Lucca Comics & Games chiude a quota 243mila 322 visitatori paganti e la pioggia non rovina la festa ai circa 43mila dell’ultimo giorno

Lucca Comics & Games chiude a quota 243mila 322 visitatori paganti e la pioggia non rovina la festa ai circa 43mila dell’ultimo giorno

LUCCA – La pioggia ha rovinato solo parzialmente la festa di Lucca Comics & Games che chiude l’ultima giornata di festival con 42mila 716 biglietti staccati.
La giornata di oggi porta l’edizione numero 51 della kermesse lucchese a quota 243mila 322 visitatori con il biglietto, ai quali si devono aggiungere tutte quelle persone che usufruiscono solo dei padiglioni gratuito o semplicemente passeggiano per la città, assaporando così l’atmosfera della manifestazione. Se i numeri non sono quelli del record assoluto, sono comunque notevoli e attestano Lucca Comics & Games come l’appuntamento più importante del settore non solo in Italia.

 

LA SODDISFAZIONE DI CAREDIO – Soddisfatto è il presidente di Lucca Crea, Francesco Caredio, «Questa 51esima edizione di Lucca Comics & Games si attesta come una delle migliori di sempre – dice -, per successo di pubblico e per numero e qualità di eventi, che sono stati quasi mille in 5 giorni. Lucca si è trasformata ancor una volta in quel luogo vivace e fantasioso che appare solo durante il festival: colori, suoni, divertimento, cultura, socializzazione, grazie anche al magnifico lavoro svolto dalle forze dell’ordine, dalla protezione civile, dai vigili del fuoco e da quanti hanno vegliato sullo svolgimento della manifestazione. In particolare un ringraziamento alla Prefettura e al tavolo di coordinamento, che hanno saputo collaborare appieno con la manifestazione a tutti i livelli».
Per Caredio, l’impegno di tutti era concentrato nel«realizzare ancora una volta un festival di alto livello culturale, capace di regalare grandi momenti di divertimento e di portare il nome di Lucca ancora una volta alla ribalta internazionale. Abbiamo centrato appieno il traguardo e il mio grazie va a tutti coloro che hanno contribuito in ogni momento a realizzare questa magnifica edizione».

 

SMONTAGGIO PADIGLIONI – Parte immediatamente lo smontaggio dei padiglioni e in brevissimo tempo, le piazze di Lucca torneranno ad essere sgombre: «Come sempre – assicura Caredio – parte da subito lo smontaggio dei padiglioni: ai residenti e a quanti lavorano nel centro storico, chiediamo ancora qualche giorno di pazienza».

 

LE IMPRONTE DI WHELAN, KIRKMAN E MUNOZ – Lucca anche quest’anno ha scelto una decina di grandi artisti e ha reso eterne le loro mani, prendendone i calchi in mattonelle di cemento, in vista di realizzare poi una vera strade dedicata alle star del festival. Così ogni anno alcuni artisti del fumetto, dell’illustrazione, del gioco e della letteratura vengono invitati a imprimere le proprie impronte su apposite lastre in cemento. Da un’idea di Chiara & Paolo Sebastiani (Sebastiani & Sebastiani S.a.s.), Lucca in quanto capitale del fumetto, del gioco e dell’intrattenimento intelligente, in vista di fregiarsi di una vera e propria “Walk of Fame” dedicata al settore.
Fra gli artisti di quest’anno si contano personalità come: Michael Whelan, illustratore e autore del poster di questa’anno, José Muñoz premiato con lo “Yellow Kid” come maestro del fumetto, Robert Kirkman, autore e creatore della saga di “the Walking Dead”, oltre a Jordie Bernet,John Howe e Francesco Vairano.
Queste impronte andranno ad aggiungersi alle altre già conservate come quelle di Frank Miller disegnatore di Sin City e Dark Knight,“Nano” Castelli, disegnatore di cartelloni cinematografici di tutti i tempi, Cristina D’Avena, come gli scrittori fantasy Licia Troisi e Terry Brooks, Ciruelo, Gipi, Leo Ortolani, Silver solo per citarne alcuni.

 

QUASI 33MILA EURO IN BENEFICENZA DALL’AREA PERFORMANCE – Ogni anno l’Area Performance Onlus a Lucca Comics & Games organizza con i più grandi artisti fantasy ospitati nel padiglione Carducci, un’asta di beneficenza degli originali realizzati per l’occasione.
L’assegno simbolico di 32mila 840 euro realizzati con l’asta dello scorso anno è stato consegnato dal presidente di Lucca Crea, Francesco Caredio, dal vicesindaco Giovanni Lemucchi, nel corso dell’asta indetta quest’anno. Lemucchi ha infatti sostituito il sindaco Tambellini. Destinatari della somma, designati dalla stessa Onlus Area Performance sono Il reparto di pediatria di Lucca, la Comunità di Sant’Egidio ed Emergency.

 

IL BILANCIO DELL’ASSESSORE RASPINI – Si affida al suo profilo Facebook, l’assessore Francesco Raspini, soddisfatto che anche in questa occasione Lucca abbia dimostrato di essere in grado di far fronte ai grandi eventi. «Di supereroi per le strade di Lucca ne avete visti tanti in questi giorni. Supereroi speciali sono anche queste persone che hanno presidiato il Centro Operativo Comunale e coordinato le operazioni – scrive Raspini -. È grazie a tutti loro e a tutti coloro che sono stati sul campo che tutto quello che avete visto è stato possibile. Ormai sembra quasi diventata un’abitudine riuscire a organizzare l’arrivo, la sosta, la visita e la ripartenza di mezzo milione di persone nell’arco di soli 5 giorni. Ma il successo non è casuale. C’è tanto, tantissimo lavoro oscuro e una grande capacità di fare squadra dietro tutto quel che avete visto. C’è il lavoro silenzioso ed efficiente della logistica di Lucca Crea e dei suoi ragazzi.
C’è l’impegno dei dipendenti comunali che in tutti questi giorni si sono dannati l’anima senza guardare l’orologio pronti a risolvere ogni piccola criticità. C’è la professionalità degli 80 agenti di Polizia Municipale che hanno lavorato senza sosta ogni giorno a tutti gli incroci senza badare alla pioggia battente o al gas di scarico delle macchine nei momenti di traffico più intenso. C’è la dedizione degli oltre 500 volontari che hanno incessantemente dato informazioni e assistenza alle centinaia di migliaia di persone che hanno invaso Lucca. Senza chiedere nulla, ma solo per la voglia di dare una mano. C’è il duro lavoro di Metro che ha fatto in modo di rendere ancora migliore l’accoglienza degli automobilisti. C’è l’esperienza di Trenitalia che sulla gestione delle ferrovie da tempo non sbaglia un colpo. C’è la fatica degli operatori di Sistema Ambiente che hanno lavorato mentre tutti dormivano per far sì che la città fosse pulita per l’indomani. C’è l’attenzione delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco per ogni dettaglio relativo alla sicurezza in momento storico che più difficile non si può. Da circa un’ora è tutto concluso. Ci si saluta e ci si dà appuntamento all’anno prossimo. Per me questo è il momento più bello, quello in cui realizzi che gli sforzi di mesi e l’esperienza di anni portano i risultati, centrano gli obiettivi. È il momento in cui, senza rilassarsi troppo, puoi goderti il senso di appartenenza ad una città che ha accettato la sfida e vuole vincerla sempre».

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online