Comics 2017: bilancio positivo nonostante la pioggia

Comics 2017: bilancio positivo nonostante la pioggia

LUCCA – È stato appena stilato il bilancio sull’edizione 2017 del Comics, con numeri positivi nonostante il maltempo. Il successo del festival dei fumetti è stato quindi confermato, nonostante le polemiche (in alcuni casi giustificate) dei residenti che hanno visto aumentare notevolmente l’impatto della manifestazione sulla città.

 

Nonostante l’afflusso dei visitatori sia migliorato grazie all’aumento delle prevendite on line, sarebbe invece necessario incrementare i Ticket Point per chi acquista i biglietti sul posto, e che stavolta erano solo tre, così come in futuro sarebbe necessario potenziare ulteriormente i parcheggi esterni per favorire gli abitanti, che vedono diminuire i posti a loro riservati.
Come dire: manifestazione riuscita, ma al miglioramento non c’è limite, anzi. Del resto è fondamentale guardare al passato per migliorare il futuro.

 

Siamo invece assolutamente contrari alla proposta fatta balenare dall’amministrazione Tambellini e confermata come ipotesi allo studio da alcuni suoi esponenti: ovvero, a partire dalla prossima edizione, l’istituzione un ticket di accesso alla città per coloro che non hanno interesse ad accedere agli stand e vogliono circolare liberamente in centro storico, come avvenuto negli ultimi dieci anni, da quando cioè l’evento è tornato dentro le Mura.

 

Una mossa che rovinerebbe la manifestazione, l’ennesimo balzello richiesto da un’amministrazione incapace di acquisire risorse, e che come è già successo con la Cosap punta solo a spennare i cittadini per fare cassa. Si lavori piuttosto sul versante della sicurezza, ma con altri metodi, per scongiurare ad esempio i momenti di calca che si sono creati, ad esempio sulle Mura, nel giorno di maggiore affluenza. Il metodo pero’ non è quello di applicare altre tasse. Con l’introduzione del ticket, fra l’altro, si creerebbero sicuramente disagi anche per i residenti, che per entrare in centro dovrebbero magari esibire un documento o mettersi comunque in fila per dimostrare il proprio indirizzo e quindi il diritto di poter circolare liberamente in centro e raggiungere la propria casa. Ancora una volta il Comune si comporta da ufficio complicazione.

2 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

2 Commenti

  • Daniele
    10 novembre 2017, 06:40

    L’aumento della COSAP non mi sembra uno spennare i cittadini, mi sembra piuttosto un modo per ridare un volto decoroso alle strade del Centro storico dove si deve talvolta fare lo slalom fra i tavolini dei locali che sono nati come funghi, spesso con un’offerta di basso livello, salvo che per i prezzi che sono invece di altissimo livello!

    RISPONDI
    • francesco@Daniele
      10 novembre 2017, 10:06

      La penso diversamente.
      Per evitare lo slalom tra i tavolini basterebbe imporre norme piu’ restrittive.
      Non e’ aumentando la Cosap che si riduconio i tavoli.
      Come sempre vengono spremuti i cittadini per fare cassa motivando gli aumenti con falsi obiettivi.

      RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online