Il Comitato Antraccoli consegna al sindaco 257 firme

Il Comitato Antraccoli consegna al sindaco 257 firme

LUCCA – Una scelta non casuale: in Piazza della Pupporona, a due passi da Palazzo Orsetti, sede del potere lucchese.Moschini, Santelli e Santi – parte del comitato -, continuano la protesta, ora protocollata, contro la costruzione della variante che interessa Antraccoli.

Lido Moschini, in qualità di presidente, annuncia subito la notizia:

 

“Stamani abbiamo protocollato 257 firme a Tambellini, non strumentali ma di gente che vive intorno al parco e lo frequenta – precisa – contro il progetto della Biribaola per la realizzazione di una struttura polifunzionale; il sindaco è stato gentile, ci ha ricevuto senza appuntamento, e ci ha spiegato di essere completamente all’oscuro del fatto che nessun cittadino fosse stato interpellato in merito”.

 

L’ex assessore della giunta Favilla passa poi ad elencare le motivazioni contrarie al progetto portate all’attenzione del primo cittadino:

 

“Abbia spiegato al sindaco che l’adozione della proposta da parte del consiglio comunale non unisce il paese ma lo divide – afferma -; noi non abbiamo niente contro il progetto, il problema è la localizzazione che è del tutto sbagliata; c’è stata una totale
assenza di condivisione e di partecipazione da parte dei residenti; inoltre la commissione urbanistica a maggioranza centro sinistra ha votato contro la proposta in consiglio comunale; abbiamo anche invitato Tambellini a prendere in considerazione altre aree da destinare ad uso sociale pubblico nella zona di Antraccoli, il sindaco infine ci ha promesso che a breve verrà a farci visita per rendersi conto di persona come sta la situazione”.

 

Un risultato tutto sommato positivo, che però non fa mollare la presa al comitato:

 

“Noi non abbassiamo guardia, – prosegue Moschini -, abbiamo contattato uno studio legale che sta valutando gli estremi per portare alla Procura della Repubblica un esposto; non scordiamoci che Andrea Pini ha lo zio che è firmatario del progetto e che la moglie del consigliere Cantini è Paola Balducci presidente Biribaola, politici che hanno influenzato il dibattito, e che avrebbero fatto meglio ad abbandonare l’aula al momento del voto”.

 

Anche Eugenio Santelli militante di Casapound, ha spiegato le richieste del comitato:

 

“Vorremmo che quest’area a verde venisse ripristinata, che sia tagliata nuovamente l’erba dopo 3 mesi di totale abbandono, specie dopo che sono stati piantati 50 nuovi alberi e 8 da poco tempo; altrimenti il comitato a proprie spese interverrà; questo è l’unico polmone verde della zona, ci vengono bambini e anziani da Picciorana, Capannori, dall’Arancio per giocare e riposarsi; la viabilità non è adatta: sono tutte strade chiuse e private, non idonee per un progetto del genere”.

Moschini poi lancia anche un appello alle organizzazioni ambientalistiche:

“Nessuno di queste associazioni si è mosso ancora, c’aspettavamo un aiuto da ambientalisti, dai verdi: dove sono? Nessuno tutela il verde?”.

Quel che preme sottolineare poi è lo sganciamento da interessi politici: “Non ci sono strumentalizzazioni da parte nostra, la marchetta l’ha fatta questa amministrazione se proprio vogliamo dirla tutta – conclude Moschini -, dopo il sindaco adesso vogliamo conoscere le intenzioni degli altri candidati alle elezioni circa il destino di quest’area”.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Tambellini per campagna elettorale
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter