Attualità

La polizia sventa un giro di spaccio: l'operazione 'Happy Days' porta in carcere 5 spacciatori

23-04-2013 / Cronaca / La Redazione

LUCCA, 23 aprile - Cinque arresti per spaccio di stupefacenti: questo è il bilancio dell’operazione ‘Happy Days’ svolta dalla Squadra mobile della questura di Lucca. Le indagini hanno  preso il via a settembre da un arresto, in flagranza di reato, effettuato dalla Polstrada e dalla Mobile e che ha visto come protagonista un marocchino, sorpreso con oltre un etto di cocaina con sé.

L’uomo Abdessamade Aboussad, nato in Marocco nel 1983 era incaricato da un connazionale, Abdellah Jarmouni, detto Marzan, di trasportare la droga e consegnarla a un altro spacciatore, Brahim Jarmonui, sempre di origine marocchina. Stando a quanto emerso dalle indagini, Aboussad aveva iniziato a ‘lavorare’ per conto di Marzan già da diverso tempo e gli accordi erano che, una volta che veniva contattato telefonicamente con alcuni squilli, Aboussad doveva andare a Migliarino Pisano e portare con sé la droga.

L’arresto era avvenuto proprio durante uno di questi ‘viaggi della droga’, nei quali Aboussad, ricevuta la droga da Marzan, la portava a Jarmouni.

Viaggi molto frequenti, secondo gli investigatori, Aboussad - che viaggiava su uno scooter - poteva farne fino a sei al giorno e, come compenso, riceveva 100 euro a viaggio.

Nel giorno dell’arresto di settembre, Aboussad aveva già fatto i sei viaggi di prassi: di fatto l’arrestato rappresentava una sorta di ‘cavallo’ che, non appena riceveva un semplice squillo al cellulare, senza che ci fosse una vera e propria telefonata, Aboussad montava sullo scooter e andava a Migliarino per fare una nuova consegna.

Se Aboussad era il ‘cavallo’, Brahim Jarmouni era il destinatario finale di questa ’filiera’ all’ingrosso e smerciava al droga al dettaglio.

Le consegne avvenivano tutte nella piazzola di sosta accanto al bar Happy Days - da cui il nome dell’operazione - che, sempre a settembre, proprio per questo giro di spaccio, venne chiuso dal questore di Pisa per quindici giorni.

Le indagini hanno interessato anche altri personaggi che frequentavano quel ‘supermercato della droga’: in particolare è emerso anche un altro giro di spaccio che faceva capo a un uomo di origine albenese Klodian Gjergji, che, durante una perquisizione, è stato trovato, tra l’altro, in possesso di 10 grammi di cocaina e vari bilancini di precisione. Stando a quanto emerso dal lavoro della Mobile, Gjhergji vendeva la droga a persone per lo più di nazionalità nordafricana, tra cui due soggetti, ambedue fatti segno di provvedimento restrittivo. Questi due, a loro volta, cedevano la droga a un altro uomo che era il ‘galoppino’ e che vendeva la droga ai consumatori, mentre un altro albanese acquistava la droga da Gjergji e la vendeva direttamente lui al dettaglio.

Al termine di questa articolata indagine che ha permesso di sventare un ampio giro di spaccio sono, quindi, finiti in manette: Mohamed El Montassier originario del Marocco, dov’è nato nel 1976 e residente a Ponte a Moriano; Abdellah Jarmouni, detto Marzan, anch’esso originario del Marocco, nato nel 1989 e residente nel comune di Capannori; Brahim Jarmouni, nato in Marocco nel 1986 e residente a Gallicano; Besmir Kasmi (1987) residente a Vecchiano in provincia di Pisa e Gjergj Klodian, del 1985 residente ad Altopascio, ambedue questi due sono di origine albanese.

La Squadra mobile lucchese, inoltre, ha arrestato Giuseppe Pellino di 45 anni, residente a Sant’Anna, impiegato pubblico, il quale, a seguito della condanna per il reato di minacce gravi, dovrà scontare tre mesi ai domicialiari.

La Redazione
@LoSchermo 

| Altri

 

Commenti

Il contenuto dei commenti non costituisce notizia giornalistica

23-04-2013 / giorgio

Bene era l'ora che si facesse qualcosa purtroppo c'è gia chi li sostituisce. Cosa ci dirà la nostra sara su questi bravi ragazzi nordafricani???

23-04-2013 / Q.D.P.

Che dirà la tua Sara francamente m'importa il giusto.
Ciò che invece non posso fare a meno di notare, leggendo le cronache in questi giorni, è che l'articolo tira a Lucca, eh!
Ma a chi la vendono tutta 'sta droga?

Inserisci il tuo commento

I commenti sono moderati, quindi non appariranno finché non saranno approvati da un amministratore. Non saranno approvati i commenti offensivi o in cui viene usato un linguaggio non civile. I campi contrassegnati con * sono obbligatori. L'Email non sarà in ogni caso pubblicata, ma solo utilizzata ad uso interno.

Inserire i caratteri presenti nell'immagine Cliccare per visualizzare un nuovo codice

LoSchremo - S