Opposizione all’attacco di Tambellini sul bilancio dei primi sei mesi di governo

Opposizione all’attacco di Tambellini sul bilancio dei primi sei mesi di governo

LUCCA – Il bilancio di primi sei mesi di governo Tambellini/bis della città non poteva che innescare una serie di reazioni. E, infatti, puntuale, si è fatta sentire la voce del centrodestra, che porta il suo punto di vista nel dibattito su quello che è stato fatto e quello che, invece, non è stato realizzato.

 

«Dopo i fallimenti dei primi 5 anni di mandato, fatti di annunci a cui non sono seguiti fatti, l’amministrazione Tambellini ripete ossessivamente questo copione anche nell’avvio di questa seconda consiliatura. E lo fa per coprire disastri e mancati risultati, il degrado imperante del centro e della periferia creato dal disinteresse dell’amministrazione, una minore percezione della sicurezza da parte dei cittadini e l’aumento delle tasse, la mancanza di un disegno complessivo sul futuro di importanti contenitori come Campo di Marte, Pulia, Manifattura tabacchi e Mercato del Carmine». A sostenerlo sono in una nota congiunta i consiglieri comunali della coalizione  di centrodestra, formata dai partiti Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e dalle liste civiche SìAmoLucca e Lucca in Movimento.

 

«Tanti annunci e poca sostanza, dunque, concretezza zero – aggiungono – mentre i problemi di Lucca aumentano. Si parte da una mancanza di visione globale sullo sviluppo futuro per arrivare al completamento dell’opera, avviata già da tempo, di disfacimento di una delle aziende modello come la Gesam, che ha prodotto ricchezza per il territorio e garantito lavoro alle famiglie lucchesi. Per non parlare delle necessità di riorganizzare i servizi di vigilanza attraverso un diverso impiego dei vigili urbani, della stangata sulla tassa di occupazione del suolo pubblico e dell’ormai scontati ritocco al rialzo per la Tari nel 2018, e ancora la risorsa del turismo per la quale una mancanza di coordinamento e di strategia continuano ad alimentare il fenomeno del mordi e fuggi che non produce ricchezza per il nostro territorio, mentre si dovrebbe puntare su progetti di grande respiro e qualità, capaci di rilanciare l’immagine di Lucca nel suo complesso anche attraverso iniziative culturali di alto livello».

 

Concludono i consiglieri della coalizione: «Purtroppo Tambellini e la sua giunta vivono su pianeti diversi dalla realtà, e continuano a fare finta che i problemi non esistano, come quello delle tante famiglie lucchesi che faticano ad arrivare alla fine del mese, e dei titolari di attività costretti in molti casi a chiudere i battenti. Come opposizione continueremo ad essere attenti e propositivi, ma anche inflessibili sulle scelte che riteniamo sbagliate. Purtroppo i primi sei mesi del secondo mandato non lasciano presagire cambiamenti positivi rispetto al nulla che questa amministrazione ha proposto negli ultimi 5 anni. Infine – concludono partiti e liste civiche –  c’è da aggiungere che il 2017 si chiude con gli ennesimi annunci della Regione e del Governo sull’arrivo di fondi sulla grande viabilità e altri progetti connessi: la solita litania per ingannare gli elettori in vista, stavolta, delle imminenti Politiche di marzo. Ma ne frattempo la circonvallazione è sempre intasata, così come il ponte di Monte S.Quirico. E non si riescono a trovare soluzioni tampone».

 

Inserisci il tuo commento

La tua e-mail non verrà pubblicata. compila tutti i campi obbligatori*

Se pubblichi stai dando il consenso alle regole di base , ai termini del servizio e alla normativa sulla privacy
Annulla

.

Newsletter

Creocoworking