Il planetario che non vide mai le stelle

LUCCA – L’idea è datata 2004: creare una struttura che possa rivalutare il parco fluviale situato fra via del Brennero e i campi sportivi. Il progetto consiste nella realizzazione di un planetario. Si investe molto, un milione e mezzo di euro, in parte ricavati da sponsor mentre il restante finanziato dalle tasche del comune stesso.

Nei successivi due anni si passa da un semplice progetto a vederlo in buona parte realizzato. La struttura è quasi ultimata, con solo qualche piccolo aggiustamento da fare in vista dell’inaugurazione. Inaugurazione che, in realtà, non è mai stata fatta. Ad oggi non si vede una fine dei lavori, tuttavia si riesce bene a vedere la fine delle speranze (o delle finanze) riposte nel planetario.

E così anziché esserci file di bambini fuori dalle porte, ci sono solo stormi di piccioni al suo interno a riempire le stanze di escrementi. Pile di bottiglie e brandelli di carta straccia hanno preso il posto delle stelle. E una fitta edera ricopre le pareti.

Non è chiaro perché nessuno ancora prenda in mano la situazione. Forse il carisma iniziale è andato scemando con il tempo. Quello che è chiaro a tutti però è che abbiamo fra le mani uno scheletro nell’armadio, un enorme scheletro nell’armadio.

Il planetario, essendo difficile da vedere, rimane nascosto in una terra di nessuno. Impossibile notarlo dalla strada e complicato dai campi sportivi adiacenti, a causa di un vallo. Forse è questa la ragione per cui si tende a dimenticarlo. Ma non si possono dimenticare le finanze buttate via.

Un milione e mezzo di euro per un’ombra. Ecco cosa resta. Un’ombra di quella che dovrebbe essere, da un punto di vista didattico, una delle costruzioni più importanti della provincia di Lucca.

Qualche mese fa perfino Crozza, in uno dei suoi spettacoli in diretta nazionale, ha citato la struttura come esempio di denaro sperperato in costruzioni che poi non sono mai state portate a compimento. Questo la dice lunga sull’importanza che il planetario ha e soprattutto potrebbe avere per la città di Lucca.

A volte è guardando un problema dritto negli occhi che si trova la soluzione. Di certo non nascondendo la polvere sotto al tappeto. E magari un giorno potremo passeggiare intorno al planetario senza pungersi le caviglie con le ortiche o inciampare in qualche tubo buttato qua e là.

12 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

12 Commenti

  • AMMONIO
    9 novembre 2015, 01:34

    Bello! Si sta avviando a somigliare a un residuo di bunker hitleriano della Prussia Orientale. Uno di quei bunker dove sperimentavano le atomiche sporche. Lasciate che invecchi ancora un po’……..

    RISPONDI
  • laura maria chiara giorgi
    8 novembre 2015, 21:50

    Doveva essere un PLANETARIO a perenne ricordo di un recente “Rinascimento lucchese”….invece è divenuto monumento allo spreco assurdo di una politica incosciente e curante solo dell’apparenza.

    RISPONDI
  • laura maria chiara giorgi
    8 novembre 2015, 21:49

    https://www.youtube.com/watch?v=N1gaX4c03_c

    RISPONDI
  • silvano papini
    8 novembre 2015, 19:10

    Mi sembra che l’oggetto sia stato messo in vendita dal Comune o sbaglio? Valutare attraverso una perizia fatta dai tecnici del Comune i costi per l’eventuale completamento e i costi per la sua apertura e mantenimento della stessa.

    RISPONDI
  • Notizia
    6 novembre 2015, 13:58

    Dire che manca “solo qualche piccolo aggiustamento da fare in vista dell’inaugurazione” mi sembra azzardato vedendo le foto. Il signor Nottoli potrebbe completare l’articolo riportando quanto l’amministrazione comunale ha dichiarato, se lo ha fatto, sulla possibilità e volontà di completare l’opera o di denunciare chi ha sperperato denaro pubblico con tale superficialità.
    POPULIST perdonare perché ?

    RISPONDI
  • Arturo
    6 novembre 2015, 11:59

    Complimenti, ottimo articolo.

    RISPONDI
  • Da denuncia
    6 novembre 2015, 11:06

    Chi ha speso tutti questi soldi inutilmente deve essere denunciato alle autorità competenti e pagare il danno di tasca propria. Il fatto non può passare inosservato.

    RISPONDI
  • wlf
    6 novembre 2015, 11:02

    non è vero che non si vedono mai le stele!!!
    Basta andarci nelle notti serene senza luna…

    RISPONDI
  • manara
    6 novembre 2015, 09:54

    bravi, batteteci fazzi dentro ogni volta che insiste a voler fare politica e a tentare di accreditarsi come politico. Bei tempi quando i soldi scorrevano facili, solo per i soliti noti.

    RISPONDI
  • POPULIST
    6 novembre 2015, 09:51

    Giusto ieri avevo fatto un appello a non infierire troppo sul triste declino politico di un ex sindaco, un appello a dimenticare, a comprendere e, forse, perdonare, ma vedo che non è servito.

    RISPONDI
  • ciclista
    6 novembre 2015, 09:38

    e io pago….

    RISPONDI
  • Laurina
    6 novembre 2015, 08:50

    Grazie Fazzi & co

    RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online