Idea Pieroni porta a Lucca la medaglia di bronzo agli Europei

Idea Pieroni porta a Lucca la medaglia di bronzo agli Europei

LUCCA – Da Lucca a Nantes, il passo è cortissimo. O almeno lo è stato per la nostra giovane atleta Idea Pieroni che, non soddisfatta del trionfo ai Campionati Italiani di Categoria Allieve Indoor di Ancona, porta a Lucca un bronzo pesantissimo nel salto in alto dalla triangolare under 20 Italia-Francia-Germania di Nantes, competendo con il fior fiore dell’atletica leggera europea da pari a pari. Una gara non semplice per Idea che, dopo il risultato per certi versi inaspettato di Ancona, si è ritrovata a sorpresa convocata in una competizione che avrebbe fatto tremare i polsi ad atleti molto più navigati. Poco tempo per raggiungere un livello ottimale di preparazione fisica e tecnica, ancora meno per entrare nello stato mentale necessario per affrontare per la prima volta una competizione a livello internazionale con alcuni dei migliori atleti europei, molti dei quali anagraficamente più grandi di lei di 3 o 4 anni. Una pressione fisica e psicologica pesantissima per la 15enne originaria di Barga che tuttavia, con l’aiuto dei suoi tecnici Luigi Cosimini e Vinicio Bertoli, ha saputo sfruttare nel migliore dei modi i pochissimi giorni di preavviso, mettendosi nelle condizioni di fare una ottima gara e conquistandosi il terzo gradino sul podio con un risultato finale di 1,74 metri, piazzandosi dietro le tedesche Bianca Stichling (1,82m) e Lavinja Jurgens (1,80). A vuoto purtroppo i tentativi finali della giovane saltatrice di superare di due centimetri il proprio record personale di 1,76 metri che, pur non incidendo sul piazzamento finale, sarebbero stati per Idea un modo di sfondare una barriera mentale ed esorcizzare una certa soggezione instillata dal livello della competizione, ma il risultato finale è decisamente al di sopra delle aspettative, tanto da poter affermare con orgoglio che in Europa c’è un po’ di Virtus. Un giro di boa importante per Idea che, forte di questa affermazione al suo debutto in un contesto così nuovo e diverso per lei, può adesso guardare a risultati ancora più prestigiosi per il futuro. Non fa un segreto infatti la giovane saltatrice dei suoi sogni nel cassetto, messi nero su bianco in una recente intervista: a livello tecnico, l’obbiettivo è di saltare oltre la sua altezza (1,81 metri) entro il 2018, mentre sul piano agonistico il sogno e di poter prima possibile partecipare alle olimpiadi con la squadra azzurra. Un sogno che, a 15 anni, quasi tutti hanno avuto, ma che per Idea è molto più concreto che per la maggior parte dei suoi coetanei.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter