Francesco Zavattari ferma sulla tela “l’attimo prima dell’applauso per Pavarotti”

Francesco Zavattari ferma sulla tela “l’attimo prima dell’applauso per Pavarotti”

LUCCA – E’ arrivata nella casa museo di Luciano Pavarotti la maestria di Francesco Zavattari: l’artista lucchese ha infatti reso omaggio al Maestro a dieci anni dalla sua scomparsa con un’opera realizzata davanti agli occhi della moglie del tenore. Ora il lavoro è interagente con gli abiti di scena del cantante. E’ questo solo il primo degli eventi in programma previsti nei festeggiamenti per ricordare “Il tenore che emozionò il Mondo”, a dieci anni dalla scomparsa, grazie alla sinergia nata tra Zavattari e la Fondazione Luciano Pavarotti con la Casa Museo : l’artista concretizza quindi non senza emozione una delle sue più grandi passioni, l’amore per l’opera ed in particolare quella cantata da Pavarotti.

 

zavattari-pavarotti-4[1]

Proprio pochi giorni fa Zavattari ( nato a Lucca nel 1983 ) è stato ospite nella casa del Maestro nella campagna modenese, dove ha dato vita all’evento “Francesco disegna Luciano”, una live performance intima ed esclusiva. Tutto si è svolto sotto lo sguardo vigile e partecipe della signora Mantovani, e il tratto di Zavattari ha preso vita sulle arie che quotidianamente permeano la suggestiva atmosfera della casa. Il risultato è un omaggio alla potenza canora ed espressiva di questo grande personaggio, sintetizzata nel titolo “L’attimo infinito di Luciano”.

 

“La mia idea non era quella di dedicare un vero e proprio ritratto al Maestro – spiega Zavattari – molti altri artisti hanno già fatto questo prima di me. Ciò che ho voluto fare è stato disegnare Luciano nel suo habitat naturale. Un teatro fremente di luce. Una luce irradiata direttamente dal palco sulle note della sua voce. Il tutto nell’attimo, infinito, precedente a ogni lungo applauso. Quello è il momento che ho voluto fissare sulla mia tela, da oggi proprietà e parte integrante dell’allestimento della Casa Museo Luciano Pavarotti”.

 

Positivo il commento della moglie del maestro, Nicoletta Mantovani, che non ha mai abbandonato il pittore durante la sua performance: “E’ stata un’emozione molto forte vedere un grande talento all’opera ispirato dalla voce di Luciano. Francesco è riuscito a catturare sulla tela questa grande energia vibrante che, a dieci anni dalla scomparsa di Luciano, è ancora presente nei cuori di chi lo ha amato”.

 

La giornata è stata raccontata attraverso diversi scatti e un video, che parlano di un luogo magico, curato in ogni minimo dettaglio, in cui la presenza di Luciano Pavarotti è oltremodo palpabile. Questa documentazione costituisce solo un assaggio di una sinergia tra Casa Museo Luciano Pavarotti e Francesco Zavattari destinata a proseguire, rafforzarsi nei prossimi mesi e ad aprirsi al pubblico, in un connubio tra musica e arte visiva teso a celebrare un personaggio intramontabile.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter