invece di farla fallire ci hanno tirato e continuano a tirarci badilate di soldi. Per il resto, se la Lucchese non ci fosse più (o non ci fosse stata), non ci sarebbe nessuna convenzione vantaggiosa con chicchessia e campi e stadio resterebbero vuoti. I fornitori restano non pagati quando fallisce qualsiasi società, non solo la Lucchese. I genitori sono liberi di mandare i pargoli in altre virtuose società. Nessuno li obbliga a sfamar la Pantera. Attendo l’elenco delle società di B, C e D virtuose…. Ci sono società di B in cui un imprenditore o un gruppo di imprenditori mettono i soldi che mancano per chiudere i bilanci in pari. In C e D di virtù ne vedo pochina.

    RISPONDI
  • AMMONIO
    19 ottobre 2017, 01:07

    MATILDE, nell’Alitalia i soldi li dobbiamo, volenti o nolenti, METTER NOI. Nella Lucchese li mettono (o meglio NON li mettono) i privati. Inoltre, mentre tra le compagnie aeree ce ne son di quelle che vanno bene, tra le società di calcio di serie B, C e D, quasi tutte vanno come la Lucchese. Quindi la morale sarebbe che il carrozzone del calcio professionistico dovrebbe darsi regole nuove e diverse che permettano la vita delle società professionistiche minori.

    RISPONDI
    • Bando alle ciance@AMMONIO
      19 ottobre 2017, 15:16

      Veramente non fallisce solo Alitalia (da SwissAir ad AirBerlin la lista è abbastanza lunga) mentre è altrettanto vero che esistono società di B, C e D virtuose.
      D’altro canto non è affatto vero che sfamare la pantera non costi nulla ai cittadini, dai fornitori coinvolti nei fallimenti dell’ultimo decennio ai genitori tartassati per pagare le trasferte passando per le convenzioni ultravantaggiose stipulate con le amministrazioni comunali.

      RISPONDI
  • MATILDE
    18 ottobre 2017, 07:35

    La Lucchese e’ come l’Alitalia che ogni tanto va in fallimento e gli tocca cercare chi ci mette i soldi

    RISPONDI
    • Matilde 2@MATILDE
      18 ottobre 2017, 14:38

      Ogni tanto qualche personaggio da aria al cervello….. E lascia passare senza drenare…. L’unico sport praticato a Lucca è il raccattaeuri è la critica senza freni…… Nuoto fallito basket fallito atletica(menomale fondazione docet) minoritario, calcio non ne parliamo. Viva lo sport !!!! Meglio gli sport etnici….

      RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter