Chiari (FdI Lucca): “Il sindaco condanni l’occupazione della Casina Rossa”

LUCCA – “Quando c’è da mettersi in mostra per condannare i fantasmi del passato e promuovere manifestazioni e feste antifasciste, il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini e la sua giunta, figurano sempre in prima linea” – asserisce il segretario comunale del gruppo Fratelli d’Italia Lucca Marco Chiari – “contrariamente, a seguito di questi casi di vandalismo inaudito e insensato, come appunto gli sconcertanti inauditi episodi dell’occupazione dei locali della ex Casina Rossa, li stessi se ne stanno zitti e buoni in disparte. Come mai questi due pesi e due misure? In materia di antifascismo, tutti in marcia, in casi di prepotente vandalismo invece, silenzio assoluto”.

 

Proprio non ci sta Marco Chiari, e nemmeno gli esponenti del suo partito. E se vogliamo andare oltre, anche l’opinione pubblica comune, che sia di centro destra o meno, e che di certo non resta impassibile a certi atti privi di senso, dove è invasa la proprietà privata, occupata, devastata e sporcata, oltretutto con la sola motivazione di cercare di mettersi in evidenza. “Quello poi che lascia ancora più sconcertati è che sicuramente il nostro sindaco è ovviamente contrario a queste inciviltà, ma naturalmente l’opportunismo la fa da padrona, e mettersi contro giovani della stessa corrente politica proprio non conviene. Fratelli d’Italia Lucca si è invece resa imparziale a seguito di quanto fatto dagli esponenti di Forza Nuova con la recente esposizione dello striscione nei pressi della sua abitazione, condannando quanto accaduto, e addirittura manifestando la propria solidarietà a Tambellini, dimostrando così un corretto segno di rispetto e di equilibrio verso la nostra società, a prescindere dalla fazione politica, cosa che invece non fa la corrente sinistra che guida la nostra città”.

 

Gli appartenenti al gruppo Fratelli d’Italia Lucca, anche in nome dei propri sostenitori e delle tante persone che si recano preso la sede di viale Cavour a dire la loro, non intendono sopportare altri ricatti di occupazioni e scritte sui muri della città, relativi a minacce e derisioni verso la nostra cittadinanza. “Per quanto ancora dovremo sopportare questi gesti insensati, portatori solo di paura e di inutilità?” – conclude il segretario comune Fdi Marco Chiari – “che Tambellini faccia il suo dovere e intervenga, sia nel ruolo di sindaco che di uomo, nel rispetto dei propri cittadini”.

 

Marco Chiari, Segretario FdI Lucca

5 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

5 Commenti

  • Danie
    12 dicembre 2017, 12:15

    Il sindaco piglia voti dai sinistri compagni tossici

    RISPONDI
    • Marius@Danie
      12 dicembre 2017, 14:53

      A Danie ma te che sniffi coca di 2* scelta?
      Certe battute fanno sorridere

      RISPONDI
  • Gina
    12 dicembre 2017, 20:12

    Danie dice verità sono tutto tossici che fanno pseudorivoluzionari a canne musica rave e pasticche fanno danni e votano tambella et similia sono Antifascisti …del terzo millennio…poi al sert o a far casino intossicati ai pronto soccorso…

    RISPONDI
  • lucia
    13 dicembre 2017, 22:35

    A nome di tutto il popolo Gay, anche di quelli silenziosi che non vogliono farsi pubblicita’ mi sento di dare tutta la mia solidarieta’ al padrone del locale; punto di ritrovo, discreto e gentile di noi omosessuali.

    La devastazione gratuita dell’unico luogo, nella bigotta Lucca, dove poter essere se stessi senza remore ne paure e’ stata davvero un’affronto e un’offesa,nonche’ un atto discriminatorio, a tutte le persone non eterosessuali.

    Basta con la pseudo-sinistra che ci usa solo come volantino elettorale, che i centri sociali vadano a devastarsi casa propria e lascino in pace gli altri di vivere la propria vita come preferiscono.

    perche non vanno a devastarsi l’agora? o perche non danno fuoco a le madonne bianche? perche non vanno a distruggere il foro boario? Oppure la sera tornano a dormire nel caldo letto di mamma e papa?
    che distruggano le loro di vite a lascino in pace gli altri e i luoghi degli altri.

    RISPONDI
  • Luigi Donati
    14 dicembre 2017, 09:58

    Per quello che ne so centri sociali (intesi come "covo" di che sa che) a lucca non ne esistono, ci sono persone che forse ne vorrebbero fare uno, ma NON ne esistono.

    RISPONDI

.

Newsletter