Il Consorzio replica ad Angelini: “Questione inesistente, il Direttore c’è e l’Ente è ben gestito”

Il Consorzio replica ad Angelini: “Questione inesistente, il Direttore c’è e l’Ente è ben gestito”

LUCCA – “Ogni due o tre mesi, il consigliere Fortunato Angelini solleva la questione, inesistente, del direttore generale del Consorzio. Per chiarezza nei confronti dei cittadini e dei consorziati, e a tutela dell’immagine dell’Ente, vogliamo ribadire ancora una volta che al Consorzio il direttore c’è  e i risultati raggiunti dimostrano che sta svolgendo molto bene il suo lavoro. L’ultimo esempio in ordine di tempo: l’emissione dei ruoli di contribuenza, dopo l’approvazione del nuovo piano di classifica, nella Piana lucchese e in Versilia; con consistenti diminuzioni per i contribuenti, ed in particolare per gli agricoltori e le categorie economiche”.

Così il Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord, con una sua nota, replica ufficialmente al consigliere di minoranza Fortunato Angelini, di cui abbiamo pubblicato il comunicato stampa.

“L’insistenza di Angelini nel sollevare questioni infondate è palesemente e unicamente finalizzata a gettare ombre su inesistenti vuoti nella gestione dell’Ente consortile – Ancora una volta occorre sottolineare che la strumentalità delle dichiarazioni del consigliere di minoranza appare ben lontana dai problemi veri dei consorziati. Le scelte assunte dall’Amministrazione per il direttore generale dimostrano piuttosto la buona gestione dell’Ente: la decisione di avvalersi fino ad oggi di figure interne, oltre ad essersi rivelata efficace dal punto di vista gestionale, ha fin qui prodotto risparmi per centinaia di migliaia di euro”.

“Anche la scelta del nuovo direttore generale, che sarà effettuata prima dell’entrata in pensione dell’attuale figura, maturerà all’interno di un percorso trasparente, gestito grazie all’avvalimento di un’agenzia specializzata nella selezione di manager: con l’unica finalità di dotare l’Ente della migliore competenza e professionalità possibile – prosegue la nota del Consorzio – L’agenzia fornirà quindi una rosa di candidati valutati idonei all’incarico: all’interno della quale, così come previsto dalla Legge regionale 79 del 2012, il presidente, sentita l’Assemblea Consortile, sceglierà la figura ritenuta più idonea per la gestione dell’Ente ..

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter