Lucca terzo capoluogo collegato all’Anagrafe nazionale della popolazione residente

Lucca terzo capoluogo collegato all’Anagrafe nazionale della popolazione residente

LUCCA –  Entra in fase operativa nella prossima settimana (martedì 19 e giovedì 21 dicembre) il passaggio del Comune di Lucca all’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente  (ANPR). Il nuovo sistema progettato dall’Agenda Digitale Italiana, sperimentato nel 2016 su 27 comuni, costituisce il tassello principale della complessa revisione e integrazione dei sistemi informativi della pubblica amministrazione. A oggi solo 33 comuni italiani sono già collegati, Lucca in particolare è il (dopo Cesena e Modena) ad aderire al sistema che a regime consentirà ai cittadini di richiedere certificati e carta d’identità indifferentemente in qualsiasi anagrafe italiana. I trasferimenti di residenza saranno più semplici e veloci, immediate le comunicazioni fra enti, saranno inoltre più efficienti i rapporti con tutti i soggetti che erogano servizi pubblici.

 

«Sono particolarmente felice che il Comune di Lucca sia fra i primi italiani a realizzare questa vera rivoluzione – ha dichiarato l’assessore all’Innovazione e ai Servizi al cittadino Gabriele Bove – oltre a semplificare, fornire nuovi servizi di anagrafe delocalizzati e veloci ai cittadini, dobbiamo ricordare che questo fondamentale passaggio sarà indispensabile per arrivare presto ad altri importanti servizi come il Domicilio digitale, l’Anagrafe nazionale degli assistiti (ANA), il Fascicolo sanitario elettronico (FSE) e il Censimento permanente. Grazie tutti gli enti coinvolti in questa operazione. Ringrazio in particolare i nostri uffici e la Prefettura di Lucca che hanno consentito di raggiungere l’obiettivo con tempi inferiori alle previsioni».

 

In occasione della migrazione sul nuovo sistema nazionale i servizi degli uffici comunali interessati subiranno alcune limitazioni e in particolare: martedì 19 dicembre  pomeriggio – L’Ufficio Protocollo resterà chiuso al pubblico (ore 15.00 -17.00). -Servizi demografici (sia nella Sede centrale di via San Paolino che nello  sportello distaccato di Ponte a Moriano) a partire dalle ore 13,45 per tutta il resto della giornata lavorativa saranno sospese tutte le attività al pubblico che necessitano il collegamento alla banca dati informatica ossia: certificazioni e variazioni anagrafiche, carta d’identità, dichiarazioni di nascita, certificati elettorali e duplicati di tessere elettorali.Saranno invece disponibili all’Anagrafe centrale di via San Paolino: autentiche varie (di copie, fotografie, dichiarazioni sostitutive di notorietà e passaggi di proprietà auto), ritiro delle carte d’identità elettroniche richieste almeno sei giorni lavorativi prima, il ricevimento delle richieste di attestazione di soggiorno per i cittadini comunitari e delle dichiarazioni di rinnovo della dimora  abituale per i cittadini extracomunitari; allo Sportello distaccato di Ponte a Moriano saranno disponibili le autentiche varie (di copie, fotografie, dichiarazioni sostitutive di notorietà e passaggi di proprietà auto). Ufficio di Stato Civile – saranno disponibili le certificazioni redatte mediante consultazione manuale di registri cartacei, ricevimento denunce di morte, autorizzazioni di polizia mortuaria ( permessi di seppellimento, cremazioni ecc.) oltre che, secondo l’agenda delle prenotazioni, le pubblicazioni di matrimonio, i giuramenti di cittadinanza, le separazioni e i divorzi. Saranno inoltre disponibili tutte le informazioni generali che non richiedono la consultazione della banca dati informatica. Sarà invece sospesa l’attività dell’anagrafe on-line per gli utenti abilitati.

Giovedì 21 dicembre – per l’intera giornata lavorativa (8.45 – 17.15) sono sospese unicamente le attività anagrafiche che necessitano di collegamento con la banca dati informatica (certificazioni, variazioni, carte d’identità). Saranno disponibili autentiche varie (di copie, fotografie, dichiarazioni sostitutive di notorietà e passaggi di proprietà auto), ritiro delle carte d’identità elettroniche richieste almeno sei giorni lavorativi prima, il ricevimento delle richieste di attestazione di soggiorno per i cittadini comunitari e delle dichiarazioni di rinnovo della dimora  abituale per i cittadini extracomunitari.

 

Il progetto ANPR è stato realizzato dal Ministero dell’Interno con la collaborazione dell’ANCI, Agenzia delle Entrate, Conferenza delle Regioni, Agenzia per l’Italia Digitale, Unità di Missione, Garante della Privacy, ISTAT.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online