Grande successo per la raccolta firme a Spianate: dopo 15 anni tornano i medici di base

Grande successo per la raccolta firme a Spianate: dopo 15 anni tornano i medici di base

ALTOPASCIO – Battaglia vinta: dopo 15 anni tornano i medici di base a Spianate. Lo avevano chiesto a gran voce i residenti della frazione, attraverso una raccolta firme (circa 600, depositate in Comune nel 2016) che metteva in evidenza un fatto semplice: “siamo la zona più popolosa e non abbiamo neanche un medico sul territorio”. E l’amministrazione D’Ambrosio ha risposto mettendo insieme cittadini, Erp, proprietaria dell’immobile dove sorgerà l’ambulatorio, e Asl, per arrivare all’annuncio tanto atteso: lunedì 25 partiranno i lavori di ristrutturazione, sistemazione e adeguamento della struttura che, dal prossimo autunno, accoglierà i medici di base.

 

Spianate, infatti, con i suoi 4mila abitanti, è la frazione con il maggior numero di residenti ed è anche quella con la popolazione più anziana, quindi più esposta al bisogno di cure e di assistenza. «L’intervento – spiega il sindaco, Sara D’Ambrosio – fa parte di quella politica che ci accompagna fin dall’inizio, ovvero essere presenti in tutte le frazioni, rispondere ai bisogni e alle necessità dei cittadini, sviluppare il senso di comunità, ricercare in ogni intervento la possibilità di far crescere il nostro paese e offrire nuovi servizi alla popolazione. E in questo senso i risultati ottenuti anche dall’assessore al sociale Sorini sono tanti, significativi e sotto gli occhi di tutti. Vogliamo continuare a lavorare in questa direzione, abbiamo molti progetti da realizzare e il tentativo di metterci puntualmente i bastoni tra le ruote da parte di un’opposizione che interviene solo a colpi di esposti, spostando quindi l’azione politica nelle aule di tribunale, non danneggia tanto noi, quanto l’intera comunità. Ma noi andiamo avanti, convinti e decisi verso la rinascita di Altopascio».

 

Anni fa i medici di base a Spianate visitavano in via Mazzei, località Gennarino, poi l’immobile è stato chiuso e questo importante servizio è venuto a mancare. La nuova struttura si trova invece in via Bruno Nardi, in una zona strategica, accanto all’ufficio postale e a pochi passi dalla sede dei Fratres: questa mattina alcuni cittadini, accompagnati dal sindaco, dall’assessore al sociale, Ilaria Sorini, e dal consigliere comunale con delega alla frazione di Spianate, Francesco Marzano, sono andati a fare un sopralluogo con l’intento di rivolgere un nuovo appello, stavolta direttamente ai medici di famiglia. «L’ambulatorio presto sarà pronto – dicono Giuseppe Latessa e Luciano Savoni, presidente e vicepresidente dei Fratres di Spianate, circondati da un gruppo di residenti – ora sta a voi medici fare in modo che questo spazio possa essere vissuto e frequentato. Questo servizio lo chiedevamo da tempo, perché tutti noi siamo costretti ad andare negli ambulatori limitrofi, situazione che crea notevoli disagi, soprattutto per gli anziani e per tutte quelle persone che hanno difficoltà a spostarsi in modo autonomo. La raccolta firme ha ottenuto un primo risultato, adesso il passo successivo sarà recarsi direttamente dai nostri dottori, e lo faremo noi tutti, affinché si organizzino per prevedere dei turni anche a Spianate».

 

I nuovi studi sono adeguati a tutte le necessità: hanno un’ampia sala di attesa, sono serviti dal parcheggio, saranno freschi d’estate e caldi d’inverno, e si prestano bene alla turnazione di più dottori, così da mantenere un presidio continuativo nella frazione. «Abbiamo già fatto un primo incontro con i medici di famiglia – conclude l’assessore Sorini – ne faremo altri nei prossimi mesi. Inoltre abbiamo intenzione di prevedere una serie di agevolazioni per incentivare la presenza dei dottori: da parte nostra c’è la massima volontà di far funzionare il servizio».

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking