Declassare la bretella Lucca-Viareggio, Bindocci presenta una mozione in consiglio comunale

Declassare la bretella Lucca-Viareggio, Bindocci presenta una mozione in consiglio comunale

LUCCA – La Bretella non deve più essere un’autostrada. Lo ha chiesto in consiglio comunale Massimiliano Bindocci del M5S, che nella seduta di martedì sera ha presentato una mozione per la declassificazione del tratto dell’A11 che collega Lucca a Viareggio. Una richiesta che si è fatta ancora più pressante dopo il tragico incidente del 15 luglio scorso, quando a perdere la vita, poche centinaia di metri dopo l’uscita di Massarosa, fu una bimba pistoiese di 4 anni.

 

“E’ ormai chiaro a tutti – ha detto Bindocci nel presentare la mozione – che questo tratto di viabilità non offre sufficienti garanzie come autostrada e per questo motivo deve essere declassificata a superstrada. Il tratto è sprovvisto di corsia di emergenza, obbligatoria e continua su tutte le strade di categoria A, cioe’ autostrade, tangenziali e raccordi, e detiene un tasso di incidentalità che nel triennio 2013-2015 è pari a 55 incidenti, con 2 morti e 82 feriti. Elenco che purtroppo continua annualmente ad aumentare. Ricordiamo anche che nel 2019 scade la concessione all’attuale gestore, che a quel momento avrà recuperato le spese sostenute per la costruzione del tratto autostradale. Dunque, è il momento di intervenire. Lo chiediamo con forza ai Comuni interessati”.

 

Il declassamento autostradale, come rileva Bindocci nella sua mozione, è di pertinenza del Ministero delle infrastrutture e trasporti. Ma certo, di fronte ad un’azione politica degli enti locali che sono comunque interessati – la Provincia di Lucca, il comune capoluogo e quelli di Massarosa e Viareggio – la richiesta assumerebbe un valore ben diverso. Per questo, nella mozione si chiede al Sindaco e all’ammistrazione comunale di effettuare le procedure necessarie atte a comunicare al Ministero delle infrastrutture e trasporti la richiesta per aprire un procedimento per la declassificazione di questo tratto dell’A11 o alla costruzione della corsia d’emergenza. Ma Bindocci chiede anche di evitare il rinnovo della concessione in modo che questa vada nella disponibilità dello stato. Infine, si chiede di istituire di un limite di velocità più adeguato alla pericolosità di alcune tratte della bretella, con installazione di autovelox o tutor per far rispettare i limiti di velocità.

 

Bindocci ha chiesto che sulla mozione si esprima il consiglio comunale. Il consigliere Bonturi, a nome della maggioranza, ha chiesto e ottenuto di rinviare la pratica in commissione, per dar modo ai consiglieri “di approfondire meglio la questione e poter esprimere le proprie considerazioni”. Dopo di che, ha concluso il consigliere Pd, la mozione potrà tornare nell’aula di palazzo Santini.

2 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

2 Commenti

  • Marco
    13 settembre 2017, 18:04

    Spero che anche Bonturi e la maggioranza facciano propria quest’iniziativa. Si lavori per il bene dei lucchesi e non dei privati che già da decine di anni guadagnano su quella strada che mai doveva diventare autostrada.

    RISPONDI
  • Spartaco
    13 settembre 2017, 16:44

    Ottima iniziativa

    RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter