Compagnia Balestrieri, via al corso di danza rinascimentale

Compagnia Balestrieri, via al corso di danza rinascimentale

LUCCA – Domenica prossima presso la Casermetta de Baluardo San Pietro avverrà la presentazione del nuovo corso di Danza Rinascimentale organizzato dalla Compagnia Balestrieri che da anni si impegna nello studio e nella realizzazione di questo particolare tipo di spettacolo voluto dal Consiglio per arricchire e sviluppare il Palio di San Paolino e che ultimamente ha trovato uno spazio tutto suo con l’allestimento di prestigiosi spettacoli come quelli tenuti presso Villa Bottini in occasione del carnevale.

 

Molte sono le feste cui il gruppo è stato chiamato a partecipare proprio per la ricchezza dei costumi e per il grado di preparazione dimostrata. Mentre si sta già lavorando ad individuare una nuova collocazione per il prossimo spettacolo di carnevale (Villa Bottini si è dimostrata troppo piccola…) il gruppo è stato chiamato, come riconoscimento delle proprie qualità, ad animare la festa di fine anno che si svolgerà nel Dubai.

 

La danza è la prima espressione artistica del genere umano perché ha come mezzo di espressione il corpo essa è parte integrante dei rituali, è forma di preghiera, è momento di aggregazione della collettività nelle feste popolari e occasione di aggregazione tra le persone in generale. Nel corso dei secoli è sempre stata lo specchio della società, del pensiero e dei comportamenti umani, inoltre la danza è l’unica arte che si avvale insieme del tempo e dello spazio. Perciò la storia della danza è una disciplina vastissima riguardante le espressioni etniche e popolari. La danza accompagna la storia della civiltà umana a partire dall’epoca preistorica fino al consolidamento delle prime civiltà stanziali acquistando un ruolo rilevante.
Durante il Medioevo subì la condanna della autorità ecclesiastiche che vedevano nella sua pratica il pericolo della lascività dei costumi. Durante il Rinascimento nelle corti italiane si sviluppò una forma ricercata di ballo che prevedeva norme da seguire e un certo studio di passi e movimenti. La danza infatti era ritenuta una vera e propria forma di educazione. La danza dei nobili era di diretta derivazione da quella del popolo, ma veniva trasformata secondo le regole del perfetto cortigiano: la compostezza, l’atteggiamento nobile, le convenzioni sociali della cavalleria e della galanteria.

 

I nuovi corsi, riservati ad adulti e ragazzi, si svolgeranno il mercoledì dalle ore 21,15 alle 22,45 presso la Casermetta Sede della Compagnia e daranno la possibilità di partecipare a tutte le iniziative della Compagnia Balestrieri. La giornata avrà un carattere particolare perché oltre a poter assistere allo spettacolo di danza sarà darta, a tutti gli interessati, la possibilità di aggregarsi al gruppo e partecipando personalmente alle antiche danze presentate. Per coloro che vorranno provare la danza si raccomandano scarpe basse, abiti comodi e tanta voglia di divertirsi con noi…

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter