Bindocci (M5S): ‘Cultura, anziché parlare di contenitori portiamo qualità, efficienza e trasparenza’

Bindocci (M5S): ‘Cultura, anziché parlare di contenitori portiamo qualità, efficienza e trasparenza’

LUCCA – La discussione su cosa fare della cultura, se fare un polo, due, mi sembra una falsa discussione.
Quella che interessa alla maggioranza è la questione delle poltrone come si è visto a CREA dove si prescinde dal merito e si fa la discontinuità.
Sul nome di Pardini credo che sia di fatto un conflitto di interessi il fatto che abbia un ruolo chi era amministratore di una società fornitore di CREA.
E il conflitto non è di Pardini ma di CREA.
Sempre sui conti di CREA e sulle spese diciamo correnti deve essere fatto un approfondimento, abbiamo fatto diverse richieste di accesso agli atti ed emergono cose interessanti.
Sul Teatro del Giglio lunedì c’e Una interessante commissione, vorremmo vedere anche qui la discontinuità. Anche qui sui conti abbiamo iniziato a chiedere i dati.
C’e poi sempre la questione del direttore artistico, secondo noi per la sola lirica – vista come è strutturata la stagione- si tratta di uno spreco, e simili ruoli dovrebbero impedire poi di operare come liberi professionisti. Dobbiamo invece aprire a chi opera sul territorio, al mondo di chi ha successo nel promuovere la musica a LUCCA, LUCCA è la terra di Puccini, dovremmo ridurre gli omaggi, e sopratutto fare una vera politica di marketing perché nel 2018 un teatro di livello vive solo se fa qualità e promozione adeguata.
Per quanto riguarda il problema occupazionale è ovvio che devono essere salvaguardati tutti i posti di lavoro, ma questo non deve diventare un alibi per non cambiare le cose, bensì una garanzia di professionalità nelle ristrutturazioni delle partecipate che da troppo tempo andrebbero fatte.

Massimiliano Bindocci
Movimento 5 Stelle

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking