Betti (SìAmoLucca): “Elezioni, terremoto per il centrosinistra: ora opposizione a Tambellini ancora più dura”

Betti (SìAmoLucca): “Elezioni, terremoto per il centrosinistra: ora opposizione a Tambellini ancora più dura”

LUCCA – “Lucca ha finalmente voltato pagina, punendo gli esponenti di due famiglie che per anni hanno dominato gli scenari della politica cittadina e non solo. I lucchesi hanno dimostrato di non gradire più Marcucci e Baccelli, preferendo loro Massimo Mallegni e Riccardo Zucconi, contribuendo così alla disgregazione della coalizione di centrosinistra. Con queste votazioni la cittadinanza ha espresso la sua preferenza, e c’è da essere soddisfatti della vittoria dei candidati di centrodestra sugli avversari del Pd, visti giustamente come professionisti della politica a cui non dare più fiducia”.

 

Lo sostiene Roberta Betti, segretario della lista civica SìAmoLUcca. “E’ stato punito un metodo di fare politica basato sulle promesse e gli annunci di arrivo di finanziamenti per il territorio anche nel pieno della campagna elettorale – prosegue la Betti – una scorrettezza che finalmente è stata riconosciuta dai cittadini, che chiedono di non essere più presi in giro e vogliono maggiore concretezza”. L’analisi del segretario della lista civica più rappresentativa del nostro territorio, riguarda anche i possibili riflessi sull’amministrazione Tambellini, dopo questo terremoto che si è abbattuto sul centrosinistra.

 

“Non sarà facile il percorso che attende il Comune d’ora in avanti, a seguito di questa batosta – aggiunge Betti – sono convinta che possano emergere contraddizioni all’interno della maggioranza. Ma più che questo, preme sottolineare che l’esito del voto nazionale fortifica ad esercitare il nostro ruolo di opposizione con maggiore convinzione di prima, mettendo al primo posto il dialogo con la gente, che questo sindaco e questa giunta non praticano, facendo passare le decisioni sopra la testa di tutti”. Infine il segretario politico di SìAmoLucca fa un parallelo con quanto accaduto a Lucca solo pochi mesi fa.

 

“Il primo segnale di una voglia di cambiamento era già stato dato dagli elettori lucchesi alle elezioni amministrative del giugno scorso – conclude la Betti – dove pur con l’astensionismo record che ha portato in quella tornata a registrare a Lucca l’affluenza più bassa della Toscana (con 30 punti in meno rispetto all’affluenza di domenica scorsa) la vittoria del candidato sindaco delle liste civiche e del centrodestra è mancata per un soffio, complice anche la campagna di falsità orchestrata da chi oggi è uscito sconfitto nella corsa al Parlamento. Tornando ai nostri giorni, a Massimo Mallegni e Riccardo Zucconi, neo eletti in Parlamento, auguro un lungo periodo di intenso e proficuo lavoro”.

3 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

3 Commenti

  • Gianni
    7 marzo 2018, 10:19

    Quindi fatevi due domande….. il vento era già cambiato a giugno scorso. Il cdx ha vinto dovunque tranne che a Lucca. Forse, ma forse, il candidato era sbagliato??

    RISPONDI
    • Stefanino@Gianni
      7 marzo 2018, 11:10

      Con un candidato autorevole di duemila voti avrebbe vinto la destra basta guardare di là dal Serravalle….

      RISPONDI
  • Simone
    7 marzo 2018, 18:51

    Opposizione dura a Tambellini? Chi? Voi? Ma se siete pure peggio. Basta vedere lo zelo dimostrato nel sostenere tutte le porcate del Summer festival.

    RISPONDI

.

Newsletter