Coluccini: «Allarme furti, Massarosa adotti il progetto del “controllo del vicinato”»

Coluccini: «Allarme furti, Massarosa adotti il progetto del “controllo del vicinato”»

MASSAROSA – L’emergenza furti nelle abitazioni e la paura crescente dei cittadini è stata sottovalutata se non certe volte derisa dalla giunta di centrosinistra, dimostratasi sorda e cieca nei confronti della realtà e la reazione comunque tardiva adesso serve un vero cambio di passo.

Premesso che i cittadini di Massarosa hanno diritto a maggiori forze dell’ordine presenti o comunque operanti sul territorio e la videosorveglianza va incrementata, nell’immediato vanno sviluppate e razionalizzate le possibilità reali.

L’allarme ed esasperazione per i furti in tutto il Comune di Massarosa, peraltro reale e legittimo di questi ultimi tempi ha creato l’attivarsi spontaneo dei cittadini in varie forme, gruppi di segnalazione tramite WhatsApp, passeggiate di gruppo ed altro, tutte nella massima correttezza e nell’intento di collaborare con l’amministrazione comunale e forze dell’ordine preposte.

Questo ha provocato anche un forte incremento delle segnalazioni alle forze dell’ordine, molte duplicate o mancanti di informazioni essenziali, quindi quello che l’amministrazione comunale può fare in tempi rapidi è organizzare meglio e coordinare queste forme di impegno spontaneo cercando di promuovere la massima razionalità possibile e le forme più giuste di collaborazione.

Pertanto ho presentato una mozione consiliare per l’adozione del progetto del “controllo di vicinato” al fine di accrescere le condizioni di sicurezza nel territorio comunale e ottimizzare la collaborazione tra forze di polizia e cittadini, incrementando tra loro anche il senso di comunità e promovendo piccole azioni concrete e corrette di aiuto reciproco tra cittadini.

In questo periodo i cittadini possono essere se ben informati e coordinati il miglior occhio delle forze dell’ordine ma per fare ciò necessità un minimo di coordinamento e consapevolezza anche per evitare il duplicarsi di segnalazioni o falsi allarmi o rischi inuti, pertanto ho ritenuto opportuno proporre di sfruttare le numerose esperienze positive dell’Associazione Controllo del Vicinato, che non comporta alcun costo, e dove ad esempio nel comune di Montecarlo in Provincia di Lucca ha portato più che apprezzabili risultati, tenendo un albo e il coordinamento con questi gruppi e servendosi dell’associazione nell’informazione ai cittadini e stilando un vademecum con consigli pratici ed insegnando fare segnalazioni “di qualità” alle forze dell’ordine, insomma molte piccole cose e comportamenti pratici ma efficaci perché fatte bene grazie alla consapevolezza e condivisione corretta delle informazioni.

Un ulteriore azione da intraprendere è entrare nel protocollo “mille occhi sulla città” coordinato dalla Prefettura e di cui fanno già parte da tempo molti altri Comuni.

Alberto Coluccini

consigliere comunale

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter