‘Genitori 2.0 – Come sopravvivere nel Terzo Millennio da genitori sufficientemente buoni’: incontri dell’Asl

‘Genitori 2.0 – Come sopravvivere nel Terzo Millennio da genitori sufficientemente buoni’: incontri dell’Asl

LUCCA – Continuano in lucchesia gli incontri dal titolo “Genitori 2.0 – Come sopravvivere nel terzo millennio da genitori sufficientemente buoni” rivolti ai genitori dei bambini che frequentano i nidi d’infanzia del Comune di Lucca ed organizzati dalla dirigente psicologa responsabile del Consultorio della Piana di Lucca, dottoressa Patrizia Fistesmaire, e dai suoi collaboratori.

 

Gli ultimi tre appuntamenti previsti per questo anno educativo sono in programma tra la fine del mese di aprile e l’inizio di maggio 2018.

 

In particolare: lunedì 23 aprile si svolgerà un incontro nella sede del nido Acquario di S.Concordio; lunedì 30 aprile avrà luogo un analogo evento al nido Arcobaleno di Lucca; infine lunedì 7 maggio l’appuntamento sarà al nido Gulliver di Ponte a Moriano. Tutti gli incontri inizieranno alle ore 18.

 

Si tratta di un’occasione di scambio e coinvolgimento delle famiglie su tematiche a loro care, relative al benessere dei loro bambini.

 

Dopo la sua riorganizzazione, il Consultorio della Piana di Lucca dell’Azienda USL Toscana nord ovest si è infatti aperto alla comunità e, in collaborazione con la Zona Distretto di Lucca, ha promosso varie iniziate sui territori, per incontrare i bisogni dei genitori in modo proattivo e preventivo, esplorando tematiche psicoeducative e facilitando quella riflessione e vicinanza con il servizio sanitario che può rappresentare sicuramente un fattore protettivo del disagio genitoriale.

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Tex
    21 aprile 2018, 21:16

    "sufficientemente" ? Ormai i genitori di oggi hanno un tale ego che appena sentono dire qualcosa di appena critico sui LORO figli, partono li schiaffi, i pugni e le ingiurie. Genitori psicopatici.

    RISPONDI

.

Newsletter

Creocoworking