Lucca e Capannori insieme per dire no all’intolleranza di genere

LUCCA – Una società incapace di concedere a tutti gli stessi diritti è una società che non ha diritto di cittadinanza.

Parte da questo presupposto l’iniziativa sostenuta dalle amministrazioni di Lucca e Capannori al progetto “Fuori”, a cura della giovane associazione lucchese LuccaAut, nata nel 2014 per volontà di un gruppo di donne e uomini omosessuali ma anche etero. Perché i diritti, come spiega il presidente Raffaele Ciampi – riguardano proprio tutti.

Nella sala degli Specchi di palazzo Orsetti, i due assessori al sociale, Ilaria Vietina e Silvia Amadei, presentano la serata dell’11 settembre a Villa Bottini, che di fatto chiude la stagione di proiezioni estive del cinema all’aperto. L’ultima, appunto, riguarda i primi due documentari di una serie, realizzati dalle videomaker pisane Chiara Tarfano e Ilaria Luperini. Storie di persone omosessuali che camminano per le strade di alcune città italiane chiedendo alle persone che incontrano per caso cosa pensano delle coppie formate da persone dello stesso sesso.

Dopo la proiezione (prevista per le 21.15) si aprirà il confronto, con la partecipazione in live streaming del professor Umberto Veronesi.

“Dobbiamo portare avanti questo messaggio senza paura né vergogna – dice Silvia Amadei – perché noi vogliamo che sui nostri territori tutti abbiano le stesse opportunità. Come amministrazioni pubbliche è nostro dovere dare alla popolazione la possibilità di riflettere e conoscere”.

“Da parte nostra – aggiunge Ilaria Vietina – questo è un tema di grande attualità, visto che proprio in questi giorni si sta discutendo a livello nazionale delle unioni civili e che il consiglio comunale ha recentemente approvato il registro delle unioni civili”.

La serata è ingresso libero, con offerta a favore delle attività dell’associazione LuccaAut.

12 commenti

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

12 Commenti

  • Marco
    8 settembre 2015, 16:47

    @GINO IL CONTADINO

    gino, inutile che cerchi di girar la frittata. non hai mai parlato di generazione di esseri viventi ma di cavalli che si accoppiano con cavalle etc. etc.
    ti ho dimostrato che non è sempre vero, pertanto riprova. sarai più fortunato.

    RISPONDI
  • elisa
    8 settembre 2015, 14:52

    IL BARDOTTO puo’ adottare ??

    RISPONDI
  • Aldo
    8 settembre 2015, 13:37

    Ma la Vietina, che potete salutare a Messa la Domenica, ci è o ci fa? …secondo me vi prende per in giro, essendo difficilmente conciliabile la sua visione cattocomunista con esternazioni a favore dei gaylesbotrans di genere indefinito.
    Non mi sorprenderebbe, vista la sua frequentazione scolastica e ecclesiastica, che un domani si dichiarasse a favore della pedofilia come avanguardia di una nuova visione storica dell’amore di Gesù verso i bambini…
    Parrebbe, così, a pensar male, che cominci il reclutamento proprio tra gli zingarelli…

    RISPONDI
  • gino il contadino
    8 settembre 2015, 12:20

    @ Marco- infatti, le immagini confermano che da quelle copule non si generano altri esseri viventi,ma se hai altri suggerimenti in grado du dissipare la Mia curiosita’ attendo cin ansia! Grazie

    RISPONDI
  • Marco
    8 settembre 2015, 01:07

    @gino il contadino

    o forse, semplicemente, non sei un buon osservatore dei tuoi animali: https://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_negli_animali

    RISPONDI
  • gino
    7 settembre 2015, 16:35

    importante godere poi darlo o riceverlo stesso movimento e’….

    RISPONDI
  • Arturo
    7 settembre 2015, 10:20

    Meno male che c’è ancora chi si ingegna per intascare un po’ di soldi senza lavorare

    Comunque sono sicuro che tra i documentari ci sarà anche “Hjernevask The Gender Equality Paradox” facilmente reperibile su youtube che spiega davvero tutto in maniera cristallina. O no?

    RISPONDI
  • gino il contadino
    5 settembre 2015, 15:50

    Il mio cavallo si accoppia con la mia cavalla, il mio gallo con la mia gallina,il mio maiale con la mia scrofa….ecc.ecc,ma forse esistono alternative alle leggi naturali..bo io sono ignorante..non le conosco..

    RISPONDI
  • nicola
    5 settembre 2015, 12:29

    Se questi commentatori sono i nemici della parita’ tra le persone di diverso orientento sessuale ed affettivo..beh che dire.mi rallegro.la sconfitta delle idee reazionarie e retrograde e’ vicina…

    RISPONDI
  • franko
    5 settembre 2015, 02:04

    voglio sposare la mia cavalla e adottare un figlio da un utero usucapione

    RISPONDI
  • PIU' CHE MAI ANTICOMMUNIST (a.k.a. POPULIST)
    5 settembre 2015, 00:26

    Che vi devo dire?

    A spazzare via queste imbarazzanti ed autoreferenziali iniziative, da qui a qualche anno, ci penserà l’avvento dell’ISIS (ahimè)

    RISPONDI
  • gigino
    4 settembre 2015, 18:08

    come dice Cassano : “ca mma ‘na fottt a me, uagliò!”

    RISPONDI
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online