Sport

LoSchremo - S

Un requiem per la vecchia Pantera

12-07-2011 / Editoriale / Alessandro Lazzarini

LUCCA, 12 luglio - La Libertas Lucchese 1905 subisce l'umiliazione di scomparire dal calcio professionistico per la seconda volta in tre anni. Stavolta a trascinare nel baratro il sodalizio rossonero non è toccato a nessun personaggio di dubbia provenienza e referenze come Fouzi Hadj poteva essere considerato nel 2008, ma un gruppo formato dai proprietari della società con forte componente locale: l'architetto Giovanni Valentini del Gruppo Valore di Prato, Giuliano Giuliani della locale Cipriano Costruzioni, e il sindaco di Lucca Mauro Favilla, che nell'agosto 2008 avallò la richiesta della nuova proprietà di gestire virtuosamente la squadra in cambio del permesso di costruire un nuovo stadio sui terreni di San Donato già di proprietà della Valore.

Uno scambio che fin da subito abbiamo definito spericolato e, con onestà intellettuale che è dovuto riconoscere, mise immediatamente bene in chiaro che l'interesse per l'acquisizione della Libertas da parte dei nuovi proprietari non nasceva soltanto dalla passione sportiva, ma da un eventuale ritorno economico esclusivamente legato al progetto edilizio di uno stadio multifunzionale.

Peccato che oggi - ancor più che in passato - il sistema calcio renda completamente impensabile una gestione imprenditoriale coerente e finalizzata agli utili attraverso il solo perseguimento dell'oggetto sociale: stipendi già altissimi anche in categorie inferiori, costi di trasferte e gestione spropositati, rendono almeno impossibile il conseguimento anche solo di un pareggio di bilancio. Ecco che  per sua stessa natura nel calcio investono solo mecenati che, con passione immorale, sperperano nel tripudio di folle impazzite milioni di euro, oppure imprenditori che attraverso l'importanza sociale del fenomeno sperano di ottenere ritorni di altro tipo, nel nostro caso una variante urbanistica che permettesse la costruzione di uno stadio-centro commerciale multifunzionale finalizzato anche al sostentamento della squadra di calcio.

Variante che non solo non è arrivata, ma che addirittura era stata rigettata e sostituita da un'altra variante che avrebbe dovuto mutare la costruzione del nuovo stadio in ristrutturazione dello stadio esistente. Abbiamo ripetuto allo sfinimento che non si capiva come la ristrutturazione e gestione di un bene pubblico sarebbe potuta finire nella mani della Lucchese senza gara d'appalto (si noti che il sindaco ha iniziato a parlare di gara d'appalto solo di recente, dopo che lo abbiamo sollecitato in merito moltissime volte ma soprattutto - forse per coincidenza - dopo lo scandalo corruzione).

Insomma, la possibilità per i proprietari della Lucchese Libertas di non rimettere centinaia di migliaia di euro l'anno nella gestione della squadra è pian piano scemata di fronte ai tentennamenti e dietro front del Comune, ma noi rimaniamo dell'idea che non doveva essere nemmeno prospettata, e che il grande errore del sindaco sia stato quello di non chiarire immediatamente che non potevano essere nemmeno ipotizzati scenari di scambio quali quello che invece è stato messo in piedi e che poi è crollato seppellendo sotto le sue macerie un club ultracentenario.

Eppure Valentini e Giuliani le loro promesse le avevano mantenute, avevano riacquisito lo storico marchio e riottenuto la denominazione Libertas 1905, avevano cavalcato trionfalmente le serie inferiori fino a tornare in Lega Pro, ma coerentemente con quelli che erano i loro programmi e proclami avevano tirato i remi in barca quando era stato chiaro che oltre a buttare soldi al vento dalla gestione della Lucchese non avrebbero ottenuto niente. E se al socio di minoranza Giuliani va certo riconosciuta anche una buona dose di passione e genuino attaccamento alla maglia - è da sempre tifosissimo della squadra - non deve stupire che lo stesso sentimento non sia stato condiviso dal socio di maggioranza Valentini, pratese e verosimilmente nell'impresa solo per fini imprenditoriali.

E' ben nota quindi la farsa che nell'ultimo mese ha visto Valore, già da tempo disimpegnata, vendere le proprie quote a una società genovese, tale Nice Srl rappresentata dal delfino del sindaco Bulleri, il cui ruolo in questa vicenda ci sembra tutto da chiarire in quanto finanziariamente l'acquisizione di una scatola vuota è stata talmente grottesca da non trovare ragioni concrete visibili ai nostri occhi.

Per iscriversi serviva la liberatoria firmata dai calciatori che attestasse che gli stipendi dell'anno passato erano stati pagati, oltre a una fideiussione bancaria di complessivi 600mila euro a garanzia degli stipendi dei calciatori del prossimo anno. Misure prese dalla Lega per evitare le gestioni scellerate all'insegna dei fallimenti che da anni affliggono le squadre delle categorie inferiori alla Serie A e la Serie B. Gestioni usuali per un settore che, come abbiamo visto, non ha senso commerciale.

La fideiussione è una garanzia che una banca offre in nome del proprio cliente, una garanzia che significa che se il cliente non pagherà la banca stessa si assumerà gli obblighi. Resta inteso, e ci sembra anche giusto che sia così, che la banca concede tali garanzie solo a clienti di cui conosce la consistenza, minimizzando i propri rischi. Con la Lucchese in queste condizioni tutto ciò era pura fantascienza: quote di maggioranza in mano a una società impalpabile, forse ancora in mano alla Valore in quanto la promessa di vendita era stata considerata nulla dal collegio sindacale della società, patrimonio sostanzialmente inesistente dal punto di vista del parco calciatori (che nel calcio sono merce) e inconsistente anche dal punto di vista dei beni materiali dato che i terreni di San Donato non sono utilizzabili per lo scopo per il quale erano stati acquistati.

Non è bastato l'intervento del Comune, che in extremis (e non si sa con quale rispetto per i cittadini) aveva racimolato 200mila euro da far confluire in una società privata quale è la Lucchese Libertas. Eppure pare che la fideiussione e quindi gli acquirenti della quote di maggioranza fosse stata trovata, ma non ci sono stati i tempi per perfezionare il passaggio di proprietà (viziato nella forma dall'accordo Valore-Nice) e quindi per presentare tutto a Roma. Adesso però qualcuno ci dovrà spiegare perchè si è arrivati al punto di dover correre per espletare gli adempimenti proprio l'ultimo giorno, eppure Valentini aveva annunciato il suo abbandono della squadra già dal luglio del 2010 - a causa della crisi del settore immobiliare, oltre che per lo stallo della questione stadio - e già in gennaio si erano dovute compiere operazioni di mercato per reperire liquidità. D'altra parte non si trattava di andare a comprare un etto di prosciutto all'alimentari, far tutto in poche ore ci è da subito sembrato utopico, ma anche in noi la speranza è stata viva fino all'ultimo secondo. 

Una speranza priva di ogni senso logico visto che il mondo del calcio ci sembra tutto sbagliato, ma comunque una speranza mossa dalla passione e dal sentimento per una squadra e uno sport che - al di là di tutti coloro che ne parlano con fare da saccente guardandolo dall'alto in basso - rappresenta ancora il fenomeno sociale e aggregativo più importante d'Italia. Lo stesso sentimento che fino all'ultimo ha fatto trepidare d'attesa gli ultimi affezionati rossoneri, poche centinaia o decine ormai, ultimi irriducibili di una passione violentata fino alla morte e che adesso avrà bisogno di moltissimo tempo per risorgere. 

Leggi anche: Lucchese: è la fine

| Altri

 

Commenti

Il contenuto dei commenti non costituisce notizia giornalistica

12-07-2011 / Q.D.P.

Ma quale requiem! I lettori de Lo Schermo non sono che contenti di questo fallimento! Non leggete i commenti??

12-07-2011 / luca

bell'articolo
tutto vero (purtroppo)
io cmq sono un lettore dello schermo e sono tutt'altro che contento della fine della lucchese.

12-07-2011 / lucida degli specchi

Ecco un 'riassunto delle puntate precedenti' chiaro e, finalmente, completo!
Grazie al giornalista autore dell'articolo per aver fatto capire questa vicenda anche a me, che di calcio non capisco un granché.

12-07-2011 / filippo

è arrivata l'ora di fare parchi giochi e verde pubblico!!! basta col cemento di su' ma' cane!

12-07-2011 / LOPINOT

BELL'ARTICOLO CHE SPIEGA BENE QUELLO CHE SAPEVAMO GIA' TUTTI, TIFOSI COMPRESI! PECCATO PER LA LUCCHESE, MA BISOGNAVA PENSARCI TUTTI PRIMA DI VOTARE QUESTI PERSONAGGI. UN' AMMINISTRAZIONE DEL GENERE NON PUO' CHE PRODURRE QUESTI DISASTRI: SQUADRA FALLITA, OSPEDALE NUOVO CHE NESSUNO VUOLE, VIABILITA' INESISTENTE, EDILIZIA IN MANO AI SOLITI IMPRENDITORI E UNA CITTA' MORTA!

12-07-2011 / alberto

concordo con quanto detto da QDP... :D
che sono sti toni tristi?
a me pare una notizia certamente non bella..ma nemmeno così brutta...
insomma c'è ben altri problemi in giro... REQUIEM?
non c'è la lucchese? pace
fra un po' un altra squadra ci sarà, prenderà il nome se non uguale quasi uguale..e si raccatterà la tifoseria di questa...
non è morto nessuno!
anzi morto un papa se ne fa un altro..
e vista la simpatia che il calcio e il marcio che ci sta in torno genrarno ultimamente...sarebbe anche ora che il 'se ne fa un altro' implichi qualcosa di meglio..............

12-07-2011 / simone

Oltre ad un "bravo" al giornalista, credo che uno se lo meriti anche Filippo... e scrive un tifoso (ma non cieco) della Lucchese. Basta speculazioni e basta cemento a Lucca! Il prossimo imprenditore speriamo venda biciclette, almeno finiamo le ciclabili!!!!

12-07-2011 / nicola

condivido l'articolo....pero' ti sei sbagliato caro...i tifosi della lucchese non sono rimasti poche decine o centinaia...forse ti sei sbagliato con viareggio...pistoia...ma dai dati ufficiali lega pro siamo l'undicesimo pubblico per presenze in italia in lega pro...a soli 400 spettatori dalla tanto esaltata la spezia...che certo non a problemi societari....in un anno bestiale 2500 di media...livorno in serie b stadio vuoto con 3500 circa...lo so che ci soffrite anche voi per la morte della pantera...ma non vi preoccupate...si rialzera' ancora una volta per la vostra immensa gioia...orgoglioso "desse" nato "drento"le mura

12-07-2011 / amica

per il rispetto di tutti coloro che hanno avuto nel cuore i colori di questa maglia ci vuole silenzio, no commenti.

12-07-2011 / Luca

Non capisco chi e contento che la propria squadra che rappresenta la sua città sia contento che e fallita roba da briaiii

12-07-2011 / pf83

Bravo Nicola, questi gufi ancora sperano che chi ha veramente nel cuore Lucca e la sua squadra siano quattro gatti.
Siamo tanti ed inca**ati!
Forza Pantera, contro tutti i gufi e specialmente (che tristezza) quelli nati in questa splendida città.

12-07-2011 / Camillo Auricchio

Non e' possibile che in una situazione del genere ci siano tanti sciacalli. La Lucchese e' l'orgoglio di un popolo fiero ed emancipato. Perché andare a cercare sempre uno scopo in ogni cosa che si fa? Non vi rendete conto che bisogna avere il coraggio di emanciparsi ed uscire dalla logica della miopia delle corti. Lucca e' una città splendida ed internazionale e bisogna che ognuno dia il suo ccntributo per farla emergere.

12-07-2011 / Camillo Auricchio

Rispondo ad Alberto che parla male degli imprenditori. Ricorda che sono quelli che mantengono centinaia di cittadini lucchesi rischiando tutti i giorni sulla propria pelle, che aiutano i disabili da tutti i benpensanti dimenticati. Il popolo Lucchese e' molto più intelligente di quello che pensate si riscatterà ma non come penate voi benpensanti e nullafacenti ma rimboccandosi le maniche e via per un altra avventura vera. Poche seghe...

12-07-2011 / VERGOGNATEVI

Vergognatevi tutti.
Quanta incompetenza. Quanta ignoranza. Ha ragione Auricchio quando parla di s*******i. Banchettare sulla pantera è da sciacalli. Chi si ricorda la promozione in serie B? E la B al braccio di Garibaldi? Io c'ero e la gioia di quei momenti è per me motivo di emozione eterna. Voi s*******i che emozione provate? Godete solo quando vedete un cadavere!!!
Onore a tutti quei ragazzi che inseguendo un amore hanno perso la voce a gridare "LA LUCCHESE SIAMO SEMPRE E SOLO NOI, SOLO NOI, SOLO NOI, LA LUCCHESE SIAMO SEMPRE E SOLO NOI".
Godete godete s*******i, ma se è tornato il Pisa, tornerà anche la Pantera.
QUESTA E' LA NOSTRA FEDE
QUESTA E' LA FEDE NELLA LUCCHESE
E SIAMO FIERI DI FAR PARTE DI 105 ANNI DI STORIA.

13-07-2011 / 1905

..grandi gli ultimi commenti,vi sono vicino,perchè sono uno di voi,uno come nicola,nato drento le mura.....vorrei soffermarmi anch io sui commenti dei gufi,sul disprezzo gratuito,sul pensare di essere onnipotenti,e capire un emozione senza mai averla vissuta..ma oggi è un giorno triste,e preferisco andare oltre,essere umile e esporre le mie emozioni...la vecchia pantera è stata,ancora una volta,uccisa...da fantomatici pagliacci,i cui volti e nomi sono ormai ben chiari..gente che si è riempita la bocca di belle parole..spesso offendendo direttamente il grande pubblico lucchese,che dopo il primo fallimento dopo 105 anni di storia,era tornato a riempire lo stadio,con 5000 persone,a 15euro di biglietto popolare (stica**i)..e nonostante questo mai un elogio,una citazione,ma solo offese gratuite,verso una città che dava loro il pane,e verso i tifosi..che oltre a questo hanno dovuto subire gesti tristi da parte di giocatoretti del calibro (eh beh) di mariotti e carloto ad esempio..gia carloto,il capitano (non mio),quanto mi mancano gente come carruezzo,paci,cribari,monaco,rastelli..solo per citarne alcuni... per tornare ai pagliacci,avete calpestato una cosa che non era vostra,una squadra tra le piu gloriose e le piu longeve...e ancor piu mi mancherà vedere la magica lucchese sui campi che le competono...ma la maglia rossonera e le emozioni che mi ha regalato saranno sempre con me,e con tutti quelli che come me 'la lucchese siamo sempre e solo noi'...A LUCCA SOLO LUCCHESE...

13-07-2011 / filippo

A chi argomenta dicendo che sia inconcepibile non amare contemporaneamente la propria città e la sua squadra di calcio ricordo due dati : manifestazione pubblica dopo arresto di assessore & c. circa 60/70 partecipanti, manifestazione per la lucchese 300/350 partecipanti. E' fuor di dubbio che a Lucca si ami di più la squadra di calcio ... e non mi sembra una cosa buona !

13-07-2011 / Gianni

Dispiace che sia andato cosi... ma la farsa e' andata troppo alle lunghe, con nessuno, ripeto nessuno veramente interessato a salvaguardare la squadra. Chi del resto metterebbe le mani in tasca per salvare l'insalvabile? mica i tifosi (intendo quelli che vengono allo stadio e pagano il biglietto (e non i parasiti che hanno tessere gratis) possono comprare tale relitto, perche e' cosi, un vertice che vedeva solo la gestione della Lucchese come un torna conto, giocatori che pensano solo all'ingaggio e riscuotere. Sono anni che la discesa e tale... oggi chi metterebbe due soldi qui??? (anche senza ritorno) se la Luccese deve essere solo una tassa in piu, beh.... non e' possibile... poi sperare di avere il consenso popolare se quanche politico fa qualche elemosina... Pertanto, bei ricordi... ma ora basta, sono anni che mi hanno nauseato, dalla direzione della squadra, la mentalita' commerciale di tutti i conivolti, al primo cenno di difficolta nel pagare stipendi... il fuggi fuggi....E sono solo i tifosi che credono nel vero spirito sportivo. Ma Oggi il calcio non si fa con i sentimenti di una volta. Io do ma voglio guadagno e non poco... questo è la realta di una societa' calcistica di oggi. che tristezza... ma pazienza.

13-07-2011 / Loretta

Sono molto dispiaciuta per tutte le persone che oggi soffrono e posso capirlo. Quello che non capisco e' perché si dica che una cItta sia rappresentata dalla squadra di calcio o cosa c entri l orgoglio di un "popolo fiero e emancipato"

La maggior parte dei lucchesi non si sente affatto rappresentatada una squadra di calcio, il cui tifo ricordo peraltro molto di più i tornei medievali (bellissimi) che non l emancipazione (da cosa) di un popolo.

E se per mantenere in vita la passione di tanti sportivi dovevamo mandare al fallimento una società come la cipriano...scusate ma io preferisco conservare il posto di lavoro degli operai...a meno che i tifosi non si facciano coraggiosamente carico di mantenere le loro famiglie...

Se il calcio e' diventato un pozzo senza fondo e non riesce a mantenersi con le proprie forze ma deve spolpare società che poi per rientrare dalle spese assurde devono organizzare affari poco chiari, io credo che un po' di autocritica debbano farsela anche i tifosi, che pretendono dalle loro squadre acquisti folli e spese sconsiderate...un po' di sano ridimensionamento a tutto il settore non farebbe male...o ai tifosi importa solo di mettersi la sciarpa la domenica senza voler domandarsi a che tipo di gioco stiamo in realtà giocando?

13-07-2011 / marco

E' possibile che in relazione allìaffare "Lucches 1905" mi riferisco alla partecipazione del sig. Giuliano Giuliani vengo regolarmente censurato ?
Ma veramente , mentre avvenivano i fatti il socio Giuliani era andae? Ma veramente solo Valentini era l'artefice di tutto il casino successo? Ma veramente qualcuno pensa che l'episodio gara Steccone sia una invenzione? Ma veramente nessuno è abbastanza curioso di voler capire la NICE?
Seguitate a censurare. come d'altra parte la stampa locale è abituata a fare. Lo STECCONE grida vendetta e la ditta capofila vincitrice della gara, guarda caso, è l'impresa Cipriano cui mancavano a dicembre una manciata di euro per pagare gli stipendi. La valore ha avuto 18 milioni di euro sequestrati, ma gli mancavano una manciata di euro per pagare gli stipendi di dicembre. Ma che credono di prendere per il c...o.

13-07-2011 / roberto

Caro Auricchio leggiti la definizione di imprenditore sul codice civile..quello che tu vai rantolando come gesto eroico si chiama"rischio di impresa"...e nessuno obbliga nessuno a diventare imprenditore anche perchè di imprenditori che girano in Panda e guadagnano mile euro al mese personalmente non ne conosco e se ci sono sono a rischio fallimento e il fallimento è un evento previsto dal codice civile, senno' caro Auricchio faremmo tutti gli imprenditori e non ci sarebbero lavoratori dipendenti che quelli si guadagano mill euro al mese e permettono agli imprenditori di guadagnarne diecimila e di girare in suv, cosa c'entri qs poi con aiutare i disabili mi sembra veramente fuori luogo e un autoincensarsi incredibile....i disabili vengono aiutati dai soldi dei contribuenti, dai volontari e magari anche dai contributi degli imprenditori...caro Auricchio una bel bagno di umiltà, caro Tronchetti Provera de noartri....la Lucchese deve andare ai tifosi azionisti, con azionariato popolare e se in qs modo il massimo che si potrà raggiungere sarà l'eccellenza pazienza,se come dice 1905 ci sono 5000 tifosi che vanno allo stadio(non so quando li ha visto lui in questi tre anni cinquemila tifosi, se vediamo i paganti degli ultimi tre anni non credo che in media si superino i 2500)e 5000 tifosi danno cento euro sono già 500000 euro, se ne danno meno pazienza, meglio comunque che tenere una interà città sotto ricatti e pretese di imprenditori che in cambio del ruolo di salvatori della patria esigono appalti, concessioni ecc...a scapito di tutta la collettività anche alla stragrande maggioranza che dobbiamo essere obiettivi non ha interesse per la Lucchese.Io sono dispiaciuto, non godo certo per il fallimento della Lucchese ma quello che PRETENDO è che visto che in 40anni non ho visto nessun imprenditore dei grandi imprenditori lucchesi dal cartario in giu' interessarsi alla Lucchese e gli altri di piccole imprese che si avvicinano solo se in cambio hanno appalti per dieci volte l'investimento, ecco quello che PRETENDO da tifoso è che se non si fa avanti un grande imprenditori tipo appunto i vari cartari che la Lucchese piuttosto diventi dei tifosi con azionariato popolare.Di imprenditori che fanno cadere dall'alto il loro aiuto con l'arroganza dimostrata per esempio da Auricchio in qs suoi interventi sullo Schermo noi nn ne vogliamo sapere.Che si tenga il suo giocattolino che ha e che non rompa le scatole alla Lucchese.Per i suoi strali sulla bontà degli imprenditori avrei da dirgli altre mille cose ma preferisco finire qui.

13-07-2011 / maurizio

francamente in questo momento mi sta molto a cuore Giuliano Cipriano Giuliani e tutti i soldi che ha buttato in questa barca che fin dal primo momento stava affondando.
Voi, Signori tifosi quanti ne avete buttati? la maggior parte di Voi manco il biglietto paga! E lo chiamate attaccamento?

13-07-2011 / ELDO

E' scandaloso come si permetta a questi imprenditori di giocare a monopoli con una città intera, compro la squadra di calcio, faccio lo stadio centro-commerciale, poi faccio un mega progetto a s.anna, un altro a s.concordio....
E' vergognoso, tutto gira solo esclusivamente in mano ha chi ha il potere del soldo, che vuole ancora più soldi e ancora di più.
NON ESISTE PIù UN'ETICA!!!!

13-07-2011 / Fomteme

Uno può avere o no la passione per una squadra di calcio , ma affossare come si legge su questo sito , e con tanto astio , una espressione della propria città è una cosa scandalosa . Non riesco a capire il perchè di tanto livore.
Per noi tifosi è come se fosse morto un familiare , un caro con cui abbiamo condiviso anni di passioni , chi non lo capisce amen , ma la cattiveria non so che senso abbia. Basterebbe ignorare ..........

13-07-2011 / lila

da quanto leggo e capisco dall'articolo consiglierei allo schermo di evitare di parlare di calcio,dato che si nota l'assoluta mancanza di passione verso questo sport.

13-07-2011 / Alessandro L.

@Lila: non è compito de loschermo avere passione per ciò di cui scrive, è compito de loschermo semmai raccontarle i fatti. Chi le racconta i fatti anteponendo ad essi la passione la sta ingannando, oltre a non far deontologicamente bene il suo lavoro di giornalista.

13-07-2011 / Castruccio

Strano, come parlo di Giuliani il mio commento non viene pubblicato...sarà un caso? come per Marco?

13-07-2011 / lila

bene caro alessandro.Allora dato che compito dello schermo è quello di raccontare i fatti dò,nel mio piccolo, un modesto suggerimento:perchè non fare una bella inchiesta sui fatti che hanno portato al fallimento della lucchese?Partendo proprio dalla sua assegnazione per finire alle ultime sconcertanti vicende.Grazie.

13-07-2011 / Q. D. P.

Vado a lo stadio da quando ho 5 anni e lo sa Gesù il numero di partite che devo aver visto, tra casa e trasferta, della Lucchese in vita mia.
Però stavolta ho vissuto il fallimento in modo molto meno traumatico di tre anni fa: purtroppo quest'anno non vedevo come sarebbe potuta andare diversamente, erano mesi che si annusava questa fine.
Non credo che avrò la forza di seguire un'altra volta la squadra in qualche inferno.
Loschermo, un bell'articolo sulle prospettive?

13-07-2011 / daniele

chi gioisce per il fallimento e giudica l'amore per la lucchese.......cosa significhi della vita non c'ha' capito nulla....non si giudicano le passioni degli altri
-------------------------------------------------------
:
la tua sensibilita' nascosta mi ha' toccato
tanto.ho' visto le due parti di daniele: quello che grida come una
bestia al guardaline e all'arbitro e quello che mi fa'
l'onore di
scrivere un pensiero su di me sul muro che mi ha' fatto tanto
emozionare...
grazie per quello che avevi scritto e non posso spiegarti
come mi sono sentita quando me l'hanno letto..ho' pianto 3 ore
sul mio
letto al pensioro che devo andare via e lasciarvi a lucca.
il momento
quando mi hai fatto pensare al mio papa' era per
"pistoiese-lucchese"
quando stavi vicino al terreno da solo senza ombrello,sotto la pioggia
a vedere la partita(che poi non si vedeva bene neanche)...Questo era
l'esempio tipico di quello che puo' fare il mio papa' anche
quando e'
passionato di qualcosa,a lui a lui non importa neanche niente in quei
momenti.....
e quindi ho' fatto esattamente quello che avrei fatto se
era il mio papa':son andata a coprire col mio ombrello
quest'uomo li',
vicino al terreno di gioco da solo sotto la pioggia.........
ti voglio
troppo bene daniele
questi momenti non potro' mai dimenticare e credo
davvero che sia il merito di vostra (nostra) SARA...non sono molto
religiosa ,pero' credo veramente a questa cosa che SARA e'
sempre stata
con me e sempre con noi.e' lei che mi ha' portato tra voi tutti
e
volevo ringraziarla di avermi dato la possibilita'di conoscervi
tutti e
di conoscere il suo ambiente...
non sappiamo che suvvedera' nel futuro
la vita e' strana e anche il destino non sappiamo che combina
pero' una
cosa e' sicura..io ci sono sempre per voi... ci sono per tutti voi
che
mi avete dato tutto questo amore ma anche per la lucchese..
l'ho' detto
a silvia e riccardo anche,che,nel test 2 avevo risposto
"niente" alla
domanda " quanto soldi darei per vedere la lucchese in
b"....... oggi
vorrei cambiare la risposta perche' se potevo dare tutti i miei
soldi e
anche di piu' per avervi tutti felici allora lo farei volentieri
perche' ve lo meritate.......
grazie ancora e non dimentichero' mai il
tempo passato a lucca tra di voi.........
fate ammodo finche' non
torno.
la vostra bimba anjum.................
------------------------------------------
ora continuate a gioire per il fallimento di una passione.....

13-07-2011 / Stefano Giuntini (Redazione)

@Lila: questo non è un blog di tifoseria, ma un organo di informazione. Ricordiamoci quello che diceva Enzo Biagi sulla professione di giornalista: "Non abbiamo l'obbligo dell'apostolato o della battaglia, ma quello della coerenza".

LoSchermo.it non è tenuto insomma a strizzare l'occhio ai tifosi per ingraziarseli, ma ha il dovere di fornire ai suoi lettori il materiale per potersi formare una propria opinione sui fatti.

E' dal 2007 che, prima sulla Lucchese e poi sul nuovo stadio, il nostro giornale - spesso da solo - solleva dubbi e denuncia la poca chiarezza di certi scenari.

Per verificarlo basta fare una veloce ricerca nel nostro archivio.

Magari lo fa senza strillare e con il giusto distacco, però rispetta la sua missione deontologica, prima di tutto. Lei crede, cara Lila, di potere affermare altrettanto di altre testate del territorio?

La "passione" a volte è partigianeria - o opportunismo - e spesso non è niente più che l'ennesimo stratagemma per creare empatia con il lettore e cavalcarne l'onda emotiva per vendere copie. E' lecito farlo, sia chiaro, ma noi non ne abbiamo bisogno, perché forniamo il nostro servizio ai cittadini gratuitamente.

L'unica passione che ci sentiamo di poter manifestare, in questo senso, è quella per la verità, che troverà di certo nell'articolo sopra. Quindi ci scuserà se continueremo a scrivere anche di calcio, con la dovuta sobrietà e professionalità.

Distinti saluti,

Il direttore.

13-07-2011 / giovan sergio benedetti

Non è un giorno di lutto

Ma siamo sicuri che sia un giorno di lutto cittadino quello in cui muore la Lucchese Calcio?

Invece che fare grandi progetti di rifacimento dello stadio, che poi s’è visto sono a rischio corruzione, sarebbe meglio demolire quell’orrenda costruzione di evidente epoca e stille fascista,la cui gradinata ho frequentato verso la fine degli anni cinquanta, all. Zavatti, e farci un bel parco pubblico, piantandoci qualche albero, con giochi per bambini e panchine per gli anziani, magari per gli ultimi anche un campetto per il gioco delle bocce,

bowling su prato, insomma

Giovan Sergio Benedetti Capannori
cittadino lucchese dal 1957 al 1982

13-07-2011 / Alessandro Lazzarini (Redazione)

@LILA
bene caro alessandro.Allora dato che compito dello schermo è quello di raccontare i fatti dò,nel mio piccolo, un modesto suggerimento:perchè non fare una bella inchiesta sui fatti che hanno portato al fallimento della lucchese?Partendo proprio dalla sua assegnazione per finire alle ultime sconcertanti vicende.Grazie.
_______________________
Lila mi riallaccio al suo commento e alle sue richieste per chiarire alcuni aspetti che, mi rendo conto leggendo le opinioni dei lettori, non ho chiarito a dovere nell'articolo.

Innanzi tutto le assicuro che prossimamente pubblicheremo un resoconto tecnico e dettagliato della vicenda, intanto ci tengo a precisare che ciò che è successo ieri è molto banale e semplice: la Lucchese non è assolutamente fallita, semplicemente i proprietari della Lucchese non hanno pagato i loro debiti verso i calciatori nè le quote e le garanzie richieste dalla Lega per iscrivere una squadra al campionato di Lega Pro.

Una ditta può riempirsi di debiti senza onorarli e continuare a vendere la propria merce sul mercato, almeno finchè qualcuno non fa un decreto ingiuntivo e quindi - se perdura l'inadempienza - una richiesta di fallimento. La Lucchese intesa come ditta esiste ancora, non è fallita, semplicemente non può avere una squadra in Lega Pro perchè non ha tirato fuori i soldi per parteciparvi. In pratica, le varie peripezie riguardanti la società sono cronaca, mentre il fatto in se è che la Lucchese Libertas 1905 non si è iscritta al campionato di Lega Pro perchè non ne aveva (o non ne ha voluto avere) le possibilità economiche.

13-07-2011 / Eva

Forse l'azionariato popolare è davvero l'unica via per restituire un po' di dignità alla Lucca calcistica, che ne pensate?

13-07-2011 / Q. D. P.

@Eva: non so esattamente come funzioni, ma se conta sul fatto di convincere i lucchesi a tirare fuori i soldi per la squadra della propria città...temo che possa andar bene giusto se miriamo alla prima categoria, massimo promozione!

13-07-2011 / roberto

@Eva, sono il primo a sostenerlo, come ho già piu' volte detto, se dobbiamo sottostare ad imprenditori stile Auricchio che parole testuali "che sono quelli che mantengono centinaia di cittadini lucchesi rischiando tutti i giorni sulla propria pelle, che aiutano i disabili da tutti i benpensanti dimenticati" allora tutta la vita azionariato popolare...visto che a me mi mantiene il mio lavoro e non l' imprenditore per cui lo svolgo, lavoro che permette anche a lui di campare casomai e non viceversa...

13-07-2011 / Logan

Beh almeno abbiamo risolto la questione stadio: non serve più, per cui possiamo finalmente abbatterlo e farci un bel giardino con alberi, fontana e panchine. O magari, e se torna il Chiari è sicuro, un bel parcheggio a pagamento.

13-07-2011 / Dario Giorgi

non è che questi "imprenditori" (o prenditori... ) hanno trovato terreno fertile grazie a qualche politico, assessore, etc etc etc...?

...o meglio, se questi personaggi (assessori, dirigenti, faccendieri, figlidipresidenti illustri) non avessero cercato in ogni modo di favorire i proprietari della lucchese, forse forse avrebbero venduto ben prima e la lucchese esisterebbe ancora?... rivotateli eh...

13-07-2011 / alessandro

@logan
ci sarebbe anche da risolvere la questione teatro in città, se si deve demolire, facciamo tutto insieme..........tanto la gestione è fallita no?

13-07-2011 / Zorba

si tra l'altro anche il colosseo non lo usa più nessuno, io lo abbatterei (vi farei notare che è uno stadio).

13-07-2011 / Dario Giorgi

oh ragazzi un'ischerzate che en cose serie, c'è chi s'è girato l'italia in lungo e in largo per trovare i soldi, chi è finito al gabbio perchè voleva rifare lo stadio... per nulla il prete un canta la messa... stadio non fare lucchese non giocare, era stato detto a suo tempo da GG % Co., almeno su questo sono stati di parola...

13-07-2011 / Logan

Ahaha paragonare il colosseo o un teatro al porta elisa, uno stadio rattoppato che cade a pezzi e fa schifo a vedessi tanto che fino a ieri lo volevate rifà a san donato... siete impagabili!
Aggiungo le mura, che tanto i pisani non ci minacciano più.

13-07-2011 / Dario Giorgi

Ora che ci penso, ma i terreni di San Donato, pagati a peso d'oro (un pò come pagare 20.000 euro una panda del '98) che fine faranno? Come mai li hanno pagati così tanto? Chi ha fatto promesse che poi non ha potuto mantenere, mettendo quindi in cattive acque la Lucchese? Chi ha promesso una via facile e in discesa per ristrutturare lo stadio? Il giochino si è inceppato, alcuni degli ingranaggi sono rimasti invischiati in inchieste, altri, non capisco perchè, sono ancora puliti, per avendo le mani bene in pasta... alla fine ci rimettono i cittadini, che vedono aree sequestrate, cantieri chiusi, squadre fallite... Cari politi lucchesi, l'avete ridotta davvero male questa città, sarà dura fare peggio di voi...

13-07-2011 / federico

@GIOVAN SERGIO BENEDETTI

ascolta...ma se non te ne frega nulla, che vieni a commentare??? sembra quasi che lo fai per ripicca a qualcuno...non capisco tutta questa ansia di vede finire la lucchese, ok non te ne frega nulla??? libero di scriverlo ma non di offendere chi si è visto togliere una passione perchè quelle che scrivi sono offese...te c'hai la passione dei parchi??? e vai al parco...

13-07-2011 / Lupus in fabula

Federico,ma quali offese?!Ora basta con questo atteggiamento,ma chi l'ha detto che tutti devono per forza piangere una squadra di calcio?!Ma dove sta scritto che se uno non sta per la lucchese non è degno di essere considerato un cittadino e se esprime pareri che non siano in linea con quelli dei tifosi sia offensivo?!S'è capito che soffrite perchè avete perso la vostra sqadra del cuore,ma non potete andare aventi con questo atteggiamento nei confronti degli altri!Invece di fare il vittimisti alzate il c**o e datevi da fare per la vostra squadra se la amate tanto!Dove sono le voste proposte qua?Non le leggo!Bene, iniziate a usare questo spazio in maniera costruttiva invece che piangervi addosso e dare contro a tutti quelli che si permettono di contraddirvi in questo triste momento di lutto!Che roba, non ci si crede davvero!!!COMPORTATEVI DA PERSONE MATURE E RESPONSABILI CARI TIFOSI!

13-07-2011 / DANIELE

LEGGETE LA VERITA'
GAME OVER


Era da tanto tempo che non scrivevo, anche e soprattutto perché gli scenari cambiavano in continuazione, e quello che oggi appariva certo, domani veniva puntualmente smentito.
La gloriosa (ma solo per i tifosi…) Lucchese Libertas 1905, esce di scena per la seconda volta in tre anni, facendolo nel peggiore dei modi e, ironia della sorte, il giorno del Patrono della città, S.Paolino. Il “teatrino” è durato diverse settimane e a questo triste spettacolo di bassa leva, hanno partecipato come attori protagonisti, le Istituzioni (Comune e Provincia), Il Gr
http://www.forzalucchese.net/index.php?pag=notizia&num=349

13-07-2011 / Mary

maddai!allora se uno non la pensa come voi NON DEVE COMMENTARE???se credete che questa storia della lucchese gravi solo sulle spalle di voi tifosi riguardatevi le cronache degli ultimi tre anni quindi TUTTI I CITTADINI HANNO DIRITTO DI PARLARE!a me a questo punto viene davvero il dubbio che quelli che se ne fregano di tutto (tranne la luccheseovvio)siete proprio voi ma spero di sbagliarmi!comunque in un'ottica di libertà d'espressione è giusto che tutti esprimano il loro punto di vista senza essere tacciati di GUFI (come ditevate a quelli che al tempo erano contro l'egiziano e farli pure finire sotto scorta come quel giornalista del tirreno salvo poi ricredervi) o s********i!!!ma vi rendete conto della bassezza generale di tutta questa storia?e nel nome di cosa?????

13-07-2011 / BOB

FORZA LUCCA SEMPRE NOI TIFOSI ROSSONERI X NOI TIFOSI ROSSONERI è TRISTE ...........X VOI CHE SIETE DI LUCCA E CHE GODETE PER IL LA LUCCHESE NON C'è PIU MI FATE P**A ..........ANDATE A STA A PISA.

13-07-2011 / lila

bene alessandro attenderò con impazienza il risultato della tuA Inchiesta giornalistica. Ti ringrazio in anticipo.

13-07-2011 / federico

@lupus in fabula
Ora basta con questo atteggiamento,ma chi l'ha detto che tutti devono per forza piangere una squadra di calcio?!Ma dove sta scritto che se uno non sta per la lucchese non è degno di essere considerato un cittadino e se esprime pareri che non siano in linea con quelli dei tifosi sia offensivo?!
---------------
infatti dov'è scritto? ho scritto questo???
ci mancherebbe che uno non possa esprimere quello che pensa! è solo che io penso che certi commenti per come vengono fatti sembra quasi che qualcuno ci goda e a me personalmente mi sembrano cattivi...io non mi piango addosso e non faccio la vittima, se ci sono vittime siamo noi tutti cittadini lucchesi perchè siamo di fronte a un comune a cui non frega nulla di niente, che gestisce male le questioni di ogni tipo, che cementifica, che è c******o...

13-07-2011 / Pico

ok,bravi tutti!ma a parte le biscarate tipo tirare giu' lo stadio ci sono proposte serie?vorrei sentire qua il piano d'azione dei tifosi nel dettaglio per esempio.....percje' mi pare che finora i blocchi di circonvallazione e le sfilate in centro hanno lasciato quel che hanno trovato.....quindi sentiamo che bolle in pentola!

13-07-2011 / Attanasio Cavallo Vanesio

non voglio entrare nel merito della passione sportiva e dell'amore per una squadra di calcio, ma purtroppo voglio anche rinfacciare ai tifosi di non essersi mai accorti (e quindi inca**ati) di essere innamorati della moglie di un altro, che l'oggetto del loro amore non gli appartiene e che ne possono disporre solo a discrezione del proprietario.
E' inutile dire "la lucchese siamo noi" o invocare aiuti e interventi in nome del fatto che migliaia di persone sono innamorate di qualcosa. La triste verità è che una squadra di calcio è una azienda, quindi una proprietà privata dei legittimi proprietari. Questa stortura esiste da sempre ed è sempre stata accettata dai tifosi, che tuttavia si devono anche mettere l'animo in pace se i legittimi proprietari decidono di non far giocare la loro squadra di proprietà. La lucchese apparterrà ai lucchesi solo quando se la compreranno, cioè mai. Nel frattempo questi tifosi (anche io peraltro sono un grande appassionato e sempre presente allo stadio a vedere la lucchese) la cui passione è certamente genuina, saranno costretti ad essere in balia dei capricci del padrone di ciò di cui sono invaghiti.

13-07-2011 / solo per la Maglia

Leggendo i vari commenti, esce purtroppo fuori la parte peggiore di noi Lucchesi. Quella delle ripicche, di usare questo spazio per far dipsetti verbali, del "te l'avevo detto", delle divisioni a priori per partito preso, ecc.....

Insomma, riassumendo, la nostra centenaria mentalità paesana.

Infatti, ci sono post che hanno la sola finalità di provocare quelle persone che veramnete hanno subito una trauma affettivo (seppur sportiva).
Mi permetto di porre un quesito al lor signori: avrete pur voi una passione nella vita? Che sia la politica, il collezionismo o qualsiasi altra cosa vogliate. Ecco, se per questa vostra detto interesse, qualcuno vi prendesse in giro o trovasse giovamento dalla fine della stessa, come vi sentireste?

Attendo risposte.

13-07-2011 / dani

senza calcio, forse i lucchesi sposteranno l'attenzione sul modo in cui il Comune spende i loro soldi. Anzi, mi auguro che il calcio italiano fallisca quanto prima, perchè è un lusso che NON CI POSSIAMO più permettere (un giocatore vale quanto un bilancio comunale) e un diversivo che NON CI DOBBIAMO più concedere, lasciando alla politica becera e corrotta di agire come più le pare.
La Lucchese è stata finora usata per raggiungere speculazioni edilizie e non certo per fede sportiva. C'è ancora chi crede che ci sia in giro qualche allocco pronto a tirar fuori centinaia di migliaia di euro a fondo perduto, solo per amore del calcio?

13-07-2011 / pippo

Lo schermo, ce lo fai un bell'articolo inchiesta sullo scandalo del sangue infetto? queste sono cose che onteressano ai lettori. Ve ne sarei grato.
Distinti saluti
Pippo Marchioro

13-07-2011 / Massi

Io non sono per nulla stupito dai commenti sulla fine della Lucchese,sò benissimo che a alla stragrande maggioranza dei lucchesi,della Pantera non è mai fregato nulla,come del resto non importa nulla di altri sport cittadini,dei Comics,del Summer Festival ecc ecc anzi sono visti solo come cose fastidiose e da eliminare.A Lucca manca l'orgoglio di essere Lucchesi,è una città sorda e chiusa,e allora mi chiedo,ma ai Lucchesi cos'è che interessa,sempre che ci sia qualcosa.....Forza Lucchese Sempre e Comunque!!!

13-07-2011 / amica

sono contenta che oggi sia emerso un pò di quel'emozione che i colori rosso neri hanno lasciato nei nostri cuori, rimarranno per sempre! grazie
C'è troppo scontento in tutto e per ogni cosa, sembrava di respirare veleno leggendo tutti quei commenti negativi precedenti al mio!! Animo ragazzi cosi' non si va da nessuna parte!!!!!!!

13-07-2011 / marcomariti

povera lucca mia come siamo ridotti male.
SEMPRE FORZA LUCCHESE.

13-07-2011 / Osservatore

Sono io che dico COME SIAMO RIDOTTI MALE,caro marcomariti.

Leggo infatti dalla bacheca di Facebook del tifolucchese,in riferimento ai commenti a questo articolo e ai commentidella nostra comunità di lettori,questa perla di classe e democrazia:

http://www.facebook.com/profile.php?id=1491577601

"sentite, lo schermo non è neanche un quotidiano, è da sempre una m***a, lasciate perdere, non ci fate caso. tanto è andata, dicano quel che vogliono, lo scrivano, se la tronchino poi in c**o".

Bravi!Voi si' che siete er mejo de Lucca.....voi il libero pensiero se non e' il vostro non sapete neppure che voglia dire!

13-07-2011 / luca tifoso rossonero

in tutti i commenti, sia dei tifosi che dei non tifosi c'è una cosa che accomuna: la consapevolezza che il calcio così non può andare avanti, in mano a gente senza scrupoli che pensa a tutto fuori che ad un progetto sportivo.

faccio un appello ai tifosi: non possiamo prendercela con chi non segue più questo calcio. organizziamoci per un azionariato popolare che ci consenta di controllare chi gestirà la lucchese, cercando di coinvolgere più persone possibile, senza criticare chi non ne vuole sapere.

faccio un appello ai non tifosi: è inutile criticare gratuitamente chi, in gran parte in buona fede, ha subito la cancellazione di una passione. i tifosi della lucchese sono in gran parte maturi. l'aggregazione dei tifosi è capace di altro che qui non viene ricordato:
defibrillatore, tenda per la protezione civile e materiale per la misericordia dai memorial Sara Di Piazza, 5000 euro al villaggio del fanciullo come ricavato di una festa, macchinario per il reparto pediatria dell'ospedale ricavato dalla vendita di un libro sulla storia del tifo a lucca. vorremmo essere giudicati anche per queste forme di aggregazione, non solo per 100 persone 5 minuti sulla circonvallazione.

faccio un appello a tutti, anche a questo quotidiano: adoperiamoci per scoprire tutte le verità sulla lucchese.
ne saremo tutti contenti.

saluti, luca

13-07-2011 / Lucia

fra tutti i quotidiani che potevano andare a INFAMARE hanno scelto proprio quello che assieme al tirreno ha detto SEMPRE le cose come stavano sulla lucchese!tanto era chiaro che questi non hanno la minima capacità di capire chi sono gli amici e chi invece gli sorride davanti e li frega da dietro!ricordiamo a riguardo il povero giornalista tronchetti sotto scorta perchè aveva osato parlar male di hadj e i presidi di tifosi a far casino sotto la redazione del tirreno!VERGOGNATEVI TIFOLUCCHESE MERITATE DI RIMANERE DA SOLI!!!!!

13-07-2011 / luca tifoso rossonero

@lucia
sono un lettore di questo quotidiano e lo apprezzo perché riporta solo la notizia e lascia ai lettori i commenti.
non condivido certi atteggiamenti dei tifosi e l'ho elencato nel mio post precedente.

posso dirti però, dato che l'hai portato ad esempio, in questo caso luca tronchetti non ha avuto la stessa carica che ha avuto (più che giustamente) nei confronti di Fouzi?
eppure non mi sembra una situazione tanto limpida quella della lucchese....
ma lui, insieme ad altri giornalisti, sarebbe andato in pellegrinaggio a Montenero se il puro Giuliani avesse salvato la squadra....

lucia, non esistono verità assolute...diamoci tutti una calmata e lavoriamo per scoprire il più possibile le magagne che ci hanno portato a questa situazione...
è capace tutti insieme ci divertiremo...

13-07-2011 / Lucia

@luca tifoso rossonero:non hai idea di quanto abbia apprezzato il tuo intervento,perchè mi apre la speranza che anche nelle file dei tifosi ci siano persone responsabili e civili come te,perchè il linguaggio usato su quel gruppo nei confronti della comunità di lettori di cui io e te facciamo parte mi pare davvero INDEGNO.e come ben sai non è la prima volta che i tifosi prendono abbagli e eleggono i loro 'falsi profeti' di turno difendendoli di fronte a tutto salvo poi ricredersi all'ultimo di fronte alle evidenze e fare marcia indietro per poi commettere gli stessi medesimi errori da forcaioli.capisco il dolore dell'ennesima retrocessione della squadra del cuore,capisco la passione,ma non capisco proprio come si faccia ogni volta a credere che il mondo sia il paese delle meraviglie per poi scagliarsi contro sempre a testa bassa,e con questi modi beceri,contro chi dice legittimamente e in piena libertà cose che non si vogliono leggere.ma non era forse lo sport l'immagine più nobile di disciplina e rigore?!perchè questi grandi 'sportivi' non sono sportivi???secondo me uno dei lavori da fare per voi tifosi è proprio all'interno delle vostre file,condannando e isolando certi esacitati e coatti per trovare finalmente una convivenza civile anche con tutti quegli esseri umani,prima che cittadini,che non sono bruciati dalla sacro fuoco della pantera rossonera.vedrete,le cose cambieranno in meglio ne sono sicura.d'altronde siamo tutti concittadini,tifosi e non.cerchiamo da entrambe le parti di non essere classisti.

13-07-2011 / Attivista di Centro

Non vado allo stadio e non sono neppure tifoso della Lucchese che ho seguito sempre con simpatia perché è la squadra della città in cui ormai da molto tempo abito piacevolmente. Sono profondamente dispiaciuto e mi sento coinvolto personalmente nel fallimento come sportivo e come cittadino. Come sportivo in quanto mai e poi mai mi sarei aspettato di veder un gruppo sportivo vincente, che ha fatto e dato spettacolo in questi anni sui campi da gioco, distrutto dall'egoismo e dal disinteresse in una città sicuramente civile ed orgogliosa come Lucca. Segnale evidente di un affievolirsi di valori sociali e comunitari che l'hanno sempre contraddistinta. Il calcio comunica emozioni forti che durano generazioni: emozioni che in caso di una promozione ad una serie superiore trasmettono all'intera città nessuno escluso. Come cittadino sono rammaricato per il danno di immagine, il danno economico e la perdita di una prospettiva sportiva ed urbanistica che ci lascia in eredità una struttura, lo stadio, fatiscente e precaria.

13-07-2011 / lucca repubblica

non leggo nemmeno i commenti tanto ormai lo spessore degli affezionati di questo sito ho capito che è dichiaratemente anti lucca in generale ..tralasciamo ..volevo solo far notare a chi ha scritto l articolo che i 200 mila euro del comune possono essere ritenuti un offesa al cittadino al pari dei fiumi di euro che annualmente l amministazione devolve a fondo perduto per il teatro del giglio ..e sono tanti se si pensa al ristretto numero di spettatori che riempiono la sala ..tra l altro sempre i soliti ..non troverei scandaloso quindi in futuro che una amministrazione destini una parte di quei soldi anche alla massima espressione sportiva cittadina che sicuramente coinvolge piu persone della stagione teatrale al giglio ......vi lascio alle vostre battaglie contro lucca in generale ricordandovi pero che se a lucca ci state cosi male l italia è piena di localita che ci sta vi aggradino maggiormente ..addio.

13-07-2011 / x osservatore

caro osservatore ..la differenza tra marco mariti a te sta tutta nel fatto che lui si chiama marco mariti ..tu ti firmi l osservatore...quindi in democrazia rispetta il parere di chi ci mette la faccia oppure con la tua rispondigli a tono ...osservatore ....

13-07-2011 / marco mariti

sì osservatore , hai letto quel che penso dello schermo, in particolare in seguito ad alcuni articoli. ciò che non capisco è perché mi dai del voi.

13-07-2011 / Giorgio

Vorrei sottoporre alla vostra attenzione due semplici domande che secondo me potrebbero essere interessanti per capire cosa sia frullato per la mente ai vari attori di questa storia, e magari per approfondire po' la discussione e distoglierla da accuse e risposte piccate:

1)Quali sono stati secondo voi i veri motivi -quelli veri, perché il vizio di forma nel passaggio delle quote da Valentini/Giuliani a Nice saltato fuori dal notaio mi pare una bella bufala- che hanno portato Giuliani & Co. a non dare il via al salvataggio della Lucchese? Cosa li ha stoppati? Di quali cifre di parla?

2)Oltre all'arrivo di giocatori giovani da alcune squadre di serie A (in cambio di cosa?), qual era il progetto economico-sportivo - se così si può dire- che era nella mente di Giuliani/Lumini per acquisire la Lucchese?

Conoscere A FONDO queste situazioni sarebbe di grande aiuto per capire. Grazie.

14-07-2011 / Luca

non si preoccupi signor Giorgio, se non li fermano, a queste domande risponderà la Magistratura a breve.
quello che è deprimente è che la storia vera , quella degli interessi monetari, dei giochi di palazzo e delle spartizioni, è sotto gli occhi di tutti, compresa la pletora ignorante e urlante dei beoti che, facilmente manovrati e pilotati da prezzolati giornalai (altro termine non mi viene...), fa finta di non capire e si illude che i sordi (come si dice a Lucca), 'un servino... Basta il cuore rosso nero; si, e due cipolle!
Poveretti.
La cosa peggiore è che in questa speculazione, fatta su tutta la città, appare totale il dispregio, l'indifferenza e la superbia di personaggi pubblici, amministratori, che, nati e cresciuti tra le braccia delle potenti famiglie lucchesi, hanno di fatto TRADITO un rapporto di continuità storica con il territorio. andrebbero processati anche per questo, accusa di tradimento. E, sia chiaro, ci son dentro tutti, anche chi, aveva sbandierato il suo ruolo di leader della opposizione, forte, costruttiva...(infatti, volevano costruire tutti).
Spero che qualche giornalaio, ops, giornalista coraggioso, e conscio del suo mestiere, abbia la correttezza di scriverlo chiaramente per farlo capire a queste teste ottuse, che si ostinano a cercare altre oscure verità, nonostante l'accecante luce che hanno davanti.

ps
avete notato l' ASSORDANTE silenzio di certi personaggi ex pubblici, improvvisamente retrocessi dalla scena, oppure di piazzaioli candidati in pectore a sindaco, ammutoliti improvvisamente? che succede, han perso la voce? sono in ferie?

14-07-2011 / roberto

@Grande Luca.Disamina perfetta.Io ho fiducia che la magistratura faccia pulizia.Anche e soprattutto dei politici soprattutto di maggioranza che già sono sotto indagine e di quelli che ci sono ancora non lo sanno.Perchè chi era alla guida di qs città non poteva non sapere e non avallare le scelte di chi ha nominato direttamente.

14-07-2011 / BRAVI

da tifoso vero quoto lucia e tifoso rossonero,no comment per tale marcomariti.....

14-07-2011 / marco mariti

bravi, no comment per tale me perché? ho scritto su facebook la mia opinione su"lo schermo". avendo usato il mio nome è stata riportata qui da osservatore.Cos'è che non capisce? in un dibattito esterno a questo mi sono espresso, e lo rifarei, sul quotidiano online che più volte ha riportato inesattezze su fatti ed eventi-non connessi a questo-, l'ho fatto da un'altra parte. posso avere un'opinione?
ho ironicamente chiesto a osservatore perché mi dava del lei, io parlo a nome mio sia qui che su facebook. non sono un ultrà , solo uno che sta per la lucchese.

14-07-2011 / Luisito

Un requiem per la vecchia Pantera?

Officiante: .....requiescat in pace.
Coro: amen.

14-07-2011 / Pax

Credo sia necessario isolare i provocatori come giovansergiobenedetti e arginare la becera violenza verbale dei marcomariti della situazione,per ritrovare un dialogo e una sinergia costruttiva fra le anime della città,aldilà che siano o meno appassionate della squadra.i non tifosi devono rispettare il lutto dei tifosi,mentre questi ultimi devono sforzarsi di assumere toni e atteggiamenti civili nei confronti di chi non condivide la loro passione.Poi,tutti insieme,lavorare per capire bene cosa è successo e far fronte comune su obiettivi comuni,senza starsi a scannare come sopra,ma assumendo quel confronto civile a cui fanno riferimento gli stimabili tifoso rossonero e lucia,che mi paiono rappresentare il meglio di entrambe le fazioni.saluti a tutti.

14-07-2011 / marco

Per Giovan Sergio Benedetti. Il parere sulla tribuna dello stadio Porta Elisa su cui appare, come in quello di Firenze un fascio littorio (la torre), è uno dei maggiori e migliori esempi di architettura moderna senz'altro a Lucca, assieme alla pensilina all'angolo dell'ex passaggio a livello di Viale San Concordio e ad altri pochi esempi rimasti e tutelato dalla sovrintendenza come monumento intoccabile. Nonostante la presenza del suddetto fascio quale doveroso omaggio alla committenza, esso è talmente armonizzato alla struttura al punto che vorrei fare un censimento di quanti lo sanno.
Lucchesi, pensate all'orribile restauro ottocentesco di San Michele e fate ammenda. Buonanotte.

14-07-2011 / Carlo Mogli

onore a lo schermo, che si dimostra l'attore piú democratico di questa discussione permettendo a certa genta di infamarlo sulle sue stesse pagine.

14-07-2011 / luca tifoso rossonero

uniamoci su ciò che ci unisce: la voglia di verità su tutte le vicende legate alla lucchese. Rispettiamoci su ciò che ci divide: la passione per il calcio visto in uno stadio, non in una tv pilotata da pochi padroni. E azionariato popolare per la squadra della nostra città. Presto partiremo. Chi ci crede e vuole contribuire, anche in termini di conoscenze e consulenze è il benvenuto. Alla faccia di chi pretende di speculare su una passione.

15-07-2011 / @carlo mogli

onore cosa???
passano quelli che piu gli fan comodo!

19-07-2011 / 1905

...al di la di tutto..i giocatori passano,i presidenti anche..come pure le amministrazioni e i sindaci..speriamo piu in la,passeremo anche noi...ma questa è la mia città,dove sono nato,che mi ha cresciuto...quando passeggio per le vie,ogni volta alzo gli occhi e mi meraviglio,come la prima volta di tanta bellezza..sento di essere tutt uno con lei...e se so che chi la amministra,lo sta facendo furbescamente,mi incazzo come mai in vita mia...come ogni volta che varco i cancelli del magico porta elisa,guardo la maglietta rossonera,e mi emoziono,come la prima volta..me la sento cucita addosso...sento di essere in campo e di dover incitare la pantera...e se so che chi la amministra,lo sta facendo furbescamente,mi incazzo ancora come mai in vita mia.......io sono lucchese..per il comune o la squadra di calcio,e per tutto il resto...nel bene e nel male...oltre ogni moda,ogni pregiudizio o giudizio...SIAMO SEMPRE SOLO NOI...

Inserisci il tuo commento

I commenti sono moderati, quindi non appariranno finché non saranno approvati da un amministratore. Non saranno approvati i commenti offensivi o in cui viene usato un linguaggio non civile. I campi contrassegnati con * sono obbligatori. L'Email non sarà in ogni caso pubblicata, ma solo utilizzata ad uso interno.

Inserire i caratteri presenti nell'immagine Cliccare per visualizzare un nuovo codice