A Lucca arriva la grande musica diretta dal maestro Alberto Veronesi

A Lucca arriva la grande musica diretta dal maestro Alberto Veronesi

LUCCA – A Lucca arriva la grande musica diretta dal maestro Alberto Veronesi, direttore artistico del Festival Puccini di Torre del Lago. Nella chiesa dei Servi, lunedì 23 luglio alle 21, sarà eseguito lo Stabat Mater di Gioacchino Rossini.

 

Un evento organizzato da Omega musica con la collaborazione di Animando, che porterà a esibirsi nomi di eccellenza come la soprano Olivera Mercurio, la mezzosoprano Irina Dolzhenko, il tenore Alessandro Camilli e il basso Alessandro Ceccarini. Con loro, la corale Valle dei Fiori, già Pacini di Pescia, e l’orchestra Nuova Europa composta da 40 giovani musicisti tutti diplomati, diretta da Alan Freiles.

 

«Da vent’anni – ha dichiarato il maestro Veronesi – mi occupo del festival dedicato a Giacomo Puccini; l’idea di dirigere Rossini nella città di Puccini però mi ha affascinato, perché i valori che animano la musica del grande lucchese, soprattutto i valori della melodia, traggono linfa dalla lezione originale di Rossini, il grande operista dal quale inizia la vera grande avventura mondiale della lirica italiana».

 

Suddivisa in dieci movimenti, la sequenza liturgica rossiniana venne eseguita per la prima volta a Parigi il 7 gennaio 1842 per il Théâtre de la comédie italienne, ottenendo un successo senza pari. Fu allora che l’opinione pubblica bolognese si mobilitò perché l’opera venisse eseguita anche all’Archiginnasio di quella città, istituendo addirittura una commissione speciale che stabilì, per volontà dello stesso Rossini, che i proventi dello spettacolo fossero destinati a una ‘cassa di pensione e di sussidi per gli artisti di canto e di suono nati ed abitanti in Bologna’. E così il 18 marzo di quello stesso 1842 lo Stabat Mater, diretto da Gaetano Donizetti, ebbe la sua prima fortunatissima esecuzione italiana. Il pubblico iniziò ad accalcarsi fin dalle prime ore del mattino e si resero necessarie misure straordinarie di sicurezza per garantire l’ordine pubblico.

Le cronache locali parlarono dell’evento per lungo tempo.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking