Giovani, genitori e migranti: i fruitori dello sportello di Santa Margherita

Giovani, genitori e migranti: i fruitori dello sportello di Santa Margherita

LUCCA – Giovani in cerca di un confronto, per raccontare la propria esperienza e per trovare un supporto in un percorso che, ancora oggi, spesso resta difficile e complicato. Ma anche genitori desiderosi di informazioni, con l’obiettivo di capire come aiutare i propri figli nel loro cammino. E pure migranti, ospitati nelle strutture di accoglienza del territorio e fuggiti dal proprio Paese di origine perché omosessuali, che domandano una reale dimensione di orientamento ed integrazione.

 

Sono questi i principali fruitori dello sportello “AscoltaTi”: il punto di ascolto e orientamento a sostegno delle persone gay, lesbiche, transgender e bisessuali, e dei loro familiari, amici, insegnanti, che dal maggio scorso è attivo a Capannori, all’interno del Centro giovani di Santa Margherita. La struttura, fortemente voluta dal Comune di Capannori, è gestita dall’associazione di promozione sociale “LuccAut”. E a nove mesi dall’avvio della sua attività, LuccAut organizza adesso una giornata di “open day”. L’appuntamento è per domenica prossima, 25 febbraio, a partire dalle ore 15,00: le porte dello sportello resteranno aperte a tutte e a tutti, per far conoscere meglio i servizi offerti.

 

<<Il nostro sportello offre alle persone Lgbt+ uno spazio di accoglienza e ascolto libero da pregiudizi, tutelato da segretezza professionale in cui, con l’aiuto di esperti, è possibile affrontare tematiche come l’accettazione del proprio orientamento sessuale, le difficoltà legate alla definizione della propria identità di genere, comportamenti sessuali consapevoli, l’omofobia interiorizzata, il coming out negli ambienti significativi di vita, la sessualità e le relazioni familiari – spiega la presidente dell’associazione LuccAut, Romina IncorvaiaAl suo interno, un counselor professionale, a titolo assolutamente gratuito, svolge una attività di ascolto, accoglienza ed orientamento. Alla fine del percorso di ascolto individuale, l’associazione offre anche la possibilità di incontri di gruppo di ascolto e di incontri culturali mensili (gruppi tematici, workshop, proiezioni di film)>>.

 

<<Quello dello sportello è un progetto importante per aiutare tutte le persone, e in particolare i più giovani, che vanno in crisi per il proprio orientamento sessuale o identità di genere – dice l’assessore alle politiche sociali e giovanili del Comune di Capannori, Lia MiccichèCome amministrazione siamo orgogliosi di aver dato uno spazio a LuccAut per fare questa attività, perché riteniamo che la felicità sia un diritto di tutti e che le disuguaglianze dettate da pregiudizi e paure non possano avere la meglio. L’omofobia e la transfobia, ancora oggi, esistono. Riteniamo fondamentale promuovere il valore dell’uguaglianza in ogni su forma, perché soltanto così possiamo provare a realizzare un mondo in cui tutti possano vivere bene>>.

 

Durante la giornata di domenica, verrà organizzato un workshop sul tema del coming out, dove tutte e tutti potranno interagire, confrontarsi e condividere esperienze. Per informazioni, si può inviare una mail a ascoltati.luccaut@nullgmail.com.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking