L’allarme della Uil: ‘Al Campo di Marte la sicurezza è un optional’

L’allarme della Uil: ‘Al Campo di Marte la sicurezza è un optional’

LUCCA – «Aggressioni verbali, minacce, ogni giorno l’incolumità dei dipendenti di Campo di Marte è a rischio. La sicurezza non può essere un optional in una struttura sanitaria. La dirigenza dell’Usl Toscana Nord Ovest deve intervenire il più presto possibile prima che la situazione degeneri ulteriormente con conseguenze che, non esageriamo, davvero possono essere imprevedibili». A lanciare l’allarme sono il segretario provinciale della Uil Fpl, Pietro Casciani, e Giancarlo Pucci della segreteria azienda Rsu Uil Fpl.

 

I problemi di sicurezza a Campo di Marte si protraggono ormai da più di un anno ed erano stati segnalati dal sindacato già a settembre del 2016: «A oggi però nulla è cambiato – proseguono Casciani e Pucci – e ci spiace constatare che nessuno ha risposto alle nostre richieste. La preoccupazione all’interno dell’ex ospedale è ancora più forte».

 

Gli episodi si susseguono settimana dopo settimana e si intensificano. «Diversi operatori sono stati oggetto di aggressioni verbali molto pesanti. E’ di alcuni giorni fa il caso di una dipendente che alle 17, quando ora mai era calato il buio, è stata seguita da una persona in bicicletta con passamontagna e, solo grazie alle urla della stessa il male intenzionato ha desistito da uno scippo. Sabato 24 febbraio due dottoresse della guardia medica sono state oggetto di aggressione nel loro ambulatorio, costrette a rinchiudersi e chiamare le forze dell’ordine. Tutto questo è dovuto anche al fatto che la portineria della Cittadella della Salute non è presidiata da nessun operatore né nel fine settimana né durante tutti i pomeriggi. Un presidio costante potrebbe rivelarsi invece un ottimo deterrente per limitare questi episodi. Ci risulterebbe inoltre che al piano terra del padiglione C dorme una persona che spesso apostrofa in malo modo gli operatori che al mattino entrando in servizio si trovano di fronte una situazione incresciosa. Oltre a ciò, ogni varco di accesso è presidiato da persone che chiedono elemosina con fare insistente creando disagio a utenti e dipendenti».

 

La Uil Fpl di Lucca individua nella mancanza di qualsiasi controllo della struttura il primo elemento su cui porre l’attenzione e rispetto al quale la direzione dell’azienda sanitaria deve cercare di dare risposte in tempi rapidi: «Prima che succeda qualche cosa di irreparabile, si chiede di istituire una vigilanza permanente all’interno dell’ex presidio Ospedaliero Campo di Marte negli orari di afflusso sia dell’utenza sia degli operatori, presumibilmente dalle 7 alle 19 – concludono Casciani e Pucci -. Crediamo che garantire la minima sicurezza all’interno del Presidio sia un preciso dovere aziendale sia nei confronti dei propri dipendenti che dei cittadini».

2 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

2 Commenti

  • Marius
    7 marzo 2018, 18:00

    Ora a questo bel sindacato danno fastidio anche chi chiede con "insistenza" l’elemosina? Complimenti perché la solidarietà non dovrebbe avere limiti sopratutto da parte di un sindacato. Altra cosa è il campo di Marte, ma perché prima del trasferimento li c’era un presidio della sicurezza? Non mi risulta assolutamente e infine la signora "inseguita" da uno con il passamontagna poteva avvenire in qualunque parte della città. Mi sembra che queste persone del sindacato siamo salite sul carro del vincitore leghista! Complimenti

    RISPONDI
  • drhouse
    8 marzo 2018, 09:41

    da mesi la cucina e’ in riparazione e ai malati la MATTINA danno caffelatte dentro "bicchiere di plastica" che vergogna ..non potendo lavare le tazze usuali !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! continue riparazioni CESSI INTASATI..docce che non fanno defluire acqua e allagano bagno………………e’ un ospedale strutturalmente nato GUASTO

    RISPONDI

.

Newsletter

Creocoworking