Extra Lucca: i migliori oli verdi d’Italia fanno rotta sulla nostra città

Extra Lucca: i migliori oli verdi d’Italia fanno rotta sulla nostra città

È stata presentata questa mattina, nella magnifica ed elegante sede dell’Accademia Maestrod’olio, la sesta edizione di Extra Lucca, l’evento che si svolgerà il 17 e il 18 febbraio, che vede protagonista l’olio. Erano presenti alla conferenza la mente dell’evento nonché Presidente Fausto Borella, l’assessore Valentina Mercanti, l’assessore Gabriele Bove e il Sindaco Alessandro Tambellini.

 

Giunta ormai alla sesta edizione Extra Lucca si ripropone anche quest’anno come l’occasione unica per assaggiare e acquistare i migliori oli “verdi” di tutta Italia e vivere un’autentica full immersion nella cultura olearia del nostro paese, tra alta cucina, grandi degustazioni e momenti di approfondimento.
“Quest’anno la kermesse vedrà protagoniste 55 aziende provenienti da tutte le regioni con i loro oli appena fatti e più di 15 artigiani del gusto – spiega l’ideatore Borella – La nostra soddisfazione più grande è quella di aver raggiunto un pubblico così ampio dopo soli 5 anni e puntiamo ad allargarci ancora di più”.

 

La mostra mercato sugli oli d’oliva extravergini nuovi animerà per due giorni la città con iniziative gratuite e per tutti i gusti. Il cuore pulsante sarà, come ogni anno, lo storico Palazzo Ducale che ospiterà le degustazioni dei migliori oli verdi ma anche incontri, show cooking con grandi chef, presentazioni e un particolare percorso enogastronomico rivolto a tutti.
Il Teatro di San Girolamo sarà invece il palcoscenico privilegiato per la presentazione della guida Terred’Olio 2018, in programma venerdì 16 febbraio alle 20, dove avverrà la cerimonia di premiazione delle Corone Maestrod’olio 2018 e alla quale sarà presente lo chef Giorgione.
“Tra le tante novità quest’anno il premio per i vincitori è stato creato appositamente nell’ottica dell’evento. Si tratterà infatti di una scultura creata dall’artista Andrea Roggi e rappresenta un olivo, l’albero della vita, e due corpi intrecciati nelle radici del terreno” spiega Borella.

 

Da non perdere assolutamente i binomi proposti in questa edizione, primo tra tutti quello tra olio e vino. Il gemellaggio è infatti quello con Anteprima Vini della Costa Toscana che proporrà una degustazione dei principali vini della nostra regione, da nord a sud. Altra novità l’esclusivo tasting di champagne francesi, abbinato alla presentazione da parte di Samuel Cogliati dei sui due ultimi libri sulle prestigiose bollicine.

 

“Spero possa essere un evento di forte richiamo, in questi anni è cresciuto molto e insieme a esso anche la passione che ci metto per creare, ogni volta di più, qualcosa di irripetibile. Lo scopo non è solo quello di omaggiare un grande prodotto della nostra tavola ma anche avvicinare le persone a un’educazione alimentare con prodotti di qualità. Per questo abbiamo iniziato un progetto molto interessante che ci permette di fare delle visite nelle scuole e coinvolgere i bambini e i giovani verso la scoperta della qualità. L’importante, per raggiungere risultati, è osare sempre” conclude il Presidente dell’Accademia e promotore dell’evento Fausto Borella.

 

In questa ottica di miglioramento e di coinvolgimento delle nuove generazioni è importante sottolineare l’interessante unione fatta con la scuola MADE, saranno infatti presenti durante l’evento circa 15 ragazzi nelle mansioni di cuochi e camerieri che proporranno piatti gourmet mettendosi alla prova sul campo.
“Sono molto contento di questa manifestazione perché l’olio appartiene al nostro paesaggio – racconta il Sindaco Tambellini -. È grazie a eventi come questi che l’olio nelle nostre zone è tornato un elemento possibile, lavorando infatti con questo alto livello di qualità è possibile riprendere il controllo delle colline, del paesaggio e in più si aggiunge un elemento che ci caratterizza nella gastronomia. Inoltre un evento come questo richiama anche un gran numero di turisti attratti dalle prelibatezze gastronomiche della nostra città”.

 

A proposito del turismo c’è da dire infatti che in occasione di ExtraLucca le camere prenotate a Lucca sono 500 e questo solo grazie alla passione e al coraggio di Fausto Borella e della sua squadra che con tenacia e sapienza hanno realizzato un progetto grandioso.

 

“Con questa esperienza si accresce sempre più la sensibilità sull’argomento per valorizzare un elemento così importante” spiega l’assessore Bove.
È su questi punti infatti che la manifestazione vuole puntare, il consolidamento di un’avventura iniziata 6 anni fa che mira ad arrivare sempre più in alto e lo sviluppo di una cultura alimentare nelle scuole.

 

Due giorni tutti da gustare tra le affascinanti mura delle nostra città, un’occasione unica per conoscere uno dei prodotti d’eccellenza della nostra terra, un evento ricco di sogni e ambizioni: tutto questo e molto di più è Extra Lucca.

 

2 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

2 Commenti

  • nikolino
    13 febbraio 2018, 14:01

    Mi stupisco molto che il sindaco non abbia utilizzato la parola «eccellenza».
    Mi permetto un’aggiunta leggermente off topics, ma comunque in tema con le ‘bellezze lucchesi’: notizie su Porta San Pietro vandalizzata dal camion di Mimmuzzo nostro? I ponteggi faranno parte per sempre del paesaggio urbano tambellinizzato?

    RISPONDI
    • Giovanni@nikolino
      16 febbraio 2018, 10:58

      Ecco ambiente perfetto per Tambellini, resti a parlare di olio, buccellato, salcicce e rosticciane, e per favore non si occupi di politica che e’ meglio.

      RISPONDI

.

Newsletter

Creocoworking