A Forte dei Marmi la mostra “Pin Pon Pan” di Frank Breidenbruch

A Forte dei Marmi la mostra “Pin Pon Pan” di Frank Breidenbruch

Personaggio sopra le righe, di una creatività poliedrica. Venerdì 18 agosto alle 19, accompagnata da un concerto di musica swing, sarà inaugurata “Pin Pon Pan”, la mostra di Frank Breidenbruch che fino al 19 agosto resterà allestita nella Galleria Art Dynasty in piazzetta dei Marmi a Forte dei Marmi. Attesi per l’occasione collezionisti ma anche esperti d’arte e luminari universitari per un appuntamento davvero unico.

 

L’artista tedesco, che fu allievo prediletto del grande A.R. Penck, presenterà infatti anche sette opere rarissime firmate col suo maestro d’arte e di vita e sarà dunque un’occasione rarissima per ammirare le creazioni di un nome che ha segnato il neo-espressionismo. 

 

Breidenbruch _ da tempo trasferitosi a Carrara e discendente di una delle più note famiglie imprenditoriali tedesche legate alla produzione di elettrodomestici _  alla Art Dynasty presenterà in particolare venti quadri che raffigurano volti di uomini con gli occhi chiusi. La singolarità dell’evento è dettata dal fatto che l’artista tedesco ha composto questo gruppo di opere durante un viaggio durato due anni, che lo ha visto percorrere 3000 km. in treno. In quella occasione Frank ha chiesto ai suoi casuali compagni di carrozza di chiudere gli occhi. E li ha ritratti, ne ha colto espressioni e timori, ansie, gioie, paure, dolori, felicità, consapevole di dipingere su un foglio non già il ritratto di uno sprovveduto viaggiatore quanto piuttosto una storia di vita.

 

Tutti i volti, infatti, sono storie, arricchite da particolari preziosi che sottolineano la straordinarietà di ogni singolo incontro. Così, in queste opere polimateriche, stucchi, carte lucide, foglie d’oro, si accavallano al ritratto o ne accompagnano lo sviluppo, e vanno a rafforzare quel dinamismo che si ritrova sempre nel pittore tedesco: l’irrefrenabile energica esplosione di un impulso creativo.

 

Il tema del sonno eterno torna e segna una linea di continuità con le precedenti produzioni, proprio perchè questo sonno, angosciosa e ristoratrice metafora della morte, non assume aprioristicamente un’accezione negativa. Il sonno è anche recupero di energie; è silenzio, straniamento, e qui diventa forza espressiva, dirompente, che travalica l’apparenza e si sofferma sull’energia vitale rappresentata dalle pulsioni della vita stessa.

 

Come non ricordare, a tal proposito, tra la ricca produzione di Frank, il ciclo di ritratti funebri dipinto a Città del Messico, i volti delle sue Marilyn, la serie di carte realizzate dopo la morte della nonna Clara.

Frank è ogni ritratto che ha dipinto, ogni passeggero che ha incontrato nel suo lungo viaggio, perché ognuno di essi lo ha aiutato a superare la condanna dell’effimero, il limite del sospeso che dissipa le certezze di una fine già segnata.

 

La mostra è a ingresso libero

La Galleria Art Dynasty – piazzetta dei Marmi (Forte dei Marmi) è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 24.

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter