Fermati 4 minorenni lucchesi dopo l’aggressione alla capotreno e a 3 agenti della Polfer

Fermati 4 minorenni lucchesi dopo l’aggressione alla capotreno e a 3 agenti della Polfer

PISA – Baby teppisti lucchesi, tutti minorenni, fermati stamani, attorno alle 11, alla Stazione ferroviaria di Pisa dalla Polizia Ferroviaria dopo aver aggredito la capotreno, che era intervenuto per aiutare una ragazza che era stata infastidita dai quattro ragazzi e ferito tre poliziotti.

 

I quattro stavano viaggiando sulla linea Lucca-Pisa, quando, secondo le ricostruzioni, hanno infastidito una ragazza che viaggiava sul loro stesso treno. Stando a quanto si è appreso, i veri problemi sono arrivati, però, quando i quattro ragazzi – tutti tra i 16 e i 17 anni – sono arrivati in stazione. E’ molto probabile che abbiano cercato una via di fuga per non avere conseguenze di quanto accaduto sul treno, ma sui binari hanno trovato anche gli agenti della Polfer, pre-avvisati dalla capotreno. I quattro però non si sono fatti spaventare e, subito, hanno aggredito e spintonato la capotreno.

 

Non solo: non si sono fermati nemmeno davanti alla polizia e hanno anche reagito con violenza all’intervento della polizia, tanto che sia la dipendente di Trenitalia, sia due agenti della Polfer sono rimasti feriti e sono stati trasportati al Pronto soccorso per le cure del caso.

 

La capotreno è stata dimessa poco dopo il ricovero, ma non è andata così bene ai poliziotti. Uno degli agenti infatti ha riportato la frattura del setto nasale e l’altro la frattura del piatto tibiale e, già nelle prossime ore, sarà sottoposto a intervento chiururgico, mentre il terzo agente ha subìto una ferita all’orecchio, causata da un calcio.

 

 

1 commento

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

1 Commento

  • Risorsepride
    16 dicembre 2017, 23:07

    Ragazzi super seguiti dalle famiglie e soprattutto dalle inutili comunità recupero tossici…

    RISPONDI

.

Newsletter

Creocoworking