Rotonde e sottopassi, ecco le priorità. Chiuso il cantiere a Porta Elisa, ci vorrà più tempo per il ponte sul Serchio

LUCCA – Sottopassi pedonali (alla stazione, a S. Anna e a Porta Elisa) e poi rotonde. Almeno tre: al Celide, in piazzale Boccherini e in via Salicchi. Proseguendo nel solco avviato, nel giorno del taglio del nastro per celebrare la fine dei lavori della rotatoria di fronte a Porta Elisa il sindaco Tambellini e l’assessore alla mobilità Celestino Marchini tracciano la strada da seguire. Una strada, quella sì, lastricata e piena di buche, perché le risorse vanno ancora trovate e le sponde su cui aggrapparsi sono sempre più rare. La Regione, in primis, che ha contribuito in modo determinante all’opera inaugurata oggi. Ma che alla luce dei tagli statali, sta già pensando a come diluire gli investimenti già programmati. Uno, tanto per capirci, riguarda Lucca. Il nuovo ponte sul Serchio è stato “girato” dalla Fondazione Cassa di Risparmio in cambio di interventi nell’edilizia scolastica. A Firenze, però, essendo mutato il quadro macro-economico, adesso saranno costretti a rinviare l’opera, per la quale oggi esiste solo un progetto preliminare, di almeno un anno.

Sottopassi ciclopedonali e rotonde sono inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche. Ma quando? Non ci vorranno certo 10 anni, scherza Tambellini, che però riconosce le difficoltà a reperire le risorse necessarie. Di tutte queste opere la rotatoria al Celide e il sottopasso alla stazione sono ritenute strategiche e dunque non rinviabili più di tanto. Per le altre si vedrà.

E intanto sindaco e assessori (anche Francesca Pierotti per i lavori pubblici) si godono la conclusione ufficiale del cantiere a Porta Elisa. Durato cinque mesi, dunque entro i tempi previsti grazie all’incessante lavoro dei tecnici interni ed esterni all’amministrazione e della Esmoter di Altopascio, incaricata dei lavori. Al taglio del nastro anche Salvatore Piliero, in rappresentanza dell cinque associazioni dei disabili, che hanno avuto un ruolo importante per l’abbattimento di ogni barriera architettonica.

Mentre si svolge la cerimonia, il traffico aumenta di intensità. Siamo all’ora di uscita delle scuole e di mercoledì, giorno di mercato. Anche gli automobilisti cominciano a prendere confidenza con la nuova viabilità e attendono i figli in punti che non ostacolano la circolazione. E da gennaio, con lo spostamento del mercato alle Tagliate, il semaforo di ingresso in città funzionerà solo a chiamata per mezzi pubblici e di emergenza.

Entrata e uscita dalle scuole sono il momento in cui la rotatoria deve sopportare il peso maggiore – commenta Marchini -, sarebbe un miracolo se non si formassero code, ma sfido chiunque a fare due conti e vedere se i tempi di attesa erano inferiori quando c’erano i semafori. Ci sono passato tante volte e a tutte le ore e posso affermare che da questo punti di vista il traffico scorre molto più velocemente. E poi quando sposteremo il mercato la circolazione migliorerà ulteriormente”.

Il senso unico instaurato in via Barbantini ha contribuito ulteriormente a eliminare un tappo e velocizzare i tempi di percorrenza del sottopasso di viale Castracani. Il semaforo funziona solo a chiamata dei pedoni e dunque rende assai più scorrevole la circolazione.

Ora che il cantiere è chiuso, l’estetica compressiva dell’opera è gradevole. E lo sarà ancor di più quando l’erba sarà cresciuta nella grande rotonda centrale, alla cui manutenzione provvederà l’Opera delle Mura. Intanto, durante queste feste, gli alberelli al centro saranno illuminati a festa.

Rimane la questione degli attraversamenti pedonali della circonvallazione. In attesa di un sottopasso, per adesso i passanti devono accontentarsi delle strisce bianche. Le auto rallentano in prossimità della rotonda e dunque oltrepassare viale Pacini risulta fattibile, ma Marchini promette che la situazione sarà attentamente monitorata nelle prossine settimane per capire se sarà necessario installare un impianti semaforico solo per chi va a piedi o in bici. Il costo sarebbe di circa 60 mila euro per tutti e quattro i camminamenti: una cifra, questa sì, non impossibile da trovare.

15 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

15 Commenti

  • Admin
    9 dicembre 2015, 16:52

    Il Ponte sul Serchio …..una chimera

    RISPONDI
  • Admin
    9 dicembre 2015, 17:34

    Ed i Marò? Nel senso: sottopasso Ingrillini? A che punto siamo? Capisco che li è periferia e quindi “ci fa schifo”…

    RISPONDI
  • Admin
    9 dicembre 2015, 18:38

    no ma come? Non avete fatto tagliare il nastro alla Prefetta ? no,non si fa così..

    RISPONDI
  • Admin
    9 dicembre 2015, 19:32

    Bla bla bla… e bla bla bla, campa cavallo ….. ma intanto….

    Sindaco e Assessore… parliamo un po di VIA INGRILLINI? a quando la fanfara e taglio nastro qui???? Avete visto a che punto sono i lavori???!?!?!?!?

    Poi Teatro del Giglio…. ma che cavolo centra il teatro del Giglio con la consegna dei bidoncini di Sistema Ambiente—
    Possibile che con questa amministrazione succedono delle cose sempre strane…. Teatro che fa l’operatore ecologico?!?!?

    RISPONDI
  • Admin
    9 dicembre 2015, 19:39

    Sindaco

    Tagliamo il nastro sulla sala controllo per le telecamere di sicurezza? che da anni li tenete spente e la sala chiusa a chiave?
    Perché.. la città e come il far west, e voi tenete le telecamere spente, un patrimonio dell’amministrazione Fazzi, ma voi non lo gradite??!?!?!

    La citta e invivibile, e la periferia, e il far west!!!

    Tambellini Lucca non e’ mai stata cosi invasa da mendicanti, truffatori, ladri, rapine, e venditori abusivi come ora. un altro PRIMATO TAMBELLINI!!!!
    Complimenti Sindaco!!!!

    RISPONDI
  • Admin
    9 dicembre 2015, 19:50

    Non ci posso credere!!Ho letto bene l’ultima frase!!??
    Con la rotonda (buon lavoro che effettivamente velocizza) hanno finalmente eliminato DUE semafori e ora si dice che se ne rimettono QUATTRO!!!???
    Roba da matti, se lo fanno spero arrivi Striscia la Notizia…
    Per carità siamo tutti pedoni, ci mancherebbe… ma non ci sono altre soluzioni!!??
    Per esempio illuminare con luci a led le strisce pedonali come già in diversi punti della circonvallazione, no!!??

    RISPONDI
  • Admin
    9 dicembre 2015, 21:02

    Roba da matti.

    Ci mettono mesi per partorire una rotonda cervellotica, e poi per colpa di pedoni e guidatori RINCOTTI, si ritorna ai semafori.

    Gli alieni che, dall’orbita, ci osservano e ci studiano, si staranno sbellicando, increduli.

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 01:54

    Cesare, nel 55 a.C., costruì presso Coblenza un ponte sul fiume Reno in una decina di giorni. La regione Toscana, nel XXI secolo d.C., riuscirà a costruire un ponte sul Serchio in 10 anni??? Si vergognino. Quanto spendono per il Pisa Mover?? Quanto spenderanno per tenerlo in piedi visto che il numero dei passeggeri non coprirà il project financing?

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 05:58

    Alla fine ascoltano questi pseudo amministratori, si deve ringraziare per questa opera da loro fatta che e perfetta!!! In altro stato, chi lo ha progettato,. approvato, e pagato avrebbero avuto serie problemi. qui invece, sei mesi a son di modifiche per cercare di risolvere. ma alla fine tolto due semafori, una rotonda che invita solo a fare incidenti, o falciare pedoni, ora pure lo spettro di 4 semafori??! Insomma una rotonda pateticamente amatoriale! E un amministrazione che si fa vedere per tagliare nastri, lodare il proprio operato?!?! ma poi in sordina fa le macagne….. tipo Via Ingrillini silenzio tombale!!!! e tutti le varie stranezze giornaliere di questa amministrazione TAMBELLINI…. non che l’ultima della società Teatro del Giglio, ora graziato di un lavoretto da meno di 40000 euro per distibuire bidoni del sudico?!?!?! gazo ma prorpio ganzo sto TAMBA! i voglio augurare che non sia vero…….!!!!

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 09:31

    60 mila euro .. giusto giusto la cifra che serve per il parcheggio a aquilea .. altro che 4 semafori ..

    i parcheggio nelle periferie e un potenziamento delle navette e … il traffico svanisce da se ..

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 10:11

    Mi piacerebbe sapere chi e quali sono i poteri occulti dietro all’amministrazione, naturalmente se ci sono! Non vorrei fosse solo incapacità di intendere e di volere!

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 10:51

    in mezzo a così tanti denigratori vorrei esprimere un parere positivo, su questa rotonda e anche su altre così tanto attaccate, sminuite. poi alla prova dei fatti hanno ridotto del 90-95 per cento i problemi. questo vuol dire che la perfezione (il 100 per cento) non è raggiungibile, almeno finchè tutto il traffico pesante passerà lungo la circonvallazione, ma questo è un altro argomento. per il resto le rotonde realizzate servono eccome a ridurre i tempi e a meglio regolare il traffico, riducendo rischi di incidenti; poi se uno non sa fare a guidare è lo stesso entrare in una rotonda senza rispettare uno stop che passare col semaforo rosso, anzi, questo la notte soprattutto è più rischioso, una rotonda non ha il semaforo giallo lampeggiante, la devi comunque sempre affrontare con prudenza.
    per voi che attaccate sempre pensate un attimo alle lunghe code che c’erano fino a qualche mese, in tutti gli orari e tutti i giorni, poi le rotonde funzionano sia che l’abbia fatto un sindaco amico che uno che non potete vedere.

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 11:18

    concordo con stefano
    tra l’altro, il progetto della rotonda di portelisa risale a 10 anni fa..
    coi tempi lunghissimi delle realizzazioni delle opere pubbliche è facile che si accavallino le amministrazioni comunali

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 11:35

    Concordo con Stefano, la rotonda di porta Elisa serve come il pane ed ha alleggerito il traffico.

    Non voglio però vedere semafori, sarebbe una contraddizione.
    Si usino le strisce pedonali come da sempre si è fatto, magari segnaliamole bene illuminandole.

    RISPONDI
  • Admin
    10 dicembre 2015, 13:37

    Io non denigro la rotonda, anzi! Risolve molte cose! Pero’ diciamocelo, è fatta un po strana 😀 ma a Lucca si sa, piacciono gli ottovolanti 🙂

    Pero’ io mi aspetterei da un’amministrazione seria più lavoro concreto e meno sorrisi, brindisi e tagli di nastro.

    RISPONDI

.

Newsletter

Creocoworking