ECCS: dopo Parigi e Oxford, a Lucca l’undicesima conferenza sui sistemi complessi

LUCCA, 12 settembre – E’ stata presentata a Roma l’ECCS’14, conferenza internazionale per i sistemi complessi e le scienze interdisciplinari che si terrà all’IMT. L’undicesima edizione della European Conference on Complex Systems, dopo Torino, Parigi, Oxford, Dresda, Gerusalemme, Warwick, Lisbona, Vienna, Bruxelles e Barcellona, approda a Lucca dal 22 al 26 settembre.

Sono già programmati 34 seminari con docenti invitati dalle maggiori università del mondo; 200 relazioni di 15 minuti tenute da ricercatori selezionati con un bando internazionale; altre sessioni di presentazioni brevissime e in sequenza, da 3 minuti ciascuna, per gli altri contributi scientifici; l’esposizione dei poster di ricerca con gli autori pronti a illustrarli durante le pause; 28 eventi satellite che si svolgeranno in contemporanea su vari temi di approfondimento, nel formato tavola rotonda.

Cinque giorni con un programma dalle 9 del mattino alle 7 di sera, in più spazi all’interno delle mura di Lucca. «Una folla molto particolare – aggiunge Guido Caldarelli, Professore di Fisica a IMT e coordinatore scientifico e organizzativo della conferenza – composta dai principali esperti di reti e sistemi complessi. Grazie ai loro studi potremo capire (e se possibile controllare) fenomeni come la diffusione del rischio nei sistemi economici, la propagazione delle malattie, i flussi di turisti, il traffico nelle strade come nei siti web e nelle reti sociali, ma anche la complessità di sistemi biologici come piante e microorganismi».

Tutto il programma ruota intorno a sei grandi temi: i fondamenti della Scienza dei Sistemi Complessi; le “Information and Communication Technologies”; la pianificazione infrastrutturale e ambientale; i sistemi biologici; Linguaggio, Linguistica cognitiva e Sistemi Sociali; Economia e Finanza. Tra i docenti invitati, provenienti da Europa, Stati Uniti, Brasile e Giappone, spiccano alcuni nomi: Albert-László Barabási, Vladimir Falko, Lada Adamic, Vittoria Colizza, Heinz Beck, Alan Destexhe, Stefano Mancuso, Pietro Pietrini, Carlo Jaeger, Claudio Conti.

Cosa sono i Sistemi Complessi? Dal web all’economia, dai Big Data al Linguaggio, dai Sistemi sociali alla pianificazione urbana e persino il nostro cervello, qualunque cosa può essere studiata e rappresentata come un Sistema Complesso, cioè come un insieme in cui le singole parti interagiscono, ciascuna secondo la propria funzione, provocando mutamenti nella struttura complessiva. Lo studio dei Sistemi Complessi è un approccio interdisciplinare, nato negli anni Sessanta, che trae le proprie radici dalla fisica statistica e dalla matematica applicata.

ECCS’14 è la conferenza annuale della Complex Systems Society, organizzata per il 2014 da IMT Alti Studi Lucca, in collaborazione con la Società Italiana Caos e Complessità, l’Istituto dei Sistemi Complessi del CNR, il London Institute for Mathematical Science e la Fondazione ISI di Torino, con il patrocinio di Comune e Provincia di Lucca, e con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, e la sponsorizzazione di FET Future and Emerging Technologies e dei progetti europei Multiplex e SIMPOL. Saranno inoltre presenti come sponsor tecnici gli editori Oxford University Press, Cambridge University Press, Springer.

La Redazione
@LoSchermo

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla
Lo Schermo.it pubblicita

.

Newsletter

Banner Geometra Online

Twitter