Confcommercio, in Garfagnana arriva la tassa di soggiorno

Confcommercio, in Garfagnana arriva la tassa di soggiorno

GARFAGNANA – Dal 1° gennaio entrerà in vigore in tutto il territorio della Garfagnana la tassa di soggiorno. Un euro a notte, per un massimo di 5 notti, con una riduzione del 50 in bassa stagione ovvero da ottobre ad aprile. La decisione è stata ratificata dall’Unione dei Comuni Garfagnana dopo un percorso nato ad inizio 2017 che ha portato all’introduzione della tassa con lo scopo di avere risorse da dedicare al turismo. Un punto sul quale Confcommercio Lucca e l’associazione Albergatori che fa riferimento all’Aquila Blu vigilerà costantemente.

 

«Una tassa voluta dalle nostre istituzioni locali – spiegano il presidente dell’associazione Albergatori Garfagnana, Tiziano Davini (Albergo Ristorante Belvedere), e il vice Federico Turri (Hotel Ristorante La Lanterna) – ci siamo espressi in maniera contraria a questo nuovo balzello che peserà sulle tasche dei turisti, ma che indirettamente inciderà sulle politiche gestionali delle strutture ricettive del territorio. Preso atto che il passo sarebbe stato comunque compiuto, ecco che allora ci siamo concentrati sul regolamento e su come saranno impiegati i relativi proventi che si stimano poco superiori ai 100mila euro. La tassa non riguarderà solo noi albergatori anche se di fatto saremo i primi contributori – prosegue ancora Davini – ma interesserà anche le strutture extra-alberghiere e grazie alla nuova legge regionale anche quelle gestite in forma non imprenditoriale».

 

Il regolamento, nato all’interno dell’Osservatorio Turistico di Destinazione e adottato totalmente dall’Unione, è stato seguito passo dai responsabili di Confcommercio. Sono state ottenute diverse esenzioni, ecco alcuni esempi: minori fino a 14 anni, autista di pullman e guida di accompagnamento di gruppi con almeno 15 unità, soggetti che assistono i degenti ricoverati nelle strutture sanitarie della zona, portato di handicap con accompagnatore e lavoratori fuori sede. Inoltre, la tassa sarà applicata al 50% agli studenti ed ai loro accompagnatori in occasione di gite scolastiche. «Abbiamo anche ottenuto la stessa tassazione per tutte le categorie ricettive e lo slittamento al 2018 – chiude Davini – insomma, non siamo contenti della tassa di soggiorno, ma abbiamo raggiunto diversi risultati come la stagionalità ridotta rispetto alle richieste iniziali». Il primo versamento andrò effettuato entro il 25 aprile. Per info è possibile rivolgersi agli uffici Confcommercio (Castelnuovo 0583-62548; Lucca 0583-473133 – Luca Dini).

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online