Candidati carismatici cercansi per le elezioni a prescindere dal programma

Candidati carismatici cercansi per le elezioni a prescindere dal programma

LUCCA – Tanti i problemi irrisolti della città, ma a pochi mesi dal voto forze politiche e liste che aspirano a governare Lucca nel prossimo mandato sembrano inchiodate alla soluzione della loro priorità assoluta: il gran ballo delle candidature e delle alleanze. Così si assiste agli scontri all’arma bianca dentro il Pd tra tambelliniani e renziani, alle difficoltà di arrivare a vera coesione tra partiti e liste di centrodestra che ora si rivolgono a “cinque saggi” per individuare il candidato sindaco ideale, alla nebulosità delle attività e delle intenzioni della galassia del M5S, nel quale pure non sembra regni grande concordia.

 

Sul piatto, per i cittadini che cercano di informarsi su chi e perché votare, le proposte da valutare sono davvero merce rara. A spezzoni l’amministrazione uscente informa sui mutevoli progetti per l’urbanistica con il nuovo piano strutturale, e almeno delle intenzioni per tante questioni aperte. Si va dall’utilizzo dei grandi contenitori pubblici come la ex Manifattura e quelli abbandonati quasi del tutto dalla sanità pubblica (Campo di Marte, Maggiano, Arliano) alle prospettive per i mercati: ambulantato destinato a trasferirsi tra mille dubbi e contestazioni alle Tagliate; Carmine da ristrutturare e riqualificare, ma ancora privo di bando; Pulia per il quale si parla anche di un nuovo, grande spazio teatrale. Si continua con la rivitalizzazione della città attraverso il recupero di residenza, servizi e funzioni per arrivare al sistema che dovrebbe rilanciare la proposta e la promozione culturale e turistica. Si indica il piano di restauri nelle scuole insieme a tanti altri lavori pubblici, rotonde comprese. Si parla di prospettive per la realizzazione di nuovi impianti sportivi, includendo progetti per la socializzazione e per i giovani. E si potrebbe continuare con i disegni – per la verità fermi da decenni e impantanati al punto che difficilmente, anche in questo mandato, vedremo un cantiere – per la mobilità che, negli annunci, dovrebbe migliorare con gli assi viari, il nuovo ponte sul Serchio, il raddoppio della ferrovia tra Lucca e Pistoia, il potenziamento del servizio di trasporto pubblico, il piano per le nuove piste ciclabili. Anche al fine di ridurre lo smog che continua ad avvelenarci.

 

Temi sul tappeto – è vero – già ai tempi dell’amministrazione Favilla: sì, ma quella dei primi anni Settanta, non l’ultima dal 2007 al 2012. Secondo le opposizioni, anche l’amministrazione Tambellini ha fatto poco o niente, limitandosi a portare a compimento progetti e scelte ereditati dalle giunte precedenti. Senza peraltro che si ricordi la situazione di bilancio da cui è partito il lavoro del mandato 2012-2017. Basta però fare obiezioni del genere e bocciare ogni scelta di Palazzo Orsetti perché la città possa verificare, e magari apprezzare, le alternative concrete proposte da chi contesta? Non se ne sono viste molte. E per la verità nemmeno la parte del Pd che tenta di silurare Tambellini ha brillato per le ingegnose visioni alternative, sulle quali tentare di far ragionare sindaco e giunta.

 

Non sarebbe allora venuto il momento che Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega Nord, liste civiche di centrodestra e centrosinistra, M5S, Pd, partiti di sinistra e Idv spiegassero con concretezza e chiarezza sulla base di quale progetto complessivo per la città chiederanno il voto? L’individuazione del programma di governo va davvero posposta agli accordi su candidature, alleanze e poltrone? Partiti e liste a caccia di candidati carismatici cercano specchietti per le allodole o persone di provata esperienza e capacità, convinte a impegnarsi dalla qualità di un programma che condividono?

9 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

9 Commenti

  • ricca
    26 dicembre 2016, 15:43

    Naturalmente la lista la prepara il consigliere eletto, ovvero Laura Giorgi? Vero?

    RISPONDI
  • AMMONIO
    26 dicembre 2016, 04:29

    Ben venga il programma. Spero sia pieno di idee originali e positive.

    RISPONDI
  • Paolo Pescucci
    25 dicembre 2016, 19:07

    Caro AMMONIO, non stiamo negando l’importanza della figura del sindaco e di quanto oculata deve essere la scelta di questa persona. La lista che verrà certificata dal movimento è proposta e capeggiata dal candidato sindaco. Quello che volevamo sottolineare e che i nostri gruppi hanno lavorato primariamente ad una bozza di progetto per la città, progetto che verrà presentato ai cittadini che avranno occasione per fare ulteriori proposte e partecipare alla stesura definitiva. Su quel progetto il candidato sindaco e i componenti della lista si baseranno nella loro azione di governo della città, se i cittadini lucchesi vorranno affidarci questa responsabilità. Quindi i cittadini voteranno la persona del sindaco, ma anche il progetto che si impegna a seguire. Questo mi pare sia anche ciò che chiedeva Innocenti, o vuole che i cittadini scelgano il/la più fotogenico, il/la più smaliziata senza un programma definito da portare avanti?

    RISPONDI
  • AMMONIO
    25 dicembre 2016, 00:31

    Caro PESCUCCI, a me pare che il profilo del candidato sia piuttosto importante. Il sistema istituzionale ed elettorale dei comuni italiani pone al centro la figura del Sindaco. La gente sceglie tra candidati sindaci e non tra liste. Il Sindaco eletto decide come si compone la giunta e dunque è, in prima persona, responsabile della politica comunale. Cercate dunque di non ragionare secondo i modelli pre 1992,

    RISPONDI
  • manara
    24 dicembre 2016, 15:46

    e il carisma chi lo decide?
    La segreteria di un partito? Il circolino dell’Unione? Il Rotary? Oppure qualche famiglina lucchina di poverini senza ruolo? O qualche giornalistello senza fissa dimora?
    Di personaggi a Lucca ce ne sarebbero anche, carismatici, capi, di successo e di voglia. Bisogna vedere se ne hanno voglia. visto il quadro, mi sa di no. Ma di certo non pensate pure ai partiti o le famiglie bene che scelgono le persone giuste perché quei tempi sono finiti. Meno male.

    RISPONDI
  • spirito con la scure
    24 dicembre 2016, 13:47

    A prescindere dalle primarie,sarebbe bene le facessero tutti,e dalle alleanze vincerà sempre lo stesso partito…..quello dell’astensione.Meditate gente….meditate.

    RISPONDI
  • Pescucci Paolo
    24 dicembre 2016, 13:03

    Noi Grillini Lucchesi stiamo appunto collaborando assieme agli altri gruppi( meetup) del movimento disponibili, alla stesura di un programma,. di un progetto per la città. Quindi mi pare che come chiede Innocenti, noi Grillini Lucchesi e gli altri gruppi con cui collaboriamo, stiano anteponendo il progetto complessivo per la città alle candidature. Progetto che verrà dato in disponibilità alla lista che verrà certificata.

    RISPONDI
Cerchiamo programmatori Abstraqt
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online
Programmatore Abstraqt

Twitter